Trebulanum 2003 Terre del Volturno igt

Letture: 29

FATTORIA ALOIS

Uva: casavecchia
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

La prima uscita ufficiale e completa di Riccardo Cotarella con questo vitigno dai varietali indefiniti: finora tre grandi enologi ci hanno messo mano con risultati molto diversi fra loro. Questa interpretazione punta sicuramente ad ottenere un rosso complesso, con uno spettro aromatico da grande vino ricco di spezie, liquirizia, frutta secca. In bocca prevale la mineralità: conosciamo bene il terreno, nero e tufaceo, della campagna dove Michele Alois ha scelto di fondare la sua azienda e non ci aspettavamo qualcosa di diverso. Buon struttura, tannini ammorbiditi ma non piallati, vediamo come Cotarella, di cui abbiamo provato di recentecon grande piacere il Dives,  grande Cesanese del Piglio, in questi vitigni autoctoni cosiddetti minori cerca la riconoscibilità immediata e assoluta come pregio maggiore. Una netta inversione di tendenza, a nostro avviso, rispetto agli anni passati. Questi prodotti di nicchia costituiscono infatti un bonus irripetibile e di sicuro successo sul mercato impegnato nella ricerca di bicchieri autentici. Di questo rosso ci piace molto la possibilità di abbinamenti: sempre con cinghiale in umido, spezzatino di vitello, agnello e capretto al forno, anche con qualche pecorino o caciocavllo podolico di media stagionatura. Un rosso di territorio insomma, di cui bisogna attendere la evoluzione nel corso degli anni: è questa la più grande incognita di questo vitigno ancora misterioso e sconosciuto.

Sede a Pontelatone, via PontePellegrino. Tel. e fax 0823.301382. E mail: info@eudecio@tin.it e info@trebulanum.com. Sito: www.vinialois.com. Enologo:Riccardo Cotarella. Ettari, 13 di proprietà. Bottiglie prodotte:20.000. Vitigni: casavecchia, aglianico, pallagrello nero e pallagrello bianco.