Fiano di Avellino 2010 docg Masseria Murata

Letture: 115
Fiano di Avellino 2010 docg Masseria Murata (Foto Lello Tornatore)

Bene bene bene. Sono proprio contento: cresce il numero di cantine che aspetta almeno un anno prima di tirare fuori il Fiano di Avellino. Può sembrare una fissa, ma non lo è: chi mangerebbe uno spaghetto dopo un minuto di cottura? Chi consegnerebbe una laurea a un bimbo che non sa ancora leggere?

Nessuno. Eppure l’equivalente enologico di questi comportamenti è vendere e soprattutto bere il bianco irpino pochi mesi dopo la vendemmia. L’esempio virtuoso di Guido Marsella ha fatto scuola, lui fu il primo a proporre il suo Fiano dopo dodici mesi, sembrava una follia e invece Don Alfonso subito capì la cosa e lo mise in carta. Da allora, piano piano, altri hanno seguito il suo esempio che evitava loro la penosa rincorsa al ribasso dei prezzi.

Del resto proprio questo allungo sui tempi è una sorta di cuscino di sicurezza verso altre aree che si cimentano con questa uva straordinaria ma di cui non ci sono prove tangibili di longevità. Una ennesima prova di questi assunti è nell’assaggio che abbiamo fatto dai fratelli Argenziano a Mercogliano, titolari di Masseria Murata, un piccola e solida cantina a ridosso della bellissima Abazia di Loreto dove anche i monaci hanno deciso di produrre vino. Otto ettari in tutto, di cui quattro di Fiano (due a Mercogliano e due a Contrada), due di Greco a Chianchetelle e due di Coda di Volpe, un tempo molto diffusa su questo versante di Montevergine. Il Fiano che abbiamo provato è il 2010, fresco, essenziale, in puro stile Carmine Valentino che prevede una fermentazione in acciaio e poi il travaso senza stare a pensarci troppo. Il risultato è una beva sottile, essenziale, precisa e molto tipica. Masseria Murata lavora molto bene, abbiamo provato anche un 2008, ovviamente integro. Interessanti anche i rossi, soprattutto il Taurasi 2007. Ma il nostro preferito resta questo Fiano, magari da spendere sulla straordinaria cucina di Cristian Torsiello, estroverso cuoco di campagna in quel di Valva. Due anime contadine, così lontane, così vicine.

MERCOGLIANO Via Loreto Vecchio, 2 Tel. 0825.788311 www.masseriamurata.it Ettari: 8 di proprietà Bottiglie prodotte: 50.000 Enologo: Carmine Valentino Vitigni: fiano, breco, coda di volpe, aglianico