Guida Ristoranti Espresso 2012. I migliori in Italia, chi sale e chi scende

Letture: 209


Presentata a Firenze la Guida Ristoranti Espresso 2012. Non sono poche le novità. Vediamo

CHI SALE…
La Pergola del Rome Cavalieri da 19 a 19,5/20
Piazza Duomo di Alba da 18,5 a 19/20
Il Canto de La Certosa di Maggiano di Siena da 18 a 18,5/20
Osteria del Povero Diavolo di Torriana da 17 a 18/20
Trussardi Alla Scala di Milano da 17,5 a 18/20
Antica Corona Reale di Cervere da 17,5 a 18/20
Madonnina del Pescatore di Senigallia da 17,5 a 18/20
La Peca di Lonigo da 17,5 a 18/20
Agli Amici di Godia . Udine da 16,5 a 17,5/20
L’Accanto del Grand Hotel Angiolieri di Vico Equense da 17 a 17,5/20
Quattro Passi di Nerano da 17 a 17,5/20
Il Pellicano di Porto Ercole da 17 a 17,5/20


…CHI SCENDE
Caino di Montemerano da 17,5 a 17/20
Relais Blù di Nerano da 17 a 16/20
Alle Antiche Contrade di Cuneo da 17 a 15/20
Al Sorriso di Soriso da 16,5 a 16/20
Schöneck di Falzes da 16,5 a 16/20
Già Sotto l’Arco di Carovigno da 16,5 a 16/20
Ambasciata di Quistello da 16 a 15/20
Dolada di Pieve d’Alpago da 16 a 15,5/20
Magnolia di Cesenatico da 16 a 15,5/20
Lio Pellegrini di Bergamo da 16 a 15,5/20
La Gazza Ladra di Modica da 16 a 15,5/20

Tre Cappelli
19,75
Osteria La Francescana Modena

19,5
Hotel Rome Cavalieri – La Pergola Roma
Le Calandre Rubano (PD)
Vissani Baschi (TR)

19
Piazza Duomo Alba (CN)
Uliassi Senigallia (AN)

18,5
Combal.Zero Rivoli (TO)
Cracco Milano
Dal Pescatore Canneto sull’Oglio (MN)
Enoteca Pinchiorri Firenze
Hotel Certosa di Maggiano – Il Canto Siena
Reale Castel di Sangro (AQ)
Villa Crespi Orta San Giulio (NO)


18
Antica Corona Reale – Da Renzo Cervere (CN)
Duomo Ragusa
La Madia Licata (AG)
La Peca Lonigo (VI)
Madonnina del Pescatore Senigallia (AN)
Osteria del Povero Diavolo Torriana (RN)
Torre del Saracino Vico Equense (NA)
Trussardi alla Scala
Il Ristorante Milano

Due Cappelli
17,5
Agli Amici Udine
All’Enoteca Canale (CN)
Grand Hotel Angiolieri
L’Accanto Vico Equense (NA)
Hotel Rosa Alpina – St. Hubertus Badia – Abtei (BZ)
Il Luogo di Aimo e Nadia Milano
Il Pellicano Porto Ercole (GR)
Miramonti l’altro Concesio (BS)
Perbellini Isola Rizza (VR)
Quattro Passi Massa Lubrense (NA)


17
Antica Osteria del Teatro Piacenza
Arco Antico Savona
Bracali Massa Marittima (GR)
Caino Montemerano (GR)
Colline Ciociare Acuto (FR)
Da Vittorio Brusaporto (BG)
Dolce Stil Novo alla Reggia Venaria Reale (TO)
Don Alfonso 1890 Sant’Agata sui Due Golfi (NA)
Gran Caffè & Ristorante Quadri Venezia
Hotel Devero Enrico Bartolini
Cavenago di Brianza (MB)
Hotel Manzi Terme
Il Mosaico Ischia (NA)
Il Boscareto Resort
La Rei Serralunga d’Alba (CN)
Il Pagliaccio Roma
Ilario Vinciguerra Restaurant Gallarate (VA)
La Caravella Amalfi (SA)
Laite Sappada (BL)
Locanda nel Borgo Antico Barolo (CN)
Lorenzo Forte dei Marmi (LU)
Paolo e Barbara San Remo (IM)
Relais San Maurizio
Guido da Costigliole Santo Stefano Belbo (CN)
San Domenico Imola (BO)
Taverna del Capitano Massa Lubrense (NA)
Taverna Estia Brusciano (NA)


16,5
Antica Osteria Cera Campagna Lupia (VE)
Antonello Colonna Roma
I Migliori I Ristoranti d’Italia 2012 19
Arnolfo Colle di Val d’Elsa (SI)
Casa Vicina – Guido per Eataly Torino
D’O – La Tradizione in Cucina Cornaredo (MI)
Enoteca Le Case Macerata (MC)
Gambero Calvisano (BS)
Grand Hotel Villa Serbelloni
Mistral Bellagio (CO)
Guido Bra (CN)
Hotel Four Seasons Il Palagio Firenze
Il Convivio Troiani Roma
Il Rigoletto Reggiolo (RE)
Joia Milano
La Trota Rivodutri (RI)
Locanda Don Serafino Ragusa
Mont Blanc Hotel Village
La Cassolette La Salle (AO)
Oasis Antichi Sapori Vallesaccarda (AV)
Osteria di Via Solata Bergamo
Piccolo Lago Verbania (VB)
Pineta Bibbona (LI)
Romano Viareggio (LU)
San Domenico Palace Hotel
Principe Cerami Taormina (ME)
Symposium Quattro Stagioni Serrungarina (PU)
Villa Feltrinelli Gargnano (BS)
Villa Fiordaliso Gardone Riviera (BS)
Zur Rose Appiano sulla Strada del Vino
Eppan a. d. Weinstrafle (BZ)

I RISTORANTI D’ITALIA DE L’ESPRESSO 2012
34° edizione
• Sono 21 i ristoranti con “tre cappelli”.
• Al vertice si conferma La Francescana di Massimo Bottura con 19,75/20.
• La Lombardia è prima fra le regioni come numero di tavole di qualità, ma guadagnano
posizioni Piemonte e Campania, ancora in crescita.
• Le più significative variazioni di punteggio.
• Chi sale…chi scende.
• “Un anno travagliato, un anno di transizione per la ristorazione italiana, con poche novità, molte conferme, qualche dolorosa chiusura. Ma la ‘nuova cucina italiana’ è vitale, aperta, moderna”dice Enzo Vizzari, Direttore de Le Guide de L’Espresso.
• Il decalogo della “nuova cucina italiana”
• I premi speciali.
• La Guida, in libreria, in edicola, su iPhone.
• Sono 21 i ristoranti al vertice
Ottengono “3 cappelli”, cioè un punteggio “riferito alla cucina” compreso fra 18/20 e 19,75/20, 21 ristoranti, cinque in più rispetto all’anno scorso. Primo si conferma La Francescana di Massimo Bottura, di Modena, con 19,75/20. A 19,5/20, con i confermati Vissani di Baschi e Le Calandre di Sarmeola di Rubano, sale la Pergola del Rome Cavalieri di Heinz Beck. A 19/20 accanto a Uliassi di Senigallia, sale Piazza Duomo di Alba, chef Enrico Crippa, “ Premio Tenimenti Angelini per il Pranzo dell’ Anno”.

Tutti confermati a 18,5/20 Combal.Zero di Rivoli Torinese, Cracco di Milano, Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio, Enoteca Pinchiorri di Firenze, Reale di Castel di Sangro e Villa Crespi di Orta San Giulio.
A questi si aggiunge, anch’esso con 18,5/20, il Canto dell’ Hotel Certosa di Maggiano, a Siena. Cinque nuovi ingressi a 18/20: ottengono per la prima volta “tre cappelli” Antica Corona Reale di Cervere, Madonnina del Pescatore di Senigallia, La Peca di Lonigo, Osteria del Povero Diavolo di Torriana, Trussardi alla Scala di Milano, che raggiungono La Madia di Licata, Duomo di Ragusa, e Torre del Saracino di Vico Equense.
• Sono 58 (quattro in meno rispetto l’edizione precedente) i locali con “2 cappelli”, cioè con punteggio compreso fra 16,5 e 17,5/20; 232 (dieci in più) quelli con “un cappello”, con punteggio fra 15/20 e 16/20.
• Fra le regioni, la Lombardia è ancora prima come numero di tavole di qualità (ovvero con almeno “un cappello”) con 49 (due in meno), mentre si confermano in crescita il Piemonte con 34 e la Campania con 30. Seguono, praticamente affiancate, l’ Emilia Romagna e il Lazio e, più staccate, Toscana e Veneto.
• Fra le variazioni di punteggio più significative, spiccano il 19,5/20 attribuito alla Pergola di Heinz Beck; il 19/20 di Piazza Duomo di Alba (che due anni fa era a 17,5/20); il 18/20 dell’ Osteria del Povero Diavolo (Giorgio Parini “Giovane dell’ Anno” nella Guida dell’anno scorso) che solo due anni fa era a 16/20; il 17,5/20 de Agli Amici di Godia (16,5/20 l’anno scorso). Forse “fanno meno notizia”, ma confermano le tendenze già rilevate le costanti progressioni di locali come il Pellicano di Porto Ercole, l’Accanto dell’Hotel Angiolieri di Vico Equense, Taverna Estia di Brusciano , Arco Antico di Savona, La Rei del Boscareto Resort di Serralunga d’Alba, il Palagio dl Four Seasons di Firenze.







8 commenti

  • giuseppe

    (6 ottobre 2011 - 19:19)

    Eppure pensavo salisse anche la Locanda Severino…

  • Gabriele

    (7 ottobre 2011 - 11:56)

    Non capisco il 17/20 a Laite, una cucina incredibile, un posto stupendo, una cantina fantastica il tutto ad un prezzo umano, secondo me fra i primi dieci ristoranti in Italia.

  • giuseppe

    (7 ottobre 2011 - 12:38)

    valutazioni, punteggi, recensioni che faccio fatica a capire. Cucine fantastiche, posti incantevoli accoglienze da favole non vengono nemmeno citate, devi saper fare il ruffiano o devi essere simpatico? ma…………………

    • Antonio Scuteri

      (7 ottobre 2011 - 13:38)

      Qualche esempio Giuseppe? E’ sempre un piacere andare a mangiare in posti lontani dai soliti giri :-)

  • Umberto Gambino

    (7 ottobre 2011 - 14:28)

    Complimenti a Roberto Ceraudo e a tutto il suo staff per la costante ascesa del ristorante Dattilo. Valutazione strameritata!

  • giuseppe

    (7 ottobre 2011 - 18:39)

    Caro Scuteri ci sono tanti posti che non vengono citati e che sono superiori a molti che vengono citati. Il bello e scoprirli…

    • Antonio Scuteri

      (7 ottobre 2011 - 19:08)

      Beh, se chi li conosce se li tiene per sè come si fa a scoprirli? Con la sfera di cristallo? :-D
      Su, sii generoso, almeno uno diccelo

      • giuseppe

        (8 ottobre 2011 - 11:25)

        Divina commedia a Giffoni Valle Piana, hostaria San Lorenzo a Eboli, a Pastum vi sono un paio di belle realtà anche nell’avellinese.

I commenti sono chiusi.