Napoli, la salsiccia velata, ricetta profana dell’Osteria La Chitarra

Letture: 268
la salsiccia velata del priore

Ingredienti per 4 persone

4 belle salsicce  a punta di coltello

1 fascio di friarielli

4 fette di provola affumicata appassita,

1 spicchio d’aglio

4 cucchiai olio extravergine d’oliva

peperoncino piccante q.b.

sale q.b.

Procedimento

In una padella soffriggiamo  olio extravergine e lo  spicchio d’aglio ben tritato avendo cura di non farlo brunire, aggiungiamo i friarielli mondati e lavati con un pizzico di peperoncino e sale. Copriamo  e lasciamo cuocere a fiamma media avendo cura, man mano che la verdura appassisce,  di rigirarla per dare omogeneità alla cottura; intanto, tagliamo le salsicce a metà avendo cura di non farle staccare, adagiamole aperte in una spaziosa padella, con un filo d’olio e,  a fiamma lenta,  avviamo la cottura;  nel frattempo i friarielli si saranno cotti,  stendiamoli sulle  salsicce e copriamo ogni salsiccia con la fetta di provola; copriamo e lasciamo cuocere  fino a che la provola  sia fusa in maniera da coprire la salsiccia a mò di velo.Questo piatto è stato ideato da Peppe Maiorano, titolare dell’osteria La Chitarra, con una vena profana, s’ispira infatti al famoso”Cristo velato” di G. Sammartino,

Il Cristo velato

una scultura che lascia il segno per il suo eccezionale realismo, commissionata dal Principe Raimondo Sansevero di Sangro per la cappella di famiglia.

Ricetta raccolta da Giulia Cannada Bartoli

Osteria La Chitarra
Rampe San Giovanni Maggiore 1/bis
Tel. 081 552 91 03
Aperto da ottobre a giugno  dal lunedì al sabato a pranzo e cena 12,00 – 15, 30/ 19,00 23,30.
Da luglio a settembre aperto solo a cena
Chiuso  la domenica. Da luglio anche il sabato  a pranzo
Carte di credito e bancomat: si
Ferie: due settimane in agosto

2 commenti

  • La nipote di zia Betta

    (17 novembre 2011 - 12:45)

    Profanare per profanare: tra l’opera velata del Sammartino e l’opera velata dell’Osteria La Chitarra sarei capace anche di scegliere quest’ultima. Chiedo perdono.

  • franco russo

    (18 novembre 2011 - 09:57)

    Totalmente d’accordo. E chiedo perdono anch’io

I commenti sono chiusi.