Danze della Contessa Nardò Rosso Doc 2016 – Bonsegna | Vino arrivato secondo a Radici del Sud 2017 col millesimo 2015

16/3/2018 483
Danze della Contessa Nardo' Rosso Doc 2016 Bonsegna
Danze della Contessa Nardo’ Rosso Doc 2016 Bonsegna

di Enrico Malgi

Non è raro il caso che alla prestigiosa manifestazione di Radici del Sud alcune etichette riescono a replicare i premi conseguiti in più edizioni e per di più con le scorte dei millesimi vincenti subito esaurite. Proprio com’è successo, tra l’altro, all’azienda Bonsegna di Nardò che nel 2016 conquistò la seconda piazza con l’etichetta Danze della Contessa Nardò Rosso Doc 2014 che andò subito a ruba, tanto è vero che dovetti reportare l’anno successivo. Ed analogamente è capitato lo stesso anche all’edizione 2017 con l’identica bottiglia datata 2015 classificatasi in seconda posizione, così come hanno sentenziato i giudici dei Wine Buyers, e non più disponibile. Ed allora ho dovuto ripiegare sull’annata 2016 per la mia consueta degustazione.

Controetichetta Danze della Contessa Nardo' Rosso Doc 2016 BonsegnaControetichetta Danze della Contessa Nardo' Rosso Doc 2016 Bonsegna
Controetichetta Danze della Contessa Nardo’ Rosso Doc 2016 Bonsegna

Classico blend salentino e neritino di negroamaro all’80% e saldo di malvasia nera. Maturazione in acciaio per otto mesi ed elevazione in bottiglia per altri tre mesi. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale della bottiglia di appena 8,00 euro, un affarone!

Cromatismo rosso rubino, con lampi purpurei. Il bouquet che si presenta al naso per la scansionatura olfattiva è espansivo e di grande naturalezza e risulta canonicamente pregnante di umori fruttati di ciliegia, di prugna, di mirtillo e di mora. Misurate le impronte floreali e vegetali di ottima caratura. Cotè sapido, minerale e lievemente speziato. L’attacco del sorso in bocca presenta una tensione morbida, vellutata ed elegante, legittimata e confermata da un’impalpabile ed affusolata trama tannica. Calibrata vitalità gustativa, polposa e profonda. Arioso soffio di freschezza che spira per tutto il cavo orale. Personalità armonica e bene equilibrata. Tocco finale evoluto, appagante e leggermente amarognolo come da copione. Buona serbevolezza. Da abbinare a carni rosse e bianche e pesce in guazzetto.

Sede a Nardò (Le) – Via A. Volta, 17
Tel e fax 0833 561483
[email protected]www.vinibonsegna.com
Enologo: Alessandro Bonsegna
Ettari vitati di proprietà: 25 – Bottiglie prodotte: 150.000
Vitigni: negroamaro, malvasia nera e bianca, primitivo, sangiovese, cabernet sauvignon, garganega e chardonnay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *