A legna, a gas o elettrico? Primo convegno scientifico sulla pizza a Napoli

Letture: 284
Pizza Forma Mentis a Eccellenze Campane
Pizza Forma Mentis a Eccellenze Campane

Primo consensus internazionale a Napoli

Si svolge a Napoli il 25 e il 26 gennaio nell’aula magna di “Eccellenze Campane” il convegno scientifico organizzato da Formamentis in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog, LSDM e Corteseway.

L’obiettivo è quello di indagare sull’evoluzione della pizza napoletana, il piatto italiano più amato e conosciuto al mondo, proprio in un momento in cui conosce la massima espansione qualitativa e quantitativa.

Storici, antropologi, professori universitari, giornalisti, comunicatori, esperti, rappresentanti delle associazioni e alcuni dei migliori maestri pizzaioli si incontreranno per un libero confronto riflettendo in particolare sullo strumento di cottura. L’obiettivo è comprendere quanto il forno, a legna, a gas o elettrico, influisce sulla corretta esecuzione di una pizza napoletana e se esistono modelli replicabili che si vadano ad adattare ai diversi contesti di lavoro.

In una parola: è lo strumento che fa l’artigiano o il contrario? Cosa si intente per tipicità, fino a che punto è necessario difendere la tradizione come elemento identitario senza aprirsi alle novità in un mondo sempre più piccolo e veloce nei cambiamenti? Cosa si può cambiare affinché nulla cambi e la pizza resti una icona di Napoli  e dell’Italia nel mondo anche in questo secolo come nei due precedenti?

Non abbiamo risposte, ma solo tanta voglia di mettere in campo le idee, libere da condizionamenti commerciali e ideologici, incrociare i contirbuti di chi a questo tema dedica la propria vita e la propria passione.

Formamentis è la società leader nel Sud Italia nel ramo della formazione che mira con questo convegno a gettare le basi per una riflessione permanente sugli assi portanti dell’economia campana in campo agroalimentare.

Il programma della due giorni di interventi è scaricabile su www.pizzaformamentis.it.

Per seguire i lavori è necessario accreditarsi direttamente sul sito dall’ 11 al 14 gennaio e attendere la mail di conferma dell’accredito.

Si ringraziano “Eccellenze Campane” , Palazzo Caracciolo, Izzo Forni e Stefano Ferrara Forni per la collaborazione

IL PROGRAMMA

Lunedì 25 gennaio

Ore 10,00

APERTURA DEI LAVORI

Benvenuto da parte degli organizzatori e saluto di Paolo Scudieri Presidente di Eccellenze Campane

 

Ore 10,15

LA PIZZA, LA RICERCA SCIENTIFICA E LE ASSOCIAZIONI

Presiede Luciano Pignataro

LA RICERCA

Elisabetta MoroLa Pizza simbolo della Dieta Mediterranea

Luigi MoioIl Concetto di tipicità nell’enogastronomia

Annalisa RomanoLa pizza e la ricerca scientifica

 

LE ASSOCIAZIONI E IL DISCIPLINARE

Sergio MiccùIl pizzaiolo oggi. Dinamiche del cambiamento

Antonio PaceLa Tradizione e il disciplinare. Che cos’è una pizza Stg

Tommaso LuongoLa nuova frontiera degli abbinamenti

Antonio MattozziForni, Panettieri Pizzaiuoli Pizzarie. La storia napoletana

Massimo Di PorzioPizzeria e ristorante, il connubio difficile

 

Ore 15.00

IMPASTO, FARCITURA E COTTURA

 

PRIMA SESSIONE

Presiede Maurizio Cortese

Eugenio SignoroniPizzerie Slow, esistono e ve le racconto

Marco LungoTecniche di impasto e di cottura

 

INTERVENGONO

Enzo Coccia – La Notizia-Napoli

Guglielmo Vuolo – Eccellenze Campane -Napoli

Corrado Scaglione – Lipen – Triuggio

Salvatore Kosta – L’Incrocio – Torre Annunziata

 

Ore 16.30

SECONDA SESSIONE

Presiede Albert Sapere

Francesco Aversano – La tutela giuridica della pizza napoletana

Paolo MasiIl futuro del forno a legna tra costi e sostenibilità      

Antonio LimoneEffetti salutistici delle tre cotture

 

INTERVENGONO

Franco Pepe – Pepe in Grani – Caiazzo

Salvatore Salvo – Francesco&Salvatore Salvo – San Giorgio a Cremano

Giancarlo Casa – La Gatta Mangiona – Roma

Gianfranco Iervolino – Palazzo Vialdo – Torre Annunziata

 

Ore 18.00

TERZA SESSIONE

Presiede Tommaso Esposito

Marino NiolaIdentità Identitario: il brand Pizza Napoletana

Antonio Lucisano – La pizza come sistema territoriale

INTERVENGONO

Attilio Bachetti – Da Attilio – Napoli

Davide Civitiello – Rosso Pomodoro – Napoli

Ciro Oliva – Concettina ai tre Santi – Napoli

Ciro Salvo – 50 Kalò – Napoli

Salvatore Santucci – Ammaccàmm – Pozzuoli

 

Discussione

 

Martedì 26 gennaio

 

Ore 10.00

IL FUTURO DELLA PIZZA NAPOLETANA LONTANO DA NAPOLI

Presiede Barbara Guerra

 

Franco MannaPizza Napoletana tra tipicità e replicabilità nel mondo (esperienza ad ovest)

Salvatore CuomoPizza Napoletana tra tipicità e replicabilità nel mondo (esperienza ad est)

Giuseppe MelaraSaperi, talenti e know how. Le nuove frontiere della formazione

 

Intervengono:

Gino Sorbillo – Lievito Madre – Napoli/Milano

Antonio Starita – Starita – Napoli/New York

Gennaro Nasti – La Famiglia di Rebellato – Parigi

 

Ore 11.30

CONCLUSIONI. LA PIZZA NAPOLETANA. QUALE FUTURO?

 

Tavola Rotonda moderata da Guido Barendson

Luigi Cremona

Paolo Marchi    

Gaetano Pascale

Luciano Pignataro

Enzo Vizzari  

Daniel Young

 

 

Per scaricare il programma e accreditarsi
www.pizzaformamentis.it

Le strade della mozzarella

In collaborazione con

Luciano Pignataro WineBlog

Corteseway

 

4 commenti

  • daniela @senzapanna

    (5 gennaio 2016 - 15:09)

    http://www.pizzaformamentis.it/ dice accrediti sospesi. Come si può partecipare?

  • Gennaro

    (7 gennaio 2016 - 14:41)

    Buongiorno sono interessato a partecipare a questo appuntamento come posso fare per iscriversi??Grazie in anticipo

  • Alberto

    (9 gennaio 2016 - 15:35)

    Accreditarsi a partire dal 11/01 ed attendere risposta.Quindi aspettiamo.Bell’iniziativa spero partecipino tutti quelli che amano migliorarsi e confrontarsi con veri professionisti,non pizzettari improvvisati.
    Buon anno a tutti.

  • Ernesto

    (20 gennaio 2016 - 19:55)

    Vorrei partecipare come posso fare?

I commenti sono chiusi.