Insolia 2012 Sicilia doc Principi di Butera Zonin

Letture: 185
Insolia Sicilia doc Principi di Butera

Uva: insolia
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Chi si occupa da un po’ di tempo di vino sa che questa splendida azienda della famiglia Zonin in provincia di Agrigento è stata una delle protagoniste della corsa verso la nuova frontiera siciliana della seconda metà degli anni ’90 quando si riteneva, non a torto, che l’Isola dovesse regalare grandi soddisfazioni. Nessuna delle grandi aziende voleva restare fuori.

Le cose non sono andate proprio così perché quella corsa, realizzata in un momento in cui trionfavano oak chips canforate e morbidezze zuccherine, ha impedito al territorio siciliano di esprimere la propria straordinaria biodiversità.

Le cose in campagna vanno valutate però sui tempi lunghi, c’è tempo per fare aggiustamenti e le sorprese in arrivo ogni anno dalla grande patria del vino italiano sono sempre più numerose e piacevoli.

Questo bianco è un segnale preciso di una positiva inversione di tendenza: il naso floreale esclude sentori tropicali della Belle Epoque lasciando magari spazio più alla frutta bianca e alla macchia mediterranea, in bocca ha un buon equilibrio verso la freschezza e la sapidità. Un vino sicuramente facile da leggere, ma ben deciso verso l’abbinabilità con il cibo e lo stare lontano dalla banalizzazione.

Un bicchiere che tra l’altro guadagna quando è meno freddo, non perde l’incisiva acidità agrumata in bocca e rilancia la zagara al naso.

Bella esecuzione, segnale di un’annata decisamente positiva per i bianchi italiani dopo la difficile 2011 dalla quale si sono salvate solo Etna e Irpinia.
Tra l’altro la materia prima unita al know how di Zonin è certamente in condizione di far raggiungere qualsiasi traguardo se ci si crede davvero.

Contrada Deliella  Butera (Caltanissetta)
Tel. 0934.347726
www.feudobutera.it