Leggiadro Vino Spumante Negroamaro Salento Igp Brut Rosé 2013 Metodo Classico Vincitore a Radici del Sud 2016 – Produttori Vini di Manduria

Letture: 479
Leggiadro Brut Rose Metodo Classico Millesimato 2013 Salento Negroamaro Igp Produttori Vini Manduria
Leggiadro Brut Rose Metodo Classico Millesimato 2013 Salento Negroamaro Igp Produttori Vini Manduria

di Enrico Malgi

La novità di quest’anno 2016 a Radici del Sud è stata quella di inserire per la prima volta nel novero dei vini partecipanti lo spumante bianco e rosato prodotto con vitigni autoctoni meridionali. E tra i vincitori nella categoria rosè troviamo l’etichetta Leggiadro Vino Spumante Brut Rosè Metodo Classico Millesimato 2013 Negroamaro Salento Igp, dell’azienda Produttori Vini di Manduria premiata col primo posto assoluto da parte della giuria dei Buyers e con la seconda piazza ex aequo da quella dei Giornalisti.

Controetichetta Leggiadro Brut Rose Metodo Classico Millesimato 2013 Negroamaro Salento Igp Produttori Vini Manduria
Controetichetta Leggiadro Brut Rose Metodo Classico Millesimato 2013 Negroamaro Salento Igp Produttori Vini Manduria

L’azienda Produttori Vini di Manduria è una Cantina Sociale fondata nel 1932 che può contare su quattrocento soci e novecento ettari vitati e produce ogni anno molte migliaia di bottiglie, per lo più con la storica varietà locale del primitivo. Il Consorzio, poi, si dimostra sempre attento alle tematiche sociali promuovendo e partecipando ad importanti eventi territoriali. Tra l’altro ha dato luogo alla creazione del Museo della Civiltà del Vino Primitivo, allestito nelle antiche cisterne ipogee della Cantina.

Il Leggiadro Brut 2013, prodotto con negroamaro in purezza, ha sostato per due anni sui lieviti prima della sboccatura. Il tasso alcolico è di dodici gradi e mezzo. Il prezzo finale della bottiglia è di appena tredici euro.

Il colore è connotato da un rosa tenue e delicato. Il perlage è fine, elegante e persistente. Il bouquet è intrigante per lo stuzzicante appeal ricco di profumi del sottobosco, di amarena, di bergamotto, di rabarbaro, di glicine e di crosta di pane. In bocca il vino sa esprimere fragranza e voluttà, freschezza e cremosità, sapidità e morbidezza e poi è connotato da un gusto secco e brioso. Finale leggermente amarognolo, ma piacevole. Spumante sfizioso da preferire come aperitivo e/o su antipasti, piatti di pesce, molluschi, carne bianca e verdure. Prosit!

 

Sede a Manduria (Ta) – Via Fabio Massimo, 19

Tel. 099 9735332 – 099 9738840 – Fax 099 9701021

info@cpvini.comwww.cpvini.com

Enologo: Leonardo Pinto

Ettari vitati: 900 – Bottiglie prodotte: molte migliaia

Vitigni: primitivo, negroamaro, malvasia nera e bianca, fiano e verdeca

 

Un commento

  • Anna

    (2 luglio 2016 - 19:35)

    grazie !
    AG

I commenti sono chiusi.