Ricetta primavera. Zuppetta di chiocciole Felicetti e vongole

Letture: 46
Zuppetta di chiocciole e vongole

Una ricetta facile, sapida e gustosa, soprattutto se avrete la fortuna di incontrare sulla vostra strada – cosa sempre più difficile – le vongole giuste. Cioè che sanno di vongole. La pasta, di Valentino Felicetti, da monovarietà selezionata di kamut: chiocciole rigate trafilate al bronzo.


Cottura consigliata sulla confezione: 11 minuti. Sconsigliata da me: ne bastano 9. Buon appetito e buona primavera.

 

Ingredienti per 2 persone
700 g di vongole
150 g di chiocciole di farina kamut Felicetti
1 spicchio di aglio
2 zucchine piccole (circa 100 g l’una)
1 ciuffetto di finocchietto fresco
1 ciuffetto di agretti
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
pepe (da macinare al momento) qb

 

 

Fate bollire per 3 minuti in acqua leggermente salata la parte verde delle 2 zucchine tagliata a julienne, versione corta e sottile. Scolate e raffreddate con ghiaccio (o acqua ghiacciata) per preservare il colore. Mettete da parte. Fate rosolare lo spicchio d’aglio in un cucchiaio di olio e aggiungete le vongole per farle aprire. Una volta pronte liberatele dal guscio, lasciandone solo qualcuno per guarnire. Filtrate l’acqua di cottura e versatela in una padella alta insieme alle vongole sgusciate e alla julienne di zucchine. A parte fate cuocere la pasta per 8 minuti, riportate a bollore il sughetto delle vongole e versatevi le chiocciole facendo insaporire la zuppetta per un-minuto-uno. Aggiungete prima di servire l’altro cucchiaio di olio, a filo, un’idea di pepe macinato e – per ricordare a voi e alle vongole che è primavera – un ciuffetto di finocchietto fresco e di agretti.

Virginia Di Falco

3 commenti

  • monica

    (2 aprile 2011 - 23:10)

    mi piace da sempre la cura che hai nella selezione degli ingredienti. Pranzo light e dal profumo d’estate….

  • Rita

    (3 aprile 2011 - 17:05)

    A vista sembra un piatto davvero invitante, peccato che a me non piacciono le chiccciole, ma lo proverò con un’altra trafila.
    Grazie Virginia, come sempre innovativa!

  • Lello Tornatore

    (3 aprile 2011 - 17:17)

    Mitica Virginia, senza di te non si può approdare alla capitale!!! Si è appena ritirata da Roma mia figlia Veronica, mi ha raccontato di certe ” sòle “… Ben le sta! Glielo avevo detto di chiederti qualche consiglio sul dove andare a cena… ;-))

I commenti sono chiusi.