Tutti, ma proprio tutti, i voti di Robert Parker: Campania, Sicilia, Puglia, Abruzzo, Basilicata, Marche, Lazio, Sardegna e Umbria

Letture: 499
Robert Parker

Sul podio tre campani: Terra di Lavoro di Fontana Galardi (97+), Coste Taurasi Riserva di Contrade di Taurasi (97) e Montevetrano (96)
In questi giorni la mail box è intasata di comunicati trionfanti sui punteggi di Parker.
Bene, allora eccoli tutti, ma proprio tutti.

 

Alois (1 review)
2010 Trebulanum 94
Andrea Reale (3 reviews)
2011 Aliseo 89
2010 Cardamone 90
2008 Colli di Salerno Borgo di Gete Tintore 92
Argillae (2 reviews)
2011 Orvieto 87
2011 Grechetto 90
Argiolas (9 reviews)
2011 S’Elegas 87
2011 Costamolino 88
2011 Vermentino di Sardegna Is Argiolas 88
2011 Isola dei Nuraghi Iselis 88
2010 Perdera IGT 89
2010 Costera IGT 90
2010 Isola dei Nuraghi Iselis 90
2007 Turriga 92
2008 Angialis 90
Arnaldo Caprai (7 reviews)
2008 Montefalco Rosso Riserva 91
2008 Sagrantino di Montefalco 25 Anni 92+
2008 Montefalco Sagrantino Collepiano 92
2007 Sagrantino di Montefalco 40 Anni Vigna del Lago 94
2008 Passito Sagrantino di Montefalco 88
2011 Grechetto dei Colli Martani Grecante 90
2010 Montefalco Rosso 88
Barberani (4 reviews)
2011 Orvieto Classico Superiore Castagnolo 88
2010 Polago 88
2009 Orvieto Classico Superiore Luigi & Giovanna 91
2008 Orvieto Classico Superiore Calcaia Dolce 93
Basilisco (2 reviews)
2008 Aglianico del Vulture Teodosio 88
2008 Aglianico del Vulture Basilisco 90
Benanti (2 reviews)
2008 Etna Bianco Superiore Pietramarina 92
2006 Nerello Cappuccio Il Monovitigno 92
Bisceglia (3 reviews)
2008 Treje 88
2008 Aglianico del Vulture Gudarra 91
2005 Aglianico del Vulture Riserva Gudarra 92
Boccadigabbia (3 reviews)
2009 Rosso Piceno 89
2008 Pix 90
2007 Cabernet Sauvignon Akronte 92
Botromagno (3 reviews)
2011 Gravina 88
2011 Gravina Poggio Al Bosco 90
2010 Primitivo 88
Bucci (4 reviews)
2008 Verdicchio Villa Bucci Riserva 93
2010 Pongelli 88
2008 Rosso Piceno Villa Bucci 90
2010 Verdicchio Classico Castelli di Jesi 90
Calea (1 review)
2011 Nero d’Avola 88
Cantele (1 review)
2011 Chardonnay del Salento 86
Cantina del Taburno (3 reviews)
2011 Falanghina del Sannio 90
2011 Coda di Volpe Amineo 88
2009 Aglianico Fidelis 90
Cantina Santadi (6 reviews)
2011 Monica di Sardegna Antigua 88
2009 Cannonau di Sardegna Noras 88
2009 Carignano Riserva Rocca Rubia 91
2007 Carignano del Sulcis Terre Brune 94
2008 Shardana 92
2007 Latinia 88
Cantine Antonio Caggiano (2 reviews)
2011 Fiano di Avellino Bechar 91
2008 Taurasi Vigna Macchia dei Goti 87
Cantine del Notaio (5 reviews)
2011 Il Preliminare 89
2009 Aglianico del Vulture Il Repertorio 90
2009 Aglianico del Vulture la Firma 93
2008 Aglianico del Vulture Il Sigillo 92
2008 L’Autentica 92
Cantine Lonardo (3 reviews)
2008 Taurasi 93
2007 Taurasi Riserva Coste 97
2007 Taurasi Riserva Vigne d’Alto 94
Capichera (3 reviews)
2011 Vermentino Vigna’Ngena 92
2010 Lianti 89
2009 Assaje 92
Casale del Giglio (2 reviews)
2009 Mater Matuta 91
2011 Aphrodisium Vendemmia Tardiva 92
Case Ibidini (3 reviews)
2011 Insolia 87
2011 Nero d’Avola 87
2011 Syrah 88
Castello della Sala (2 reviews)
2011 Chardonnay Bramito del Cervo 88
2010 Cervaro della Sala 92
Castello Monaci (4 reviews)
2011 Negroamaro Maru 86
2011 Primitivo Piluna 87
2011 Salice Salentino Liante 87
2009 Primitivo Artas 90
Cataldi Madonna (7 reviews)
2011 Trebbiano d’Abruzzo 89
2011 Pecorino Giulia 90
2009 Pecorino 90
2010 Cerasuolo Pie’ Delle Vigne 92
2010 Montepulciano d’Abruzzo 89
2009 Montepulciano di Abruzzo Malandrino 91
2008 Montepulciano di Abruzzo Toni 92
Ceuso (3 reviews)
2011 Scurati Rosso 89
2010 Fastaia IGT 90
2008 Ceuso 92
Chiaramonte (1 review)
2008 Muro Sant’Angelo Primitivo Contrada Barbatto 92
Cocci Grifoni (1 review)
2006 Rosso Piceno Vigna Messieri 89
Colli di Lapio (3 reviews)
2011 Greco di Tufo Alexandros 90
2011 Fiano d’Avellino 92
2008 Taurasi Vigna Andrea 94+
Colosi (3 reviews)
2011 Grillo 86
2011 Nero d’Avola 87
2010 Rosso 86
Colpetrone (3 reviews)
2008 Montefalco 92
2008 Sagrantino di Montefalco 91
2007 Sagrantino di Montefalco Gold 90
Corte dei Papi (3 reviews)
2011 Passerina 89
2011 Cesanese del Piglio Colle Ticchio 90
2007 Cesanese del Piglio San Magno 88
Cos (8 reviews)
2010 Pithos Bianco 94
2011 Frappato 90
2009 Nero di Lupo 91
2009 Cerasuolo di Vittoria Classico 92
2007 Contrada 92
2010 Pithos Rosso 88
2009 Maldafrica 94
2011 Rami 90
Damiano Ciolli (1 review)
2008 Cesanese Silene 89
D’Angelo (1 review)
2007 Aglianico del Vulture 89
De Conciliis (1 review)
2011 Fiano Donnaluna 90
Di Majo Norante (5 reviews)
2011 IGT Sangiovese Terre Degli Osci 87
2011 Cabernet Terra Degli Osci 89
2010 Contado 91+
2010 Biferno Rosso Ramitello 90
2009 Don Luigi 91
Dino Illuminati (4 reviews)
2011 Pecorino 88
2011 Montepulciano d’Abruzzo Riparosso 88
2008 Controguerra Riserva Lumen 91
2008 Montepulciano d’Abruzzo Riserva Zanna 92
Donnafugata (7 reviews)
2011 Lighea 88
2011 Anthilia 88
2009 Chiaranda 90
2010 Nero d’Avola Sedara 88
2008 Tancredi 93
2007 Mille E Una Notte 92
2010 Passito di Pantelleria Ben Rye 93
Elena Fucci (1 review)
2009 Aglianico del Vulture Titolo 93
Elio Monti (1 review)
2008 Montepulciano d’Abruzzo 88
Emidio Pepe (1 review)
2007 Trebbiano d’Abruzzo 88
Falesco (9 reviews)
2011 Vitiano Rosso 86
2011 IGT Sangiovese 87
2011 Merlot 88
2010 Assisi Rosso 88
2009 Montiano IGT 92
2009 Montiano Trentanni 91
2009 Marciliano 91
2011 Tellus 89
2008 Sagrantino di Montefalco Rc 90
Farnese (1 review)
2010 Edizione Cinque Autoctoni 89
Fattoria Galardi (1 review)
2010 Roccamonfina Terra di Lavoro 97+
Fattoria la Rivolta (4 reviews)
2011 Fiano Sannio 88
2011 Taburno Falanghina 91
2008 Aglianico del Taburno 90
2007 Aglianico del Taburno Riserva Terra di Rivolta 89
Feudi della Medusa (5 reviews)
2009 Isola dei Nuraghi Albachia 88
2010 Vermentino di Sardegna Albithia 90
2008 Isola dei Nuraghi Norace 92
2007 Isola dei Nuraghi Gerione 93+
2006 Isola dei Nuraghi Arrubias 91
Feudi di San Gregorio (15 reviews)
2011 Lacryma Christi Bianco 87
2011 Falanghina 88
2011 Greco di Tufo 88
2010 Falanghina Serrocielo 89
2010 Fiano di Avellino Pietracalda 91
2010 Greco di Tufo Cutizzi 88
2010 Campanaro 90
2010 Lacryma Christi Rosso 91
2010 Rubrato 90
2008 Taurasi 89
2009 Patrimo 94+
2009 Serpico IGT 93
2007 Taurasi Riserva Piano di Montevergine 93+
2010 Privilegio (Botrytis Infected) 90
2011 Fiano di Avellino 89
Feudo Disisa (3 reviews)
2009 Syrah Adhara 85
2008 Tornamira 88
2010 Nero d’Avola 87
Feudo Maccari (4 reviews)
2010 Nero d’Avola 91
2009 Saia 92
2008 Saia 93
2011 Grillo 88
Feudo Montoni (3 reviews)
2011 Catarratto 88
2010 Nero d’Avola 89
2009 Nero d’Avola Vrucara 94
Firriato Paceco (11 reviews)
2011 Quater Bianco 91
2011 Etna Bianco 88
2010 Etna Bianco Cavanera Ripa di Scorciavacca 90
2010 Santagostino Baglio Soria IGT 88
2010 Etna Rosso 89
2010 Chiaramonte 88
2009 Etna Rosso Cavanera Rovo Delle Coturnie 90
2009 Perricone Ribeca 92
2009 Harmonium IGT 91
2009 Camelot IGT 91
2008 Quater Rosso 88
Fontezoppa (8 reviews)
2010 Brut Rose Metodo Classico 88
2011 Verdicchio di Matelica 88
2010 Colli Maceratesi Ribona 89
2009 Serrapetrona Falcotto 88
2009 Marche Rosso Dirosaediviola 91
2009 Marche Rosso Carapetto 91
2008 Marche Rosso Dedicato A Piero 87
2007 Serrapetrona Moro 87
Frank Cornelissen (2 reviews)
2011 Contadino 9 90
2010 Munjebel 8 93
Fratelli Barba (2 reviews)
2009 Montepulciano d’Abruzzo Vigna Franca 89
2008 Montepulciano d’Abruzzo I Vasari Old Vines 90
Giusti (2 reviews)
2010 Lacrima di Morro d’Alba Lacrima 88
2009 Lacrima di Morro d’Alba Rubbjano 92
Graci (5 reviews)
2011 Etna Bianco 90
2010 Etna Bianco Quota 600 92
2010 Etna Rosso 90
2010 Etna Rosso Quota 600 91
2009 Etna Rosso Quota 600 89
Grifalco (2 reviews)
2009 Aglianico del Vulture Gricos 88
2009 Aglianico del Vulture Grifalco 89
Guido Marsella (4 reviews)
2010 Greco di Tufo Poggi Reali 89
2010 Fiano di Avellino 92
2010 Falanghina Beneventano Poggi Reali 91
2009 Fiano di Avellino 92
Gulfi (6 reviews)
2008 Nerojbleo 89
2008 Nerobufaleffj 91
2008 Neromaccarj 94
2008 Nerosanlore 92+
2008 Nerobaronj 95
2007 Reseca 92
I Pentri Castelvenere (3 reviews)
2010 Falanghina Flora 92
2009 Piedirosso Kerres 91
2008 Aglianico Pietra della Volpe 90
Il Conte (1 review)
2010 Montepulciano d’Abruzzo 87
Il Feuduccio (4 reviews)
2011 Pecorino 88
2008 Montepulciano d’Abruzzo 91
2005 Montepulciano d’Abruzzo Riserva Ursonia 92
2003 Montepulciano d’Abruzzo Margae 94
La Carraia (3 reviews)
2011 Sangiovese 89
2010 Tizzonero IGT 88
2009 Fobiano 88
La Valentina (7 reviews)
2008 Montepulciano d’Abruzzo Bellovedere 92
2008 Montepulciano d’Abruzzo Spelt 92
2008 Montepulciano d’Abruzzo Binomio 91
2011 Pecorino 88
2011 Trebbiano d’Abruzzo Spelt 89
2010 Fiano 88
2009 Montepulciano d’Abruzzo 89
Laila (4 reviews)
2011 Verdicchio dei Castelli di Jesi 87
2011 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Eklektikos 88
2011 Rosso Piceno 87
2010 Rosso Conero 88
Lanari (2 reviews)
2010 Rosso Conero 88
2008 Rosso Conero Riserva Fibbio 91
Le Poggette (3 reviews)
2009 Canaiolo 88
2008 Colli Amerini 88
2008 Torre Maggiore 89
Leone de Castris (1 review)
2011 Primitivo di Manduria Villa Santera 88
Librandi (2 reviews)
2011 Critone 88
2010 Efeso 88
Lucchetti (3 reviews)
2011 Lacrima di Morro d’Alba 90
2010 Lacrima di Morro d’Alba Superiore Guardengo 92
2010 Lacrima di Morro d’Alba Mariasole 88
Luigi Tecce (1 review)
2009 Irpinia Campi Taurasini Satyricon 87
Lungarotti (6 reviews)
2010 Torre di Giano Vigna Il Pino 88
2010 Aurente 88
2009 Rubesco Rosso di Torgiano 90
2007 Rubesco Riserva Vigna Monticchio 92
2009 Rosso di Montefalco 87
2008 Sagrantino di Montefalco 88
Macarico (2 reviews)
2008 Aglianico del Vulture Macari 93
2008 Aglianico del Vulture Macarico 92
Malacari (1 review)
2008 Rosso Conero 89
Marchesi Antinori (1 review)
2008 IGT Muffato della Sala 91
Marisa Cuomo (5 reviews)
2010 Furore Bianco 90
2010 Ravello Bianco 88
2009 Costa d’Amalfi Fiorduva 93
2010 Furore Rosso 92
2006 Furore Rosso Riserva 91
Masciarelli (5 reviews)
2008 Montepulciano d’Abruzzo Marina Cvetic S Martino Rosso 92+
2009 Montepulciano d’Abruzzo 87
2009 Chardonnay Marina Cvetic 88
2008 Chardonnay Marina Cvetic 89
2009 Trebbiano d’Abruzzo Marina Cvetic 90
Masciarelli Castello di Semivicoli (1 review)
2008 Trebbiano d’Abruzzo 92
Masciarelli Marina Cvetic (1 review)
2008 Merlot 87
Masciarelli Villa Gemma (1 review)
2011 Villa Gemma Bianco Colline Teatine 89
Masseria Felicia (4 reviews)
2010 Falanghina Anthologia 91
2009 Falerno del Massico 87
2008 Falerno del Massico Ariapetrina 91
2008 Falerno del Massico Bronzo 93+
Masseria Li Veli (8 reviews)
2011 Askos Verdeca 91
2010 Susumaniello 89
2009 Salice Salentino Pezzo Morgana 87
2010 Salento Rosso Passamante 88
2010 Primitivo Orion 87
2010 Primitivo Salento Montecoco 89
2009 MLV 90
2007 Aleatico Passito 93
Mastroberardino (12 reviews)
2006 Taurasi Naturalis Historia 94
2005 Taurasi Radici Riserva 95
2010 Fiano Passito Melizie 90
2011 Falanghina Sannio 88
2011 Lacryma Christi del Vesuvio Bianco 89
2011 Greco di Tufo 89
2010 Greco di Tufo Nuova Serra 90
2011 Fiano di Avellino 90
2010 Fiano d’Avellino Radici 94
2011 Lacryma Christi del Vesuvio Rosso 89
2010 Aglianico 90
2007 Taurasi Radici 94
Matane (2 reviews)
2011 Negroamaro 86
2010 Primitivo di Manduria Matane 90
Mattoni (1 review)
2009 Arshura 87
Milziade Antano (4 reviews)
2009 Montefalco Rosso 88
2008 Montefalco Rosso Riserva 92
2008 Sagrantino di Montefalco 91
2008 Montefalco Sagrantino Colleallodole 93
Montevetrano (1 review)
2010 Montevetrano 96
Morgante (3 reviews)
2011 Bianco di Morgante 90
2010 Nero d’Avola 88
2009 Nero d’Avola Don Antonio 92
Musto Carmelitano (3 reviews)
2010 Maschitano Rosso 88
2009 Aglianico del Vulture Serra del Prete 92
2009 Aglianico del Vulture Pian del Moro 91
Nanni Cope’ (2 reviews)
2009 Terre del Volturno 92
2008 Terre del Volturno 94
Nicodemi (2 reviews)
2010 Trebbiano d’Abruzzo Notari 91
2008 Montepulciano d’Abruzzo Notari 88
Oasi Degli Angeli (2 reviews)
2009 Kurni 89
2009 Kupra 88
Ocone (5 reviews)
2011 Falanghina Flora 89
2011 Greco Giano 90
2011 Piedirosso Plutone 88
2010 Piedirosso Calidonio 90
2007 Aglianico del Taburno Anastasi 90
Palazzone (4 reviews)
2011 Terre Vineate Orvieto 88
2011 L’Ultima Spiaggia 87
2010 Campo del Guardiano Orvieto Classico 89
2008 Armaleo 88
Passopisciaro (7 reviews)
2011 Guardiola 91
2010 Passopisciaro 94
2010 Passopisciaro Contrada Rampante 93+
2010 Passopisciaro Contrada Porcaria 95+
2010 Passopisciaro Contrada Sciaranuova 94
2010 Passopisciaro Contrada Chiappemacine 94
2010 Franchetti 95+
Perillo (3 reviews)
2009 Irpinia Bianco Coda di Volpe 88
2006 Irpinia Campi Taurasini 89
2005 Taurasi 91+
Pietradolce (2 reviews)
2011 Etna Bianco 90
2010 Etna Rosso Archineri 92
Pietro Caciorgna (2 reviews)
2010 Thalia 90
2008 Etna Rosso N’Anticchia 94
Planeta (8 reviews)
2008 Merlot 89
2011 Carricante 88
2010 Cometa 90
2008 Burdese 90
2008 Santa Cecilia 90
2010 Cerasuolo di Vittoria Classico Dorilli 88
2008 Syrah 90
2010 Chardonnay 89
Poderi Foglia (4 reviews)
2011 Falanghina 88
2011 Falanghina Concabianco 87
2010 Aglianico 88
2010 Aglianico Concarosso 88
Poderi San Lazzaro (3 reviews)
2010 Rosso Piceno Superiore Podere 72 89
2009 Rosso Piceno Superiore Podere 72 90
2008 Grifola 92
Polvanera (2 reviews)
2009 Primitivo 16 91
2009 Primitivo 17 87
Pupillo (2 reviews)
2010 Moscato Cyane 90
2010 Nero d’Avola Re Federico 88
Quintodecimo (5 reviews)
2009 Falanghina Via del Campo 92
2009 Fiano di Avellino Exultet 92
2010 Greco di Tufo Giallo d’Arles 93
2008 Aglianico Terra D Eclano 93+
2005 Taurasi Vigna Quintodecimo 95
Re Manfredi (3 reviews)
2010 Aglianico T 88
2008 Aglianico del Vulture 87
2007 Aglianico del Vulture Serpara 88
Rivera (5 reviews)
2010 Castel del Monte Rosso Rupicolo 87
2009 Nero di Troia Violante 88
2010 Salice Salentino 88
2007 Il Falcone 92
2006 Aglianico Riserva Cappellaccio 93
Saladini Pilastri (7 reviews)
2011 Falerio dei Colli Ascolani 86
2011 Pecorino 88
2011 Rosso Piceno 88
2010 Rosso Piceno Vigna Piediprato Vino da Tavola 89
2010 Rosso Piceno Superiore Vigna Montetinello 88
2010 Rosso Piceno Superiore Vigna Monteprandone Vino da Tavola 90
2010 Pregio del Conte 90
Salvatore Molettieri (4 reviews)
2009 Irpinia Aglianico Cinque Querce 88
2008 Irpinia Campi Taurasini Cinque Querce 91
2007 Taurasi Vigna Cinque Querce 92
2006 Taurasi Riserva Vigna Cinque Querce 95
Santa Anastasia (4 reviews)
2010 Passomaggio 87
2008 Litra Cabernet Sauvignon 92
2008 Montenero 90
2011 IGT Contempo Nero D Avola 88
Sartarelli (3 reviews)
2011 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico 88
2010 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Tralivio 92
2009 Verdicchio Balciana 91
Scacciadiavoli (2 reviews)
2009 Rosso di Montefalco 89
2008 Sagrantino di Montefalco 91
Schola Sarmenti (2 reviews)
2008 Primitivo Cubardi 88
2007 Primitivo Cubardi 90
Scilio (3 reviews)
2009 Bianco Vecchie Vigne 90
2009 Etna Rosso 90
2009 Orpheus Etna Rosso 92+
Sella E Mosca (5 reviews)2010 Alghero Torbato Cuvee 161 Terre Bianche 90
2010 Alghero Thilion 89
2008 Riserva Cannonau di Sardegna 91
2007 Alghero Tanca Farra 91
2006 Marchese di Villamarina 94+
Selvagrossa (2 reviews)
2010 Muschen 89
2009 Poveriano 91
Serragghia (1 review)
2011 Zibibbo 92
Sportoletti (2 reviews)
2011 Assisi Grechetto 88
2009 Villa Fidelia 89
Statti (4 reviews)
2011 Greco 90
2010 Mantonico 89
2011 Gaglioppo 89
2010 Arvino 88
Tabarrini (6 reviews)
2011 Il Padrone Delle Vigne 88
2009 Montefalco Rosso 90
2008 Sagrantino di Montefalco Colle Grimaldesco 95
2008 Montefalco Sagrantino Campo Alla Cerqua 93
2006 Sagrantino di Montefalco Colle Alle Macchie 93
2007 Montefalco Sagrantino Passito Colle Grimaldesco 91
Tasca d’Almerita Regaleali (10 reviews)
2011 Leone d’Almerita 91
2010 Nozze d’Oro 90
2010 Chardonnay IGT 90
2010 Regaleali Rosso 87
2010 Lamuri 91
2008 Rosso del Conte 92
2009 Cabernet Sauvignon 91
2010 Malvasia Capofaro 94
2010 Passito Diamante 88
2011 Regaleali Bianco 89
Tasca d’Almerita Tascante (2 reviews)
2010 Ghiaia Nera 90
2009 Tascante 93
Tenuta Delle Terre Nere (12 reviews)
2011 Etna Bianco 93
2010 Etna Bianco Cuvee Delle Vigne Niche 93
2011 Etna Rosso 92
2010 Calderara Sottana 91
2010 Guardiola 93
2010 Etna Rosso Santo Spirito 92+
2010 Etna Rosso Feudo di Mezzo Il Quadro Delle Rose 91+
2010 Prephylloxera le Vigne di Don Peppino 94
2009 Calderara Sottana 91
2009 Guardiola 92
2009 Etna Rosso Santo Spirito 94
2009 Etna Rosso Feudo di Mezzo Il Quadro Delle Rose 92
Tenuta di Fessina (4 reviews)
2010 Etna Carricante A’ Puddara 91
2011 Nerello Cappuccio Laeneo 91
2010 Etna Rosso Erse 92
2009 Etna Rosso Il Musmeci 93+
Tenuta di Pietra Porzia (1 review)
2011 Frascati Superiore 87
Tenuta di Tavignano (2 reviews)
2011 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Villa Torre 87
2011 Verdicchio Classico Misco 89
Tenute Soletta (3 reviews)
2010 Vermentino di Sardegna Chimera 89
2011 Isola dei Nuraghi Bianco Kyanos 90
2008 Cannonau di Sardegna Riserva Keramos 92
Terre del Principe (5 reviews)
2011 Pallagrello Bianco Fontanavigna 89
2010 Casavecchia Centomoggia 94
2010 Pallagrello Nero & Casavecchia Castello Delle Femmine 88
2010 Pallagrello Nero Ambruco 91
2008 Vigna Piancastelli (Pallagrello Casavecchia) 87
Terredora (9 reviews)
2011 Coda di Volpe 88
2011 Falanghina 88
2011 Greco di Tufo Loggia della Serra 90
2011 Fiano di Avellino Terre di Dora 89
2010 Fiano di Avellino Campore 86
2010 Aglianico 89
2007 Taurasi Fatica Contadina 92
2006 Taurasi Pago dei Fusi 94
2006 Taurasi Campore 94
Tormaresca (3 reviews)
2010 Pietrabianca 88
2010 Neprica 87
2010 Torcicoda 88
Torre dei Beati (3 reviews)
2009 Montepulciano d’Abruzzo Vigna Cocciapazza 93+
2010 Montepulciano d’Abruzzo 88
2009 Montepulciano d’Abruzzo Mazzamarello 92
Torre Quarto (2 reviews)
2010 Uva di Troia Bottaccia 89
2010 Negroamaro Sangue Blu 88
Tratturi (1 review)2011 Primitivo Salento 87
Umani Ronchi (9 reviews)
2011 Pecorino Terre di Chieti 87
2011 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Casal di Serra 90
2009 Verdicchio Casal di Serra Vecchie Vigne 89
2008 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Plenio 90
2011 Lacrima di Morro d’Alba 88
2010 Montepulciano d’Abruzzo Jorio 88
2009 San Lorenzo Rosso Conero 88
2008 Cumaro Riserva 92
2008 Pelago IGT 93
Vadiaperti (1 review)
2010 Falanghina 87
Valdana (1 review)
2008 Aleatico Passito d’Elba Valdana Malvina 93
Valentini (2 reviews)
2007 Trebbiano d’Abruzzo 94
2010 Cerasuolo Montepulciano d’Abruzzo 91+
Valle dell’Acate (5 reviews)
2011 Zagra 89
2009 Bidis 89
2011 Frappato 89
2009 Cerasuolo di Vittoria 88
2009 Il Moro 88
Valle Reale (5 reviews)
2011 Trebbiano d’Abruzzo Vigne Nuove 88
2010 Trebbiano d’Abruzzo Vigna di Capestrano 91
2011 Montepulciano Vigne Nuove 88
2009 Montepulciano d’Abruzzo Vigneto di Popoli 89
2009 Montepulciano d’Abruzzo San Calisto 91
Vesevo (1 review)
2010 Aglianico Beneventano 89
Vestini Campagnano (4 reviews)
2011 Pallagrello Bianco 92
2010 Pallagrello Bianco le Ortole 91
2008 Casavecchia 92
2008 Pallagrello Nero Terre del Volturno 91
Vigne Deriu (2 reviews)
2010 Cannonau di Sardegna 88
2009 Isola dei Nuraghi Tiu Filippu 88
Villa Ligi (1 review)
2011 Pergola Rosso Vernaculum 88
Villa Matilde (9 reviews)
2011 Greco di Tufo 90
2011 Falerno del Massico Bianco 89
2008 Falerno del Massico Bianco Caracci 89
2009 IGT Aglianico 89
2007 Cecubo 95
2008 Falerno del Massico 92
2006 Falerno del Massico Camarato 93
2007 Taurasi 95
2011 Fiano di Avellino 88
Villa Matilde-Tenute Rocca dei Leoni (1 review)
2011 Falanghina 89
Villa Medoro (5 reviews)
2011 Trebbiano d’Abruzzo 88
2011 Trebbiano d’Abruzzo Chimera 90
2010 Montepulciano d’Abruzzo 87
2009 Montepulciano d’Abruzzo Rosso del Duca 92+
2008 Montepulciano d’Abruzzo Adrano 89
Villa Simone (1 review)
2011 Frascati Costantini Villa dei Preti 86
Vini Biondi (3 reviews)2010 Outis Bianco 90
2008 Outis 93
2008 Etna Rosso MI 95

25 commenti

  • enzo crivella

    (16 marzo 2013 - 10:15)

    Orgoglioso di essere Italiano,questa è l’indicazione giusta per il nostro futuro.La terra ,l’agricoltura ,la cratività,il turismo
    la cultura,tuti con un comune denominatore ,la semplicità,le nostre origini,
    una speranza,enzo crivella

  • Angelo D.

    (16 marzo 2013 - 10:27)

    E dalle col Coste Riserva! :-)
    La bussola s’e’ girata, la Campania sta arrivando! Non avevamo dubbi!

  • Feliciano Cairo

    (16 marzo 2013 - 10:46)

    La campania come il sud in generale in questi ultimi anni ci stà donando dei vini meravigliosi frutto davvero di tanto lavoro e amore per la terra , alcuni sono ormai al top da anni rendoci orgogliosi della nostra amata terra che purtroppo viene ricordata dai media solo per cose brutte , ma queste solo le dimostrazioni che in Campania e al sud esiste ben altro. Unico appunto , come mai mancano i vini di Selvanova e il Fiano di Tenuta Scuotto ? Sono vini che ho degustato recentemente e credo che tra i vini sopra elencati un posto lo meritavano alla grande….

    • Andrea Capobianco

      (16 marzo 2013 - 11:50)

      Con tutto il rispetto per Tenuta Scuotto e il suo fiano, ma è da tre giorni che fa vino, al limite mancano i vini monumentali di Pietracupa, di Ciro Picariello, di Villa Diamante e di tantissimi altri ancora.

      • Adolfo Scuotto

        (20 marzo 2013 - 17:26)

        Con tutto il rispetto per il suo background accademico e professionale e la sua lunga militanza nel settore enogastronomico, ma sarebbe opportuno spiegare ai lettori del blog come sia possibile PRODURRE un VINO in soli 3 giorni!!!
        E’ chiaro che trattasi di “iperbole” , ma penso che comunque non incarni perfettamente il codice deontologico di chi beve e scrive di Vino. Liquidare il giudizio su un prodotto con la succitata figura retorica non appaga l’utente “tipo” che consulta questi strumenti per attingere informazioni. Oltretutto chi scrive prima di lei (F.C.), citando la cantina in oggetto, ha espresso un giudizio soggettivo, probabilmente dopo aver degustato il prodotto. Da quando poi esiste l’equazione anno di costituzione=qualità del prodotto ?! Dietro le aziende c’è la somma delle competenze e delle esperienze del team di professionalità che la compongono: enologi con esperienza acclarata dai diversi riconoscimenti, qualità della materia prima, tecnologia avanzate, modestia, passione e cultura del miglioramento continuo. Ovviamente nulla da togliere alle aziende definite da lei “monumentali” che hanno qualità, noterietà, una più lunga presenza commerciale e rendono stimolante e avvincente questo settore.

        • Andrea Capobianco

          (27 marzo 2013 - 18:20)

          Logicamente era una battuta “fa vino da tre giorni” e non ho nemmeno detto che il vino non mi piace o non è buono (non l’ho proprio giudicato), forse, e me ne scuso, mi sono espresso male, ma il senso del commento è che ci sono tanti produttori osannati dalla critica enologica italiana da già molti anni e che non sono stati menzionati, quindi fa più scalpore che in un elenco del genere manchino vini di questi produttori che un vino anche eccellente ma prodotto da uno o forse due vendemmie e ancora poco conosciuto anche in Italia o in Campania.

  • Fabio

    (16 marzo 2013 - 11:25)

    Feliciano, i vini di Selvanova non ci sono perché negli ultimi due anni non erano presenti sul mercato USA. Quindi se un vino non ha un importatore e una distribuzione su quel mercato, non viene recensito.

  • Alberto G. Tricolore

    (16 marzo 2013 - 12:13)

    In verita’ si potrebbero fare tanti appunti non solo uno.Se tutto o quasi in materia di vino e’ opinabile,a volte mi sembrano proprio numeri dati alla cacchio.Ma dai.Mi sono arreso e finisco di leggere ,al Coda di volpe Amineo 88 who? e Aglianico Fidelis 90 della Cantina del Taburno e vabbe’, solo 87(?) al Taurasi Caggiano 2008.E poi 90 all’Aglianico di Feudi,meno male che non li hanno dati all’altro di feudi, come si chiama Trigaio ?Sono quasi in stile Luca Maroni(ma forse e’ proprio lui in incognito).Caggiano e’ solo un esempio ce ne sono almeno altri cinquanta di punteggi alterati secondo me.Che dite?
    Speriamo almeno che sti punteggi di manica larghissima per alcuni e strettina per altri,servano a vendere e a migliorare qualcosa.Non si possono leggere certe cose proprio non le capisco.

  • Marco Contursi

    (16 marzo 2013 - 13:50)

    I miei due rossi preferiti Galardi e Nanni Copè hanno ottimi punteggi quindi concordo.Soprattutto sono contento per il Terra di Lavoro snobbato da una parte della critica campana senza motivo.Un vino non può essere un fuoriclasse per alcuni(non solo Parker) e non essere neanche menzionato da altri.Uno o due tre punti di differenza è l’opinabile soggettivo ,dieci,venti o addirittura zero è da rivedere qualcosa in chi lo ignora.

  • francesco nacci

    (16 marzo 2013 - 18:25)

    Contententissimo per i pur pochi Pugliesi e per gli amici sicialiani di Terre Nere, Calogero Statella e Marc De Grazia e per gli amici di Donna Fugata….

  • Montosoli

    (16 marzo 2013 - 20:37)

    E del colossale abissamento del Kurni cosa ne dite ? 89/100

    E del non capito Tecce cosa ne dite ?

    Una cosa e scontata e ormai certa per alcuni vini di culto……quel che piace in Italia non piace all Estero…..quell che non piace all Estero ….piace in Italia..

    Mi ricordo l’anno scorso quando assaggiai alcuni vini Campani per la prima volta…….quelli che le guide Italiane lanciano nell Olimpo ogni anno (quasi)…………..grande semplicita’ e tanta delusione

    • Beniamino D'Agostino

      (17 marzo 2013 - 11:33)

      sull’abissamento del Kurni ci sarebbe tanto da dire, posso affermare, sulla base della quasi ventennale esperienza sul mercato americano che è un vino che 10 anni fa avrebbe preso 100/100, oggi gli è andata pure bene, la superconcentrazione è ormai stata bandita dai palati di oltreoceano che hanno scoperto, con anni di ritardo, la bevibilità e l’abbinamento cibo vino, ed è questo che sta facendo la fortuna dei vini meridionali.

  • Mondelli Francesco

    (16 marzo 2013 - 21:08)

    Terra di lavoro non sarà ,come dice Cotarella,uno dei migliori vini del mondo ,ma fà piacere trovarlo al vertice:penso a buon titolo.Volevo però far notare l’altissima media (93)della cantina Quintodecimo che parla di un’eccellenza a tutto campo come pure Tenuta delle terre nere che sta abbondantemente intorno al 92 con tutte le 12 etichette presenti.Auguri comunque a tutti e….buon mercato inUSA dove il Fiano De Conciliis ha ottenuto 90 da Parker,ma creato vari problemi ai tecnici della camera di commercio di Salerno che non riuscivano a provarne la conformità .

    • Beniamino D'Agostino

      (17 marzo 2013 - 11:31)

      I tecnici della camera di commercio? non so se ridere o mettermi ad urlare.

  • Alberto G. Tricolore

    (17 marzo 2013 - 14:33)

    Terra di Lavoro (o Montevetrano) a parte, che son sempre un bel bere al di la dei gusti personali, anche tanto di nuovo,ma come sempre i punteggi so’ solo numeri.
    Capisco che e’molto difficile per i mercati esteri soprattutto perche’ dipendono molto dagli importatori,dal loro business e dai gusti proprio e dei collaboratori,Basta guardare le listone di Feudi S.Gregorio,Planeta ,Firriato,Saladini P. Cataldi Madonna,Tabarrini ,Lungarotti, o tutti gli altri.Come giustamente segnalato da altri,si inseriscono quasi sempre e soltanto(almeno per Parker) i vini disponibili sul mercato americano.
    Che tutti pensino al business,ai soldi e’ naturale,ma ci sono quelli che comunque hanno anche passione ed assaggiano,viaggiano e grazie al cielo assaggiano cose nuove che prima o poi …..
    C’e’ un mondo intorno ed anche se spesso i palati sono abituati anche a maggiori rotondita’ i palati fini non mancano.
    Pero mi incazzo lo stesso con alcuni punteggi.

    @Mondelli,ma la sua era solo un’ ironia sulla Cam. Comm. o davvero pensa ci sia qualcosa che non va nel fiano ,cosi’ come nell’aglianico dalla quale Dop sono usciti perche’ si so’ rotti di aspettare,aspettare aspettare
    Sulla questione dei vini di De Conciliis penso che ancora una volta la lentezza della burocrazia,(rapida nelle cazz..ate e lenta nel giudicare e porre rimedio ad un proprio errore) e’ un rischio per le piccole e medie imprese,specie per gli artigiani.Mettiamoci a ridere per non piangere.

  • Mondelli Francesco

    (17 marzo 2013 - 14:51)

    Era solo ironia e……prova ne sia le scorte che ho in cantina.FM.

  • Muffanobile

    (17 marzo 2013 - 20:19)

    Come al solito, non sono per niente d’accordo con i punteggi che Parker dà ai nostri vini. Tanti vini che Parker giudica al di sopra dei 90 punti non sono convincenti. Putroppo in tanti ancora credono in questo personaggio…..

  • Montosoli

    (18 marzo 2013 - 13:21)

    Se i punteggi di Antonio Galloni non sono convincenti……come mai fanno rumore e creano curiosita sui vini Italiani (positive-negative) in giro per il Mondo ?

    Come mai i punteggi dati da Guide Italiane e dai tanti giornalisti Italiani del Vino …non creano rumore sia in Italia che all Estero ?

    Uso il sistema dei centesimi 80/100 da diversi anni ormai……e non ho mai dato un punteggio inferiore a 85/100 ad un Barolo,Brunello, Barbaresco ecc………cosa che tanti giornalisti Italiani continuano a fare…

    Ma chi credono di attrarre con questi punteggi ….??

    E solo tempo e vino perso……esempio se 3 su 5 bottiglie di Brunello sono venduti in USA …..credi che un Americano tenga conto di 85/100 dato ad un Brunello dal giornalista Italiano……o da 92/100 dato da Parker ?

    Ma ci rendiamo conto che siamo nel 2013 …e ancora abbiamo bisogno del giornalista Estero per scuotere, infiammare, piazzare vini Italiani sulla faccia del pianeta ??

    Lo so gia…….e solo tempo perso anche il mio….

  • Alberto G. Tricolore

    (18 marzo 2013 - 15:42)

    E’ proprio vero,abbiamo bisogno anch di questi personaggi che se da un lato sono utili per certe aziende,purtroppo per vari motivi ne ignorano altre.
    Penso sia un discorso relativo a tutti i vini italiani o quasi,ma anche esteri.
    Per essere venduti,e’ importante vengano conosciuti.Come fare? Galloni,Parker ecc. sono una delle “strade” conosciute sino a ieri,ed ancora oggi penso muovano un certo numero di potenziali acquirenti,ma grazi al cielo “meno male che ora c’e’ internette”.
    @Montosoli e’ tempo perso, ma qualcosa sta cambiando,lentamente,ma sta cambiando.
    Prosit.

  • rita

    (18 marzo 2013 - 18:31)

    Parker docet: Abemus vinum…..

  • Angelo D.

    (18 marzo 2013 - 20:06)

    L’unico capace di spostare i consumi all’estero è Parker, piaccia o no è così. Per chi vien dall’estero in Italia e per chi all’estero ci sta proprio. Tutto il resto è un ammirevole esercizio bibliografico.

    Quando sarà chiaro questo, allora si potrà pensare al passo successivo, camminare con le proprie gambe, e il risultato (mi riferisco a ciò che più conosco in Campania) di grande crescita da parte di certi produttori in termini di impegno, qualità, capacità comunicativa, di relazionarsi intendo, fa ben sperare. Avanti così, non potranno che accodarsi!

  • F.

    (19 marzo 2013 - 22:30)

    Purtroppo non ho letto tutti i commenti così come tutti i punteggi, ci vuole troppa pazienza………
    Volevo però centrare l’attenzione su quello che ritengo sia il punto fondamentale : Parker ha un peso notevole, soprattutto sui mercati internazionali, ma purtroppo il suo metodo, fatto di punteggi ed elenchi non arricchisce affatto la conoscenza del vino in nessuno dei lettori, serve solo a chi vuol fare commercio e cerca liste di prodotti che così referenziati hanno un loro spazio nel mercato (preciso che non intendo deleggittimare nessuno poichè numerosi vini con punteggi alti dati da parker sono in realtà eccellenti).
    Purtroppo molta gente ancora chiede questo, una lista, una sorta di scorciatoia verso l’eccellenza (purtroppo è testimoniato anche dal gran numero di commenti che questo articolo ha……)
    Non si cresce con le classifiche, i punteggi, i guru del vino, ma ponendosi domande, viaggiando, provando a descrivere l’essenza di un vino, la sua tipicità, descrivendo i territori……
    Siamo Italiani, non abbiamo bisogno di punteggi e classifiche, dobbiamo solo raccontare noi stessi, il nostro lavoro, i nostri territori !!!!

  • Montosoli

    (20 marzo 2013 - 21:00)

    @F.;

    Rendo noto che tanti privati comprano esclusivamente e seguono al credo Parker, Suckling, Wine Spectator, Wine Enthusiast, Tanzer etc.

    Penso che come stanno le cose in Italia dobbiamo solo dire grazie ad Antonio Galloni e tanto brava Monica Larner, se sono presi cura di commentare vini del Sud Italia…
    Con il romanticismo e grande orgoglio ……si fa poca strada. Business e Business !

    Se meta’ degli Italiani stessi non sanno cose’ il Piedirosso, Magliocco, Pecorino, Gaglioppo, Nerello etc………come fa il resto del Mondo ad accorgersi di questi prodotti ?

    Aspettiamo che ogni singolo produttore del Sud faccia il giro del Mondo con la valigetta di campionatura ?
    Oppure facciamo come McDonald…….hamburger / coca cola……..noi Pizza Margherita e Piedirosso….

    Produrre e facile………vendere non e facile

  • F.

    (21 marzo 2013 - 22:39)

    @Montosoli :
    …….veramente per chi vuole fare bene il suo lavoro non è facile neanche produrre…….
    Comunque non volevo dire che Parker e i suoi colleghi molto conosciuti al livello internazionale non hanno una loro importanza, ma volevo sottolineare il fatto che non bisognerebbe nè lavorare per i centesimi ( oggi c’è gente che lo fa, cercando di intercettare i gusti di questo o quel giornalista………), nè bere centesimi…..
    E’ vero che gli affari sono affari, ma non credo che con romanticismo e grande orgoglio i francesi hanno fatto poca strada….
    Capisco che ci vuole più tempo ma la realtà che si crea è molto più solida………

  • giancarlo

    (10 aprile 2013 - 11:32)

    L’aspetto positivo di un esperto degustatore è che da un giudizio più o meno alto in relazione al suo palato. Un panel test dove concorrono più esperti degustatori avvicina fortemente la realtà della percezione per quella che può essere la risultanza di una comunità di persone più ampia. Mi dispiace per coloro che hanno criticato Parker ma è certo che di vino gliene è scorso molto nelle vene.Lo conosco da quando ero alle prime armi (+ di 25 anni fa) e di critici di vino ne ho visti passare e ripassare. E’ l’uomo che ha permesso e permette tuttora con i suoi consigli la vendita di vini buoni nei mercati più remunerativi. Bisognerebbe averne tanti come lui.

I commenti sono chiusi.