Fontanavigna 2007 Terre del Volturno igt

Letture: 79

TERRE DEL PRINCIPE
Uva: pallagrello bianco
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Parola d’ordine: sapidità e freschezza. Sensazione di vino salato, è il tratto distintivo del Fontanavigna di Peppe e Manuela di quest’anno. L’anticipo della vendemmia ai primi di settembre, dovuto al caldo siccitoso del 2007 ed il cambio di sistema di potatura da guyot a cordone speronato, hanno prodotto un vino marcatamente sapido e di gran persistenza gusto olfattiva. Un vino che si fa ricordare. Il pallagrello è davvero una notevole uva a bacca bianca, la più grande tra le campane azzarda Peppe Mancini. I risultati non lo smentiscono. Nel bicchiere il vino si presenta giallo paglierino con una nota appena verdognola che ritroveremo al palato. Al gusto è secco, con smagliante acidità, sentori di mela fresca e una lunga nota sapida mista a sentori vegetali e di erbe aromatiche piacevolmente amarognole che avvolgono e puliscono con eleganza il palato, invogliando a nuovi sorsi. Rispetto al 2006 forse mancano un po’ di profumi, ma in bocca il vino è scattante e di piacevolissima beva. Il lavoro di Manuela e Peppe è stato lungo, ma i risultati sono arrivati: oggi sulle tavole, insieme a greco, fiano e falanghina c’è anche il pallagrello. Fontanavigna si presta ad un bel po’ di abbinamenti. Noi lo abbiamo provato con la papaccella dolce mignon di Lilly Avallone de L’Arcante, ma, lo vedo bene anche sulla frittata di asparagi selvatici di Manuela assaggiata a Castel Campagnano, o, a tutto pasto, per una bella tavolata di campagna estiva.

Sede a Castel Campagnano, Loc. Squille Contrada Mascioni
Tel. 0823.867126
Sito: http://www.terredelprincipe.com
Enologo: Luigi Moio
Bottiglie prodotte: 55.000
Ettari: 13 di proprietà
Vitigni: pallagrello bianco, pallagrello nero, casavecchia