La ricetta tradizionale. Bubtella di San Prisco della Cantina del Vescovo

Letture: 134
La bubtella della Cantina del Vescovo, zuppetta di San Prisco

A Nocera Inferiore si festeggia in questi giorni la festa del santo patrono, San Prisco, primo vescovo della città. Ancora oggi nelle case si prepara questa ricetta tradizionale: una zuppetta di legumi freschi, chiamata in dialetto nocerino «bubtella», un vero inno alla primavera.

Il campanile di San Prisco in sughero di Ciro Califano, Cantina del Vescovo

Ingredienti per 4 persone:

-300 gr Fave fresche novelle sgusciate
-500 gr Piselli freschi novelli sgusciati
-500 gr Patate medie
-150 gr Pancetta
-200 gr Cipollotto Nocerino dop
-Origano nostrano q.b.
-Olio extravergine d’oliva q.b.
-Sale q.b.
-Pepe q.b.

Scaldare in un tegame l’olio con il cipollotto nocerino e la pancetta per farli ammorbidire, aggiungere poi il resto degli ingredienti  a crudo e coprire il tutto  con ¾ di acqua. Aggiustare di sale e pepe . Coprire  con un coperchio e lasciare cuocere a fuoco moderato per 45 minuti. Una volta che gli ingredienti saranno ben amalgamati e l’acqua si sarà assorbita, servire la zuppetta ben calda in un piatto da portata, aggiungendo un filo d’olio extravergine di oliva a crudo e del prezzemolo tritato fresco.

 Chef Rosario Califano, Cantina del Vescovo di Nocera Inferiore