Caccavelle ripiene in cocotte

16/3/2017 711

Caccavelle ripiene in cocotte
Caccavelle ripiene in cocotte

Caccavelle ripiene in cocotte

Ricetta di Maria Grazia Trocini

  • 0.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per Per 4 persone persone

  • n.1 confezione di 4 "Caccavelle della Fabbrica della Pasta di Gragnano";
  • n.1 confezione di "I Puntiglius" ( occorrono circa 300 g)
  • 1 Kg di pelati
  • 300 g di tritato di maiale
  • n.1 aglio
  • n.1 peperoncino aromatico poco piccante
  • 200 g di besciamella
  • olio e.v.o. q.b.
  • 200 g di pisellini congelati o freschi (stufati con pochissima cipollina di Tropea fresca e l'aggiunta di prezzemolo tritato a fine cottura)
  • 100 g circa di mozzarella o caciocavallo
  • Pecorino grattugiato q.b.

Preparazione

Prodotti utilizzati

Una confezione di 4 "Caccavelle della Fabbrica della Pasta di Gragnano"
Una confezione di "I Puntiglius" ( occorrono circa 300 g); pelati fatti in casa; peperoncino calabrese; olio e.v.o. non filtrato; pecorino romano; caciocavallo silano.
Preparazione

Avviare la cottura del sughetto, inserire in una pentola 3 cucchiai di olio e.v.o., un aglio tagliato in 4 pezzi che poi verrà eliminato, il peperoncino aromatico e lasciare insaporire fino a quando non si inizia a sentire il profumo, non soffriggere o lasciare dorare altrimenti risulta troppo forte. Aggiungere il tritato di maiale e lasciare leggermente soffriggere fino a quando il sangue scompare.
Inserire, a questo punto, i pelati passati con il passa verdura, salare e lasciare sobbollire, lentamente, ripeto lentamente a fuoco dolcissimo per circa due ore.
Nel frattempo cuocere i pisellini e preparare la besciamella (o comperarla già pronta io la faccio in casa).
Quando il sugo è cotto e freddo inserire nello stesso la besciamella, i pisellini ed il caciocavallo o mozzarella tritati, se non è freddo aggiungere il formaggio all'ultimo minuto!
A questo punto cuocere i due formati di pasta, giustamente sulle confezioni è indicato il tempo di cottura utile a Gragnano, ma occorre seguire il proprio istinto e cuocerli al dente a seconda di dove ci si trova se al mare o in montagna, quindi dico solo di cuocere al dente le "Caccavelle" ed i "Puntiglius".
Mettere un pochino di sugo semplice nella cocotte monoporzione o in una teglia e posizionarvi le caccavelle.
Una volta cotti "I Puntiglius" al dente, rigirarli nella pentola con il sughetto completo, aggiungere il caciocavallo tritato o la mozzarella e versarlo nelle Caccavelle, spolverare con il pecorino grattugiato e mettere in forno a gratinare per alcuni minuti.

Tempo di preparazione: 4 ore

Vini abbinati: Cirò Ippolito rosso

Un commento

    Marcello

    (17 marzo 2017 - 10:09)

    chiedo venia, ma che sono sti “Puntiglius”?

I commenti sono chiusi.