La frittata di bucatini alla puttanesca dell’Osteria La Chitarra

Letture: 1672
La frittata di bucatini alla puttanesca dell’Osteria La Chitarra

di Dora Sorrentino

La frittata di maccheroni è un cult della cucina napoletana. In ogni casa, se avanza un po’ di pasta, non si butta via mai nulla, perché tutto si recupera avendo in casa un po’ di uova e un po’ di formaggio.

La frittata di bucatini alla puttanesca dell’Osteria La Chitarra

C’è chi la preferisce bianca, chi rossa. Ma se è uno chef a proporre una ricetta invitante, come può essere una frittata di maccheroni alla puttanesca, allora non ci resta che raccogliere la ricetta e provare a rifarla a casa.

La frittata di bucatini alla puttanesca dell’Osteria La Chitarra, un dettaglio

Questa è la frittata di bucatini alla puttanesca di Giuseppe Maiorano, dell’Osteria La Chitarra.

Ricetta raccolta da Dora Sorrentino

La frittata di bucatini alla puttanesca dell’Osteria La Chitarra

Di

Ingredienti

  • 500g di bucatini
  • 8 uova grandi
  • 150g olive di Gaeta denocciolate
  • 40g capperi medi
  • 1 kg di pomodori pelati (quelli da schiacciare con le mani)
  • 3 spicchi di aglio schiacciati
  • una generosa manciata di prezzemolo tritato
  • olio
  • filetti di acciuga (facoltativi)

Preparazione

In un tegame far soffriggere l'aglio facendolo imbiondire, evitando di farlo bruciare. Una volta eliminato, aggiungere le olive, i capperi e le acciughe, farli soffriggere magari aggiungendo un pochino d'acqua per far rilasciare tutto il loro sapore ed infine aggiungere i pelati schiacciati. Lasciare cuocere per un po’, non è una salsa che richiede una lunga cottura. Inserire anche il prezzemolo ed aggiustare di sale tenendo conto che i capperi sono salati e anche l'acciuga, Cuocere i bucatini e condire il tutto con la salsa, lasciare raffreddare bene. Sbattere le uova e mischiare molto bene la pasta con le uova, usando anche le mani volendo, perché così si amalgama tutto meglio. Ungere una padella, meglio se antiaderente e farla riscaldare. La frittata andrebbe girata una sola volta, un piccolo trucco è quello di immaginare una croce nella padella, dopo aver versato la pasta mischiata alle uova tenere la fiamma alta al centro per un mezzo minuto e poi abbassare a minimo spostando la padella sui vertici di quella croce di cui vi ho parlato prima, quattro minuti di cottura per ogni lato della frittata. Ripetete questa operazione anche dall’altro lato. Una volta cotta, poggiatela su un piatto da portata e buon appetito!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>