Rofrano, Cilento. Osteria Cono

Letture: 505
Il mitico Cono intrattiene gli ospiti

Via Molino Vecchio
Tel. 0974.952461
Sempre aperto
Prezzo medio: da 15 a 20 euro
Non ha carte di credito
Con camere

Siamo in una delle zone meno conosciute della provincia di Salerno, nel cuore del Cilento più profondo alle falde del Cervati, che ha iniziato a superare le gravi difficoltà di collegamento solo dopo l’allungamento della superstrada Cilentana.

Qui, in un vallone che degrada sino al torrente Faraone, c’è questa trattoria aperta nel 1989 da Teodoro Caputo che merita una sosta per la qualità della materia prima con cui vengono cucinati i piatti. Capretto, maiale e pollo sono infatti allevati in proprio, i formaggi fatti in casa o acquistati da qualche conoscente sicuro, la verdura, gli ortaggi e la frutta sono quelli dell’orto o della zona. Insomma, come essere invitati a casa per provare la tipica cucina cilentana dei giorni di festa.

Niente ordinazioni, bisogna sedersi e mangiare quello che viene portato a tavola: l’antipasto con prosciutto della zona, salame, caprino, melanzane sott’olio e pomodori secchi, fusilli e ravioli di ricotta al pomodoro, carni alla brace e insalate. Su richiesta la minestra con patate e cardo selvatico, e ancora le lagane con i ceci o con i fagioli. Frutta e dolce fatto in casa, tipico il bucchinott, cioè il raviolo con la farcia di castagne.

Vino della casa e qualche bottiglia di rosso acquistata qui e la. Si mangia senza fretta, spesso il proprietario suona la fisarmonica in sala e si chiacchiera del più e del meno socializzando tra i tavoli. Sono state organizzate anche le stanze con una ventina di letti, l’ideale per fermarsi dopo una cena abbondante evitando di avventurarsi su strade tutte curve o, meglio, facendo base per le escursioni sul Cervati, il monte più alto della Campania.

Come arrivare. Dall’autostrada Salerno-Reggio si esce a Padula-Buonabitacolo, si prosegue per Sanza imboccando appena superato il paese la provinciale per Rofrano. Dopo una ventina di chilometri si arriva. La locanda appena all’uscita, sulla sinistra. Dal mare cilentano si raggiunge la statale 18 per poi seguire le indicazioni per Rofrano. In questo caso la locanda è prima del paese, alla vostra destra.