Antonio La Trippa a Napoli, il passato che diventa futuro in cucina!

28/1/2019 2.9 MILA
Antonio La Trippa - La Genovesa
Antonio La Trippa – La Genovesa

di Tiziano Terracciano
Gli esterni di questo locale sono alquanto moderni e da lontano mai si direbbe che già affacciandosi dalle enormi vetrate si venisse catapultati in un’ambientazione dove la tradizione napoletana regna sovrana.

Antonio La Trippa - Dall'esterno
Antonio La Trippa – Dall’esterno

Per godere appieno di questa sorta di museo aperto ai commensali è consigliabile giungere qui in primissima serata (o prima dell’ora di pranzo). Infatti appena si comincia a riempire la sala risulta un pochino complicato girovagare per ammirare gli innumerevoli oggetti e le rappresentazione dei mestieri fatta tramite l’arte presepiale napoletana.

Antonio La Trippa - gli antichi mestieri
Antonio La Trippa – gli antichi mestieri
Riproduzione del forno
Riproduzione del forno

Possiamo dunque ammirare “L’angolo delle cose dimenticate” con strumenti, utensili e oggetti che si utilizzavano in passato; “L’angolo delle cose non dimenticate” con una parete interamente dedicata a Diego Armando Maradona; Gli oggetti per la pesca che calano dal soffitto; le foto con i tantissimi personaggi famosi che sono passati da qui e vari altri cimeli.

Antonio La Trippa - le cose ritrovate e antichi avvisi
Antonio La Trippa – le cose ritrovate e antichi avvisi

L’immersione nella tradizione non potrebbe non continuare a tavola. Veniamo accolti con una lampada ad olio e una bottiglia d’acqua con vicino una bustina di Idrolitina, il composto che un tempo veniva utilizzato per rendere l’acqua effervescente e che utilizziamo per rimembrare i tempi in cui i nonni facevano l’acqua frizzantina.

Antonio La Trippa- L'Idrolitina
Antonio La Trippa- L’Idrolitina

Il vino della casa, un Primitivo amabile, viene servito sempre con una bottiglietta di gassosa Arnone così come si faceva in passato (non amando però le note di dolcezza nel vino ordiniamo un Aglianico Moio dalla breve carta dei vini).

Antonio La Trippa - Il Vino
Antonio La Trippa – Il Vino

L’antipasto della casa viene servito in vari tegamini in metallo. Ci sono le Alici fritte, il mini Polpettone, il panino con Ricotta e Cicoli, la Zuppa di Verza e il Ragù con la Tracchia in cui fare la scarpetta con l’ottimo pane casereccio.

Antonio La Trippa - L'Antipasto del Giorno
Antonio La Trippa – L’Antipasto del Giorno
Antonio La Trippa - Le Alici fritte
Antonio La Trippa – Le Alici fritte
Antonio La Trippa - Il mini Polpettone
Antonio La Trippa – Il mini Polpettone
Antonio La Trippa -panino con ricotta e cicoli
Antonio La Trippa -panino con ricotta e cicoli
Antonio La Trippa - La Zuppa di Verza
Antonio La Trippa – La Zuppa di Verza
Antonio La Trippa- Il Ragu' con le Tracchie
Antonio La Trippa- Il Ragu’ con le Tracchie
Antonio La Trippa - pane casereccio e scarpetta
Antonio La Trippa – pane casereccio e scarpetta

Il primo piatto viene servito nella Mappatella, un panno legato intorno alla pentola per facilitarne il trasporto. Quindi lo sleghiamo, alziamo il coperchio e ci serviamo dei fumanti Ziti alla Genovese.

Antonio La Trippa - la mappatella e i ziti alle genovese
Antonio La Trippa – la mappatella e i ziti alle genovese
Antonio La Trippa -La Lampada ad Olio
Antonio La Trippa -La Lampada ad Olio

C’è anche il forno a legna per la Pizza Napoletana ma da quello che abbiamo visto pochi sono quelli che riescono a resistere all’antipasto e soprattutto alla Mappatella. E non c’è cosa più bella e verace da vedere di chi mangia direttamente dal tegame appena scoperchiato per farsi avvolgere dai profumi senza correre il rischio che la pasta si intiepidisca!

 Antonio La Trippa - I Bagni
Antonio La Trippa – I Bagni

Antonio La Trippa
Traversa Michele Pietravalle, 62/70
80131 Napoli
Tel. 081 048 2228
Trattoria Antonio La Trippa a Napoli