Armando Pascarella, il pastry chef contadino. Nel suo panettone 2020 il mandarino e l’albicocca di Polvica

21/12/2020 1.1 MILA
Armando Pascarella, il pastry chef
Armando Pascarella, il pastry chef

di Antonella D’Avanzo

Armando Pascarella è il pasticciere che per le sue creazioni utilizza i prodotti provenienti dai suoi terreni, un tempo appartenuti ai nonni ed ora di famiglia. Frutti che lui stesso raccoglie e trasforma come quelli canditi, un processo che ha imparato grazie al suo maestro e mentore, Aniello di Caprio, da cui ha appreso anche le tecniche di lievitazione, una branca della pasticceria in cui il giovane pastry chef si sta specializzando. Infatti, per queste festività natalizie, ha pensato ad un panettone artigianale a lievitazione naturale che con il mandarino e l’albicocca esprime il territorio di Polvica, un centro a vocazione agricola situato a Sud del comune di San Felice a Cancello, sul versante opposto di Monte Sant’Angelo al confine con Nola, dove troviamo la pasticceria di famiglia “Primavera”, l’unico laboratorio dolciario conosciuto per l’artigianalità e la freschezza dei prodotti offerti al banco, di questo piccolo centro importante per il collegamento con il Cis di Nola, l’Interporto Campano, il Vulcano Buono e l’Alenia Aeronautica.

Per lui le parole d’ordine sono tradizione, precisione, passione, ricerca e territorio, pulizia estetica e gustativa, non è figlio d’arte, ha imparato l’arte pasticcera attraverso Master e bravi maestri ed è stato il vincitore del Contest “I Sapori della Filiera” dell’edizione 2019 del Bufala Fest, sua è la zeppola al mandarino di Polvica di cui se ne è tanto parlato, un dolce dove ha registrato il marchio e, nel corso di quest’anno nonostante la pandemia, diversi sono stati gli ottimi risultati portati a casa. È un giovane fuoriclasse con talento e voglia di lavorare da vendere, per questo destinato ad una lunga e brillante carriera.

Armando Pascarella, il pastry chef
Armando Pascarella, il pastry chef

“I sogni nel cassetto sono tanti – racconta – ora devo lavorare sodo e continuare a studiare perché la pasticceria è una materia in continua evoluzione, specializzarmi nei lievitati è il mio obiettivo – ed aggiunge – all’inizio del 2021 inizieremo i lavori di ampliamento e di modernizzazione  del nostro laboratorio per mettere in piedi qualcosa di innovativo e molto accogliente per questo paesino che mi sta dando tanto e per migliorare anche i miei spazi di lavoro”.

Molto apprezzati sono i suoi biscotti classici all’amarena, vanno a ruba ed è molto bravo anche con i prodotti da prima colazione, ma ora visto che il Natale è alle porte, vogliamo soffermarci su quanto ci offre, a partire dalla sua ultima creazione, il  panettone con l’albicocca e il mandarino di Polvica, un lievitato eseguito magistralmente che sta avendo un notevole successo, dove a dare il tocco di originalità e bontà sono i frutti che candisce personalmente, un connubio perfetto molto gradevole e profumato. Oltre a quest’ultima novità, troviamo un suo cavallo di battaglia, il panettone all’espresso napoletano e poi, naturalmente il classico milanese e le varianti ai frutti di bosco e alla mela annurca. Interessante anche i mostaccioli che hanno una lavorazione diversa dal solito appresa da uno dei suoi maestri, che non troviamo solo nella versione classica al cioccolato fondente, ma anche nelle versioni ripiene. A tutto questo, si aggiungono i roccocò, gli struffoli, la pastiera, le cassate, i raffaiuoli e tante altre prelibatezze di cui, alcune innovative che Armando preparerà proprio nei giorni prossimi alle festività natalizie.

La sua è una di quelle storie che affascinano per il coraggio di rimanere in un piccolo centro senza il desiderio di andare altrove per seguire i suoi sogni e poi per una determinazione non comune.

Armando Pascarella Pastry Chef
Pasticceria Primavera
Via Polvica, 87
Tel. 081 821 0687
333.6609441
Polvica di San Felice a Cancello (CE)

 

Un commento

    Massimo Pulito

    Già l’artigianale è un tutto dire! Questo poi, è da provare senza ombra di dubbio! Complimenti e buone feste!

    21 dicembre 2020 - 13:43

I commenti sono chiusi.