Premio Falerno Primo Romanzo a Capua: vince Antonella Lattanzi

Letture: 126
Antonella Lattanzi e il suo Falerno premio Rampaniuci di Migliozzi

di Monica Piscitelli
Si è conclusa ieri sera con la premiazione del Romanzo vincitore della seconda edizione, il Premio Falerno primo romanzo al Palazzo Lanza di Capua. Vince Antonella Lattanzi con “Devozione” edito da Einaudi.

Maria Teresa Lanza foto m.p.

La giornalista Maria Michela Formisano – insieme alla padrona di casa Maria Teresa Lanza, e al presidente di Architempo Giuseppe Bellone – ha consegnato alla vincitrice esordiente la targa e alcune bottiglie premio del Falerno della azienda vitivinicola Migliozzi a lei abbinata.

Maria Michela Formisano e Giuseppe Bellone, pronti ad annunciare i vincitori del Concorso

E’ un romanzo duro, che parla di eroina e di dipendenza, quello della Lattanzi del quale lo scrittore Luigi Romolo Carrino, che ne era (secondo il funzionamento del Concorso) il sostenitore, ha detto: “riapre una voragine su un tema del quale oggi ormai si parla poco”.
In serata, dopo la chiacchierata sul Falerno di ieri e di oggi con Giulia Cannada Bartoli, il gastronomo Luigi Cremona e le nove aziende abbinate ad altrettante opere, erano tornati sul palco allestito nel cortile del quattrocentesco Palazzo della famiglia Lanza, i quattro i finalisti del Premio Letterario nato nel 2010 “con lo scopo di coniugare il nettare di Bacco con la letteratura”. Tony Laudadio, Elisa Ruotolo, Cristiano Di Majo e Antonella Lattazi erano abbinati ai Falerno, rispettivamente, della Quality Selection di Nicola Trabucco, della azienda Papa, di Masseria Felicia (già vincitrice della edizione 2010) e della azienda Migliozzi.

il gastronomo Luigi Cremona, Giulia Cannada Bartoli e Giuseppe Garozzo Zannini Quirini, priore della Confraternita del Falerno

Per tutto il pomeriggio e la serata, intervallati da salotti, premiazioni, performance di teatro e reading a tema eno – letterario si sono alternati numerosi ospiti e sono andate in scena le degustazioni dei Falerno Bianco e Rossi delle aziende vitivinicole partner dell’iniziativa. Oltre alle suddette: Villa Matilde, Moio, Della Sellecola, Regina Viarum e Nugnes.

Elisabetta Luise, presidente Auser Caserta, Liliana Vastano membro della giuria tecnica e Nadia Tomasetta, vincitrice del Premio Letterario Filo d'Argento

Tra gli altri personaggi presenti, Paola Servillo e Francesco Forlani, i membri della Confraternita del Falerno, nonché le concorrenti del “Premio letterario Filo d’Argento” promosso dall’Auser Caserta guidata Elisabetta Luise che ha assegnato alle over 60 Nadia Tomasetta (nella foto) e Adriana Robba il premio Miglior Prosa e Miglior Poesia.

Un commento

I commenti sono chiusi.