Panino alla parmigiana di melanzane dello Stuzzichino

Letture: 213
Panino alla parmigiana di melanzane

di Mimmo Di Gregorio, Lo Stuzzichino di Sant’Agata sui Due Golfi

La parmigiana di melanzane si può definire uno dei piatti cult dell’estate. Spesso diventa la farcia prediletta per un panino da godere sulla spiaggia, durante i pic nic all’aperto o semplicemente sul balcone di casa di sera al chiar di luna. Noi allo Stuzzichino la prepariamo con le melanzane cime di viola, ne occorre 1 k per circa 4 persone.

Per la salsa 1/2 kg di pomodorini del piennolo del Vesuvio e 1/2 kg. di pomodorini.

Ancora 1/2 kg di fior di latte di Agerola tagliato a dadini grossolanamente, 50 gr. di parmigiano reggiano e 2 foglioline di basilico fresco.

Procedimento per la parmigiana
Lavare ed asciugare le melanzane e tagliarle a fette per il lungo. Friggere le fette in abbondante olio di semi di arachidi. Farle dorare, ma non scurire. Asciugare velocemente le fette con carta assorbente.
Preparare la salsa facendo soffriggere leggermente uno spicchio di aglio in olio extravergine di oliva. Eliminarlo dall’olio e versarvi i pomodorini lasciandoli sfrigolare per 3 – 4 minuti.
A questo punto versare nel tegame anche la passata di pomodoro, lasciare cuocere per 5 minuti e salare. Cospargere il fondo di una teglia con della salsa di pomodorini e poi disporvi le fette di melanzane. Su di queste disporre il fior di latte a cubetti, una spolverata di parmigiano ed un altro po’ di salsa di pomodorini.
Ripetere l’operazione componendo tre strati alternati di salsa, melanzane e fior di latte. Infornare la parmigiana in forno preriscaldato a 180° per ½ ora. Una volta pronta, tirarla fuori dal forno, disporre in superficie le foglie di basilico fresco e lasciare raffreddare.

Tagliare una bella fettona con la quale farcire il panuzziello che è una sorta di stadio medio tra il pane pizza e il pane cotto a legna. Ovviamente potete utilizzare la tipologia di pane che preferite.

In famiglia ci piace accompagnarlo con un bicchiere di Gragnano bello fresco.

‘A salute! Addò va.