Città e paesi da mangiare e bere > Diario di Capri > Le pizzerie
10

Guida golosa: pizza e pizzerie di Capri, storie e indirizzi

28 luglio 2013

Allora, per mangiare una buona pizza, secondo voi è necessario dover prendere un aliscafo e passare per i mostri sacri di Napoli? Assolutamente no, potete restare comodamente nella nostra isola e godere di belle interpretazioni anche qui, nonostante ovviamente la tradizione è assolutamente recente rispetto a quella bisecolare partenopea.

Da Giorgio, Capri

Vi guidiamo in un breve ma succulento itinerario isolano cominciando da Giorgio, a due passi dalla Piazzetta: nato nel 1948, come ristorante marinaro, annesso al piccolo albergo. Facilmente raggiungibile, è due passi dalla funicolare per Marina Grande, dal capolinea degli autobus per tutte le località dell’isola e dallo stazionamento dei taxi. La sala con vista sul Golfo di Napoli ha una capienza di oltre cento posti. La sua cucina segue la tradizione locale con piatti semplici e diretti, senza velleità ma ben eseguiti e molto apprezzati anche dai capresi. La pizza è servita sia a pranzo che a cena. Il pizzaiolo si chiama Mario. La più richiesta dagli stranieri: rucola, pomodorini e scaglie di Parmigiano, mentre da non perdere sono le classiche margherita e marinara, con un ripieno al forno degno di nota.

Le pizze dell’Aurora, Capri

Passiamo al mitico Aurora: nuova generazione qui ha voluto dire nuova comunicazione, con un sito web molto bello e professionale. Da più di cento anni accoglie gli ospiti con la sapiente cordialità della famiglia D’Alessio, che da tre generazioni gestisce questo “museo della gastronomia caprese”. Oggi impegnata in prima persona, anche nella comunicazione, c’è la figlia di Gennaro, Mia. Il ristorante è frequentato da ospiti abituali e da tanti personaggi illustri di passaggio sull’isola. La cucina, caratterizzata da piatti storici della gastronomia caprese e napoletana, è affidata allo chef Franco Aversa, marito di Mia, che aggiunge fantasia e originalità per rendere l’Aurora uno dei più esclusivi ristoranti dell’isola. La famiglia D’Alessio ha portato a Capri, prima degli altri, i vini di qualità e oggi vantano una fornitissima cantina. Sulla scia di questa ricerca Aurora ha fondato il marchio Vino che oggi è anche una esclusiva enoteca nel centro di Capri.

L’ingresso dell’Aurora, Capri

Aurora è conosciuto soprattutto per la «pizza all’acqua» una prelibatezza che, in realtà è la solita storia dell’uovo di colombo: Gennaro D’Alessio, infatti, si è inventato negli Settanta questa pizza “alleggerita” (pochissimo lievito, mozzarella e peperoncino) per andare incontro ai tanti personaggi del jet set e della moda che stavano, e sono, sempre a dieta. Erano gli anni di «Moda Mare», di Valentino, degli stilisti più famosi del mondo che non rinunciavano mai ad una passerella sull’isola e la pizza leggera è diventata un successone. Si chiama “all’acqua” non in riferimento alla preparazione ma perchè c’è talmente tanto peperoncino che si va “a fuoco” e quindi i clienti chiedono tanta acqua per spegnerlo. Oggi viene servita al centro del tavolo – a pranzo o a cena – come benvenuto.

La mitica pizza di Gemma

Ed eccoci all’ex Gemma, ora Mammà, sempre aperti, tranne il lunedi, pizza sia a pranzo che a cena. Il pizzaiolo si chiama Silvio e la sua specialità è la pizza marinara fatta sempre con i pomodorini freschi invece che con la salsa.

Nel lato interno del ristorante si trova la pizzeria, la classica tavernetta caprese con il pentolame di rame a vista, quello originale utilizzato un tempo da Gemma e da suo marito Raffaele in cucina. Leggenda vuole che si trovi proprio qui il forno a legna più antico dell’isola (ha circa 600 anni), utilizzato un tempo per la preparazione del pane.

Le Grottelle, Capri

Nelle immediate vicinanze dell’Arco Naturale – un singolare fenomeno di erosione della roccia – si trova invece il ristorante – pizzeria Grottelle. Qui fuori stagione fanno la pizza solo nei weekend, in estate sempre. Il pizzaiolo si chiama Gregorio e le più richieste sono soprattutto le “classiche”. Dal forno a legna escono anche delle ottime focacce al rosmarino, servite ai clienti spesso al posto del pane. Le Grottelle è la sosta ideale prima di intraprendere la passeggiata del Pizzolungo che consente di ammirare la Grotta Matermania, la Villa Malaparte, lo Scoglio del Monacone e i Faraglioni, sino ad arrivare a Punta Tragara. Ricavato da alcune grotte scavate nella roccia, accoglie gli ospiti nelle fresche sere d’estate nella bellissima terrazza panoramica che gode di una vista unica su Punta Campanella, la Costa Amalfitana, le Isole de Li Galli.

Lo Zodiaco è un bel ristorante di pesce, a due metri dalle barche in secco sul molo, ed è anche pizzeria. Sono sempre aperti e Peppe, il pizzaiolo acrobatico, è conosciuto anche per lo «sfilatino», una sorta di baguette con pasta pizza ripieno di mozzarella, ricotta e prosciutto cotto oppure ripieno con salsicce e friarielli.

Villa Verde, Capri

A Villa Verde la pizza modaiola. A pochi metri dalla piazzetta di Capri, il ristorante di Francolino Lembo, uno dei locali trendy dell’isola, dove puoi incontrare Mariah Carey. Sul sito web la photo gallery con centinaia di personaggi celebri. Bella cantina, ottime specialità di pesce. Il pizzaiolo si chiama Giuseppe, tanti anni al Trianon di Napoli; pizza sette giorni su sette, sia a pranzo che a cena. Qui la pizza della casa si chiama, manco a dirlo «caprese», con basilico, mozzarella e pomodori a crudo.

La pizza dell’Aumm Aumm

Chiudiamo il nostro giro ad Anacapri, all’Aumm Aumm, classica pizzeria con forno a legna, molto giovanile e un po’ caciarona. Il menu propone alcuni piatti tipici della cucina locale preparati solo con prodotti freschi di qualità. Le pizze più richieste sono quelle “green”, più leggere e vegetariane, come quella al pesto; con crema di carciofi oppure di asparagi. Il pizzaiolo si chiama Umberto e prepara ogni sera anche gustosi saltimbocca: piccoli ripieni preparati con la pasta della pizza farciti con carne o verdure, oppure con la parmigiana di melanzane. Aperto solo la sera, fino a notte inoltrata.

Lettura consigliata
Antonio Mattozzi, Una storia napoletana
Pizzerie e pizzaioli tra Sette e Ottocento

Slow Food Editore
Euro 14,50

Gli indirizzi

DA GIORGIO
Via Roma, 34
Tel 081 8375777 – Fax 081 8370898
www.dagiorgiocapri.com
info@dagiorgiocapri.com

AURORA
Via Fuorlovado, 18-22
Tel. 081 8370181
Fax 081 8376533
aurora@capri.it
www.auroracapri.com

DA GEMMA
Via Madre Serafina 6
Tel 081 837 0461
www.dagemma.it

LE GROTTELLE
Via Arco Naturale
Tel. 081 8375719
grottellecapri@aruba.it

LO ZODIACO
Marina Grande
Piazzetta Angelo Ferraro
081 8376332

VILLA VERDE
Vico Sella Orta, 6
Tel. 081.837.7024
www.villaverde-capri.com
info@villaverde-capri.com

Da Capri Review, 2010

AUMM AUMM
Via Caprile, 18
Anacapri
Tel. 081 8373000
www.aummaumm.com

Guarda su Google Maps

10 Commenti a “Guida golosa: pizza e pizzerie di Capri, storie e indirizzi”

  1. giancarlo maffi scrive:

    non voglio offendere nessuno ma la pizza del’aurora, lato pasta, non mi piace per nulla. sembra veramente fatta apposta per quel vip-jet-pirla-set milanese che assolutamente non capisce nulla di cibo. cornicione zero. e sembra rinsecchita, alta un millimetro e pure bruciata. de gustibus. alla faccia del benvenuto :-((

    • Paola scrive:

      La chiamerei all’acqua pazza,pazza come la gente che prende una crosta cosi anziche’ una succulenta pizza napoletana..

    • Gino scrive:

      A me mi basta guardare le foto per girare alla larga !!!!!!!

  2. federica scrive:

    ma queste sono semplicemente schede indicizzate , quindi senza valore aggiunto per la qualità dei prodotti .Uguale turismo in Campania!!

  3. Marco scrive:

    Scusate, ma a quando risale questo articolo?!?! Da Gemma non esiste più …. Potreste quantomeno aggiornarvi, no?

  4. Giacomino scrive:

    Concordo con gli amici che hanno commentato prima di me.
    La pasta della pizza all’acqua lascia molto a desiderare per chi ha provato la vera pizza napoletana, magari un americanone fashion può anche rimanerne entusiasta però… resta comunque un crakers con pomodoro.
    Sono piuttosto rimasto deluso dalla pizza dello Zodiaco, la location di Marina Grande al tramonto è incantevole, lo spettacolo del pizzaiolo acrobatico è carino (forse un po troppo americano… con i Gipsy King di sottofondo) però io volevo MANGIARE la pizza, non guardare. L’ho trovata gommosa ed insapore, cotta male e con pessimo pomodoro.
    La sera successiva, su consiglio del portiere del mio albergo, siamo stati all’Approdo, proprio li accanto, sempre sul porticciolo di Marina Grande. Altro discorso. Pizza ottima, cotta a puntino, con tanta gustosa mozzarella e profumatissimo basilico… PERFETTA!!!!! Da segnalare inoltre i crudi di pesce, freschi e fatti a regola d’arte. Complimenti Approdo-