Taurasi 2001 docg

Letture: 27

VILLA RAIANO
Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Siamo fuori dalla zona docg ma, contrariamente alle nostre abitudini, recensiamo volentieri questo rosso perché ben conosciamo l’impostazione di fondo di questa azienda. I fratelli Basso sono la terza generazione di una famiglia insediata alle porte di Avellino da cento anni, titolari di uno dei più grandi e qualificati oleifici del Sud. Il vigneto è a Venticano, dove il nostro simpatico Mario Struzziero ha la sua azienda: colline sempre esposte al sole, il terroir regala un rosso più potente e complesso, più avvolgente. Ed è esattamente il risultato del Taurasi di Villa Raiano, sinora da noi apprezzata soprattutto per i due bianchi. Facciamo una ricerca e ci accorgiamo del fatto che la versione 1999, una delle essendo l’azienda stata fondata nel 1996, risulta prima ex aequo nella degustazione coperta degli amici dell’Amira di Paestum. Un risultato a nostro giudizio forzato, perché i primi rossi dei fratelli Basso non ci avevano troppo convinto: una eccezione alla regola vista la capacità di Moio di esprimersi meglio nei rossi. Ebbene cari amici, il Taurasi 2001 ci ha riempito il cuore anzitutto per la eleganza, la qualità da noi sempre più apprezzata, e l’equilibrio olfattivo confermato in bocca da una spalla acida domata con padronanza e sicurezza dall’enologo. L’aglianico si esprime molto bene nell’affinamento in barrique e in bottiglia, il 2001 è una annata comunque positiva. Il consiglio che ci sentiamo di dare è quello di congelare il prezzo per i prossimi anni.

Sede a Serino. Via Pescatore, 19
Tel. 0825.592826. Fax 0825.542033
Sito: http://www.villaraiano.it
Email: info@villaraiano.it
Enologo: Luigi Moio
Bottiglie prodotte: 130.000
Ettari: 10
Vitigni: fiano, falanghina, greco, aglianico