Lutroc 2007 Salento igt | Voto: 84/100

Letture: 154
Azienda Sanchirico

AGRICOLA SANCHIRICO

Uva: negroamaro
Fascia di pezzo: da 7 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

VISTA 5/5 – NASO 24/30 – PALATO 25/30 – NON OMOLOGAZIONE 30/35

Ed ecco l’ennesima azienda vitivinicola pugliese contrassegnata da una connotazione storica è quella di Sanchirico di Salice Salentino (LE), nel Salento appunto. La denominazione identifica un’antica masseria acquistata da Vincenzo De Marco nel 1908 e che è posta al centro di una vasta tenuta agricola di 120 ettari, proprio nel cuore di una delle zone viticole più vocate del Mediterraneo.

Da un documento conservato nell’archivio di Stato di Taranto, si evince che nel feudo di Fragagnano un certo Francesco Dell’Antoglietta già produceva vino nel lontano 1560! Gianluca Dell’Antoglietta, discendente diretto di Francesco e pronipote da parte di madre di Vincenzo De Marco, dopo aver maturato esperienze formative e professionali in altre aziende settoriali, ha sentito il richiamo della storia e della tradizione familiare e così nel 2006 ha raccolto il testimone dai suoi genitori, divenendo di fatto l’artefice principale di questa azienda. E giusto a distanza di un secolo dall’acquisizione, nel 2008 Sanchirico si è dotata anche di una nuova e funzionale cantina. Per adesso, in attesa di produrre presto altre tipologie di vini, vengono proposte soltanto due etichette, entrambe col Negroamaro: il Lutroc rosso e lo Zimara rosato.

Azienda Sanchirico

Il Lutroc 2007, che è il nome attribuito al capostipite della famiglia Dell’Antoglietta vissuto nel IX secolo d.C. (ecco un’altra, emblematica e remota connotazione storica!), ha effettuato la macerazione sulle bucce per venticinque giorni in serbatoi di acciaio, con successiva fermentazione malolattica. Il vino ha poi trascorso altri dodici mesi per l’affinamento negli stessi contenitori ed ulteriori dodici mesi in bottiglia per l’elevazione. La gradazione alcolica si è stabilizzata a 13,5° C.

Azienda Sanchirico

Il colore è un canonico rosso carico, con sfumature violacee, segno che il vino è ancora in fase ascendente, nonostante siano trascorsi quattro anni e mezzo circa dalla vendemmia. Il bouquet è ampio e variegato e mescola note di frutta rossa matura, come le ciliegie e le prugne, a sentori floreali e speziati che allargano le narici. In bocca si espande una polpa succosa, invadente, calibrata e vigorosa che seduce le papille. Il tessuto fruttato è ricco e avvolgente e la tonalità tannica è gradevolmente registrata nel limite dovuto. Il finale è lungo e persistente. Per un perfetto abbinamento suggerisco  troccoli pugliesi con cime di rapa e salsiccia, spiedini di agnello e pecorino locale. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Salice Salentino – S.P. 255 Km 2,5 – Tel e Fax: 0832 245922 – info@sanchirico.net – www.sanchirico.net – Ettari di proprietà: 120 – Enologo: Gianluca Dell’Antoglietta – Bottiglie prodotte: 15.000 – Vitigno: Negroamaro.