I dieci migliori Fiano di Avellino del Mangia&Bevi Mattino

Letture: 609
Pierpaolo Sirch e Francesco Domini
Pierpaolo Sirch e Francesco Domini

Il Fiano di Avellino docg
1-Pietracalda Fiano di Avellino 2014
Feudi di San Gregorio

Da diversi millesimi i bianchi dei Feudi sono come piacciono a noi: sapidi, secchi, minerali. Questo Pietracalda è forse il migliore di tutti i tempi, grazie ad una interpretazione puntuale e precisa di un’annata non facile. Siamo facili profeti nel prevedere una lunghissima evoluzione. E, lasta but not least, prezzo da affare.

www.feudi.it

2-Fiano di Avellino 2012
Guido Marsella

Annate diverse dovrebbero giocare in campionati diversi. Ma volendo fare una eccezione, magari per l’ultima volta, possiamo dire che la decisione di Guido Marsella di uscire dopo due anni dalla vendemmia è molto saggia. Siamo stati a lungo indecisi se metterlo al primo posto, per noi sta un pelo sotto per un fumé affascinante ma forse troppo coprente.

www.guidomarsella.com

3-Fiano di Avellino 2014

Tenuta Sarno 1860

Il primo anno vinificato nella piccola cantina ricavato dalla villa nel cuore di Avellino. Un vero gioiello enologico, ricco di premesse evolutive come tutti i millesimi che questa brava produttrice ha messo in campo insieme a Vincenzo Mercurio dal 2009 in poi. Da fare scorte su scorte.

www.sarno1860.it

4-Radici Fiano di Avellino 2014
Mastroberardino

Una interpretazione convincente del millesimo, che conferma soprattutto la grande affidabilità di questa storica azienda irpina. L’enologo Massimo Di Renzo ha a disposizione grande materia prima grazie alla bella vign adi San Michele di Serino. Il vino è fresco, non strillato, longevo.

www.mastroberardino.com

5-Fiano di Avellino 2013
Rocca del Principe

Bellissima esecuzione di questa piccola azienda di Lapio, che si conferma ai vertici della categoria. Anche in questo caso la coraggiosa decisione di aspettare un anno ha pagato in termini di qualità e soprattutto di ocmplessità del bicchiere. Anche in questo caso un Fiano da aspettare.

www.roccadelprincipe.it

6- Fiano di Avellino 2013

Ciro Picariello

Altro piccolo produttore che sin dalla prima annata, parliamo della 2004, ha deciso di uscire con un anno di ritardo. Questo millesimo è da attendere con calma in bottiglia, muove i suoi primi passi all’insegna della capacità di emozionare. Sicuramente un grande bianco da collezione.

www.ciropicariello.com

7- Alimata Fiano di Avellino 2013
Villa Raiano

La cantina di san Michele di Serino, con il supporto di Fortunato Sebastiano, ha impostato davvero un discorso molto serio sui cru. Dopo un giro per uno, adesso sono tutti allineati a un anno dall’uscita. Tra i due preferiamo stavolta l’Alimata grazie alla spinta fresca e alla grande energia che riesce a trasmettere.

www.villaraiano.com

8-Exultet Fiano di Avellino 2013
Quintodecimo

Il Fiano di Luigi Moio si distingue per eleganza e per il grande equilibrio tra legno e frutto. Un punto di accordo faticosamente raggiunto che riesce a dare grandi risultati. Si tratta di vini praticamente immortali e in continua evoluzione come dimostrano le verticali dei precedenti millesimi.

www.quintodecimo.it

9-Fiano di Avellino 2014
Masseria Murata

La famiglia Argenziano è da sempre legata ai bianchi. Nella cantina, proprio alle spalle dell’Abazia di Mercogliano, si producono un ottimo Coda di Volpe. Il Fiano ci semra particolarmente riuscito, preparato in modo semplice e tipico, rivela grande freschezza e complessità.

www.masseriamurata.com

10-Vigna della Congregazione Fiano di Avellino 2013

Villa Diamante

L’ultimo Fiano di Antoine, in linea con tutte le grandi edizioni che ci ha regalato dal 1997 ad eccezione della 2012. Ricco, complesso, minerale e fruttato, fresco e sapido, di buon corpo, dal finale lunghissimo. Un capolavoro che chi è riuscito ad averlo farà bene a conservare per almeno quattro, cinque anni.

Un commento

  • Alessandro Rinaldi

    (5 dicembre 2015 - 13:02)

    Buongiorno,

    una domanda : l’ordine dato ai vini corrisponde ad una eventuale classifica?

    Saluti
    Alessandro Rinaldi

I commenti sono chiusi.