Azienda agricola di Roberto Ceraudo: un’isola di benessere nella Calabria del sud

20/3/2022 456
Roberto Ceraudo e Andrea De Palma
Roberto Ceraudo e Andrea De Palma

di Andrea de Palma

Roberto Ceraudo in contrada Dattilo a Strongoli ha da anni avviato un rinnovamento nello stile di produzione dei vini di Calabria. Un’azienda agricola modello, venti ettari fra uliveto e vigneti tutti a conduzione biologica disposti su dolci colline che guardano il mare traendone il suo respiro e i suoi umori.

Giro turistico
Giro turistico

Raggiungo Roberto in azienda e faccio fatica anche a trovarlo perché è immerso nella bottaia a sistemare i tagli per il futuro imbottigliamento.

Ceraudo vini in degustazione
Ceraudo vini in degustazione

Accoglienza classica da contadino vissuto, che fatica tutto il giorno ma ha sempre un sorriso ed una stretta sincera di mano per tutti…

Giro turistico fra vigneti e uliveto
Giro turistico fra vigneti e uliveto

Avevo conosciuto Roberto in uno dei tanti Vinitaly; persona tranquilla con un approccio da fratello maggiore, parole cadenzate e tanta modestia.

Ceraudo ulivo millenario
Ceraudo ulivo millenario

Mi racconta del suo incidente durante i lavori in campagna e la conseguente sua ospedalizzazione a causa di un uso eccessivo di concimi chimici che gli causarono una intossicazione e, da qui la scelta di passare al biologico,  a una gestione tradizionale dei vigneti e degli uliveti.

Ulivo millenario
Ulivo millenario

Tutto questo avveniva negli anni novanta, oggi l’azienda agricola Ceraudo è un fiore all’occhiello della Calabria, apprezzata da tanti per i suoi vini e per il suo olio extravergine.

Ad aiutare papà Roberto, Caterina che guida un ristorante stellato da dieci anni e la sorella Susy, due future imprenditrici che già hanno ben chiare le idee.

Peccato che il ristorante era chiuso e riapre ad Aprile, come anche le camere, per godere di un territorio unico.

Il viaggio era funzionale a conoscere i vari vitigni calabresi come il Gaglioppo rosso e il Pecorello bianco. Tutte le lavorazioni in vigna sono senza l’uso di concimi chimici, solo inerbimento e pratiche ancestrali.

Cerauda Grisara
Cerauda Grisara

Le fermentazioni sono sempre spontanee senza uso di lieviti aggiunti e il risultato è di vini veri, sinceri, dalla personalità che emerge chiara nei profumi come le note tipiche di affumicato del Gaglioppo da cui nasce il Dattilo con note nette di spezia nera e frutto intenso come la ciliegia. Notevole il corredo tannico che però sono uniformi e piacevoli, anche perché arrotondati dal lungo invecchiamento in botti grandi.

Rosato Grayasusi
Rosato Grayasusi

Grande sorpresa è stato il Pecorello da cui nasce il Grisara con nuance di agrumi e fiori di zagare mi ha ricordato molto il Pecorino abruzzese ma di cui non ha nessuna parentela, dal gusto fresco e piacevole, ideale per abbinamenti con piatti di mare.

Ceraudo Dattilo
Ceraudo Dattilo

Altra piacevole scoperta sono le enormi e millenarie piante di ulivo delle cultivar Carolea, Fidelia e Tonda di Strongoli che danno vita a olii Evo molto eleganti dal fruttato medio e dal gusto equilibrato fra piccante e amaro, tutti lavorati nel frantoio privato.

https://www.ceraudo.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.