Mentelocale a Fragneto Monforte, dove il viscerale attaccamento alla propria terra si fonde con i sapori

20/5/2017 4.2 MILA
Mentelocale, ingresso
Mentelocale, ingresso

di Tiziano Terracciano

Pietro, nonostante abbia assistito alla partenza di tanti compaesani per questioni di lavoro, ha deciso di restare nella sua terra e di tramutarne il suo viscerale attaccamento non solo in lavoro ma anche in valorizzazione dei suoi frutti.

Mentelocale, paesaggio
Mentelocale, paesaggio
Mentelocale, paesaggio
Mentelocale, paesaggio

Pietro è una persona che ama interloquire con i suoi ospiti, ed è allo stesso tempo curioso e pronto a soddisfare le curiosità altrui: scopriamo dunque che circa 4 anni fa ha deciso di trasformare una vecchia cantina situata a pochi passi dal castello ducale nel centro storico di Fragneto Monforte (un piccolo borgo rurale di circa 1800 anime nell’alto beneventano famoso per il raduno delle mongolfiere che si tiene ogni anno nei primi 15 giorni di ottobre e per essere stato sul percorso del regio tratturo Pescasseroli-Candela) in un grazioso localino in pietra antica arredato con materiali di recupero.

Mentelocale, sala
Mentelocale, sala
Mentelocale, angolo bar
Mentelocale, angolo bar
Mentelocale, particolare
Mentelocale, particolare
Mentelocale, seggiolone antico
Mentelocale, seggiolone antico

Al suo interno vengono serviti piatti che variano con le stagioni con la maggioranza degli ingredienti provenienti dal territorio circostante dando spazio a quei prodotti della terra coltivati in modo biologico da quando il termine “biologico” ancora doveva essere coniato per identificarli, così come le carni vengono selezionate con provenienze solo da allevamenti del Sannio. Nell’antipasto spiccano soprattutto le verdure con i loro sapori autentici: fagioli e scarole con salsiccia al finocchietto; fungo ripieno; parmigiana di melanzane; frittata di cipolle, insalatina di farro, bruschettina con cime di rapa e qualche salume e formaggio locale.

Mentelocale, scarole e fagioli con salsiccia al finocchietto
Mentelocale, scarole e fagioli con salsiccia al finocchietto
Mentelocale, antipasto
Mentelocale, antipasto

Per primo ci facciamo preparare degli scialatielli artigianali con degli stupendi funghi porcini che Pietro stesso va a raccogliere.

Mentelocale, scialatielli ai funghi porcini
Mentelocale, scialatielli ai funghi porcini

Per secondo prendiamo la grigliata mista con agnello e maiale paesano, carni che anche non avendo un eccesso di grasso restano tenere e succose dopo la cottura alla brace e soprattutto rilasciano un profumo e dei sapori eccezionali.

Mentelocale, grigliata
Mentelocale, grigliata

La bontà del km0 non tende a diminuire neppure nei contorni con una croccante e buonissima insalata e con delle patate al forno che sono un qualcosa di eccezionale per consistenza, sapore e profumo.

Mentelocale, patate al forno
Mentelocale, patate al forno

Il pane cotto a legna è sempre di produzione locale.

Mentelocale, pane
Mentelocale, pane

Buono il rosso della casa e abbastanza fornita la cantina e l’angolo bar. Il locale apre solo di sera tranne i festivi in cui è aperto anche a pranzo.

Mentelocale – Ristorante
Via Ripa,5 – 82020 Fragneto Monforte (BN)
Tel. 0824 98 18 22
Cell. 331 264 82 75
http://www.mentelocale.info/

Un commento

    Marco Galetti

    (20 maggio 2017 - 12:00)

    Per continuare a vivere i borghi rurali, i paesini un po’ isolati, le frazione montane, hanno bisogno di persone che si mettano in gioco per salvare capra e cavoli, se stessi e le loro origini, inutile abbandonarli pensando di tornarci da anziani per godersi una pensione che è costata una vita altrove…facciamo mente locale.
    Bel post, bellissimo il nome del posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *