Lagane e ceci, Lampe e Tuone

Letture: 310
Lagane e ceci Lampe e tuone

di Tommaso Esposito

Tutto un programma è il nome che la cucina popolare assegna a questo piatto.
Lampe e tuone, ma non è così con i ciceri che diventano quasi una crema.
E’ di magro e saporita.
Ve la consiglio.
Ah mi raccomando: niente pasta ‘mmescata.
Tagliarelle di semola da trafila di bronzo e lenta essiccatura. Artigianali. Le lagane antiche.
Pasta di Gragnano o di Napoli.
Un po’ per richiamare gli oraziani ciceri e tria.

Tagliarelle di semola di grano duro artigianali

Queste che ho scelto per la mia ricetta le ho trovate per caso nella bottega sotto casa mia.
Pappardelle in etichetta.
Perfette. Lavorate apposta a mano per essere lagane fra i ceci.
Del Pastificio Pagano di Boscoreale.
Piccoli pastai, di nicchia, che, sento dire, stanno per spiccare il volo.


Tagliarelle pappardelle Pastai Pagano

Ingredienti per 4 persone

Ceci di Cicerale lessati  gr 400
Pomodori del piennolo o di collina 6
Olio extravergine di oliva dl 1
Tagliarelle di semola 270 gr
Aglio spicchi 2
Sale, pepe, prezzemolo q.b

Procedimento

Lessare i ceci lasciati per una notte in ammollo.
Unirvi l’aglio, l’olio, il prezzemolo e i pomodorini.
Riprendere e continuare la cottura
I ceci saranno in parte disfatti e formeranno quasi una crema.
Lessare a parte in acqua poco salata fino a tre quarti di cottura le tagliarelle grossolanamente spezzettate.
Unirle ai ceci e portare a cottura finale aggiungendo se necessario un po’ di acqua di bollitura.
Io preferisco così perché amo la pasta trafilata in bronzo e a lenta essiccatura che rilascia molto amido. Una cottura diretta nei ceci darebbe una minestra troppo collosa per i miei gusti.
Aggiustare di sale e di pepe.
Lasciare riposare.
Servire con un filo d’olio ancora e il prezzemolo fresco.
Santa Barbara!

Lampe e tuone

4 commenti

  • milady

    (3 febbraio 2012 - 15:37)

    e ch’e lagane fatte fresche in casa, con la semola, tirate a mano, quelle che regalano quella bella cremosità al tutto…vulimm dicere?

  • rita

    (3 febbraio 2012 - 15:57)

    Un piatto da re buonissimo .

  • gaetano

    (3 febbraio 2012 - 16:37)

    un sapore antico, anche per noi in calabria, con la sola aggiunta del finocchietto selvaggio.

  • Armando

    (25 febbraio 2012 - 15:29)

    provate….nulla di eccezionale!!!

I commenti sono chiusi.