Le ricette cult | le zucchine alla scapece della Mattonella

15/7/2017 866

 

L’origine etimologica pare derivare dal latino Escha Apicii, e cioè salsa di Apicio, in realtà, essa proviene dallo spagnolo escabeche, con cui ormai in diverse parti del mondo ci si riferisce al processo di marinatura nell’aceto. Alcuni studiosi affermano infatti, che  il termine derivi dall’arabo As-sikbāj che indicava una preparazione molto apprezzata di quella cucina che seguiva una procedura abbastanza simile alla scapece, ma solitamente utilizzata per le carni bollite e che sarebbe pervenuta a noi attraverso lo spagnolo escabeche. Nella gastronomia iberica, infatti, compaiono molte preparazioni di escabeche: Patatas en escabeche con tenca (tinca) a la cacerena (alla maniera di Caceres), Escabeche de berenjenas (melanzane) con hinojo (finocchio), Perdices (pernici) escabechadas. Può considerarsi una specie di scapece il siviero di  Ippolito Cavalcanti (Capetone in siviero, Puorco sarvateco (cinghiale) ‘nseviero). Fonte S.E

Ricetta raccolta da Giulia Cannada Bartoli

Osteria La Mattonella

Via Nicotera 13
Tel.081.41.65.41 – maxmarangio@hotmail.it
Aperti tutti i giorni, pranzo e cena ( 12,30 – 15,00; 19,00 – 23,00.)
Chiuso: domenica sera
Ferie: due settimane centrali in agosto

Zucchine alla scapece della Mattonella

Ricetta di Luciano Pignataro

  • 8 oreTempo di preparazione
  • 10 minutiTempo di cottura
  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 4 persone

  • 500 gr. di zucchine medie
  • Menta fresca q.b.
  • Olio d’oliva per friggere
  • Aceto q.b.
  • sale q.b.
  • aglio fresco italiano 2 spicchi

Preparazione

Lavate, mondate ed asciugate bene le zucchine; tagliatele quindi a fette tonde e fini,
Friggete in abbondante olio, lasciate asciugare leggermente su carta da fritti.
Preparate a parte un’emulsione di aceto, sale, aglio a pezzetti e foglioline di menta fresca. Immergete le zucchine nella salsa e lasciate macerare a temperatura ambiente, anche per una notte; servite alla stessa temperatura.

4 commenti

    enrico biondi

    (22 novembre 2011 - 17:21)

    Ho scoperto questa trattoria grazie alla tua recensione di qualche tempo fà. Da allora ci sono stato molte volte e devo riconoscere che ci hai veramente azzeccato. Ottime le zucchine alla scapece. E grazie per il “dotto” studio sull’etimologia della parola. Io pensavo si trattasse di tale sig. Scapece, probabilmente cuoco.

    renato

    (22 novembre 2011 - 18:27)

    apprezzo molto la specifica sull’aglio italiano:è sempre il dettaglio a fare la differenza.

    franco russo

    (23 novembre 2011 - 09:40)

    Ottime le zucchine della Mattonella. Raccomando vivamente anche pasta e ceci. Superlativa!!!!

    anonomo

    (30 gennaio 2012 - 21:42)

    la genovese è superlativa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *