Fiano di Avellino Docg 2014 Petilia

Letture: 190
Fiano di Avellino Docg 2014 Petilia
Fiano di Avellino Docg 2014 Petilia

Azienda Agricola Petilia
Uva: fiano
Fascia di prezzo: 18,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 26/30 – Palato 27/30 – Non omologazione 30/35

Manteniamoci al sicuro sul classico territoriale. Dopo il Greco di Tufo, non poteva mancare il Fiano di Avellino nella scala dei valori che contraddistinguono le aziende vitivinicole del comprensorio irpino. E d’altronde se un vino piace e risulta pure vincente una ragione ci deve pur essere, non vi pare?

E sì, perché all’edizione 2015 di Radici del Sud l’Azienda Agricola Petilia di Altavilla Irpina dei fratelli Roberto, Carmine e Teresa Bruno dopo la consacrazione del Greco di Tufo ha visto premiare dalla giuria internazionale anche il Fiano di Avellino Docg 2014, con la conquista del secondo posto assoluto.

Solo acciaio e vetro, per la composizione di un prodotto fresco e già parzialmente pronto, ma sempre proiettato, come una molla, verso un lungo e radioso futuro. Tredici i gradi alcolici.

Controetichetta Fiano di Avellino Docg 2014 Petilia
Controetichetta Fiano di Avellino Docg 2014 Petilia

Colore giallo paglierino. Complessi i profumi varietali e territoriali nei quali spiccano in modo intenso sensazioni sulfuree, nocciola e floreale. In appresso si colgono fruttati di pera, di mela e di agrumi, accompagnati poi da refoli erbacei e da sbuffi minerali. La bocca accoglie un sorso espansivo ed ampio, in cui la fa da padrona la rimarchevole spalla acida che sostiene un’infinita freschezza. Sapidità e succosità. Palato scattante e pieno di energia. Percezioni finali lunghe e che reiterano le note olfattive, lasciando la bocca estremamente godibile. Gran bel vino davvero da spendere su piatti a base di pesce, carne bianca e formaggi freschi. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede ad Altavilla Irpina (Av) – Contrada Pincera – Località Campofiorito
Tel. 0825 991696 – 998235 – Fax 0825 998915
teresa.petilia@gmail.it www.aziendaagricolapetilia.it
Enologo: Roberto Bruno
Ettari di proprietà: 26, di cui 20 vitati – Bottiglie prodotte: 120.000
Vitigni: fiano, greco e falanghina