Filetto di stoccafisso al pomodoro, curuniello a’ cassuola

Letture: 2180
Filetto di stoccafisso al pomodoro

 

di Tommaso Esposito

Curuniello in lingua napoletana è il posolino, quella striscia di cuoio in cui si infila la coda del cavallo e che sostiene la sella.
Mise all’asina la vecchia sella sdrucita, dalle staffe e dal posolino che si reggevano a funa di spago, e partì. Luigi Capuana.
Curuniello in napoletano è anche il cuore della lattuga o della scarola.
Ed è pure il filetto dello stoccafisso.
Quello tagliato a losanga, bello alto e corposo a seconda della qualità del merluzzo.

Curuniello ‘e stocco

Norvegese, di solito, giunge quaggiù.
Essiccato ai freddi venti del Nord e ravvivato con maestria dai veri baccalaiuoli.
Lo si faccia a’cassuola.
Questa ricetta semplicissima può rendere saporito con il sugo anche un bel piatto di linguine.

Ingredienti per 4 persone

Coroniello filetto di stoccafisso 1 kg
Pomodori san Marzano Pelati gr 500
Aglio spicchi 1
Olio evo, prezzemolo, sale q.b.

Procedimento

Con l’olio lasciar imbiondire in padella a fuoco vivace l’aglio.
Levarlo e aggiungere i filetti soltanto dei pomodori.
Salare appena, lasciar asciugare la salsa, farla arruscatella, e infine metterla da parte.

Salsa di San Marzano arruscatella

Nella stessa padella, se serve ancora un filo d’olio, adagiare  il coroniello tagliato in quattro porzioni.
Ricoprire con la salsa e qualche foglia di prezzemolo.

Curuniello ‘e stocco

Lasciar cuocere a fuoco coperto qualche minuto dei quindici-venti necessari.
La ricetta tradizionale prevede una cottura più spinta, fin quando il coroniello si apra a scaglie e l’intingolo lo pervada.
Aggiustare di sale e nel piatto vada con il sugo e il prezzemolo.

Curuniello a’ cassuola

Un commento

  • Umberto

    (15 maggio 2013 - 09:57)

    Sublime!!! Stasera sulla mia tavola, a cena…

I commenti sono chiusi.