Dieci vini italiani per la pizza margherita

13/9/2020 2.7 MILA
Vino e pizza margherita
Vino e pizza margherita

di Adele Elisabetta Granieri

Soltanto pomodoro, mozzarella e basilico. La mano dei pizzaioli migliori si riconosce proprio da questa pizza: solo i più capaci riusciranno ad armonizzare ingredienti semplici con un impasto gustoso, dalla giusta consistenza e cotto alla perfezione. Ma che vino si abbina alla Margherita? Il pomodoro si traduce in una certa tendenza acida, che non deve essere ulteriormente accentuata dal vino, ma nemmeno soffocata con espressioni troppo cariche di alcol o tannini, di conseguenza sono da evitare sia bianchi troppo taglienti che rossi troppo corposi e tannici e prediligere piuttosto rossi delicati, da servire rigorosamente freschi, e rosati decisi e di carattere.

Ecco dieci etichette italiane che fanno da accompagnamento perfetto:

–           Burlotto, Pelaverga di Verduno: un antico vitigno autoctono piemontese, la cui produzione è molto limitata, ma la cui popolarità è in continua ascesa. Un vino dai profumi di fragolina e ribes, con un leggero tocco pepato ed un sorso fresco e succoso.

Pelaverga Burlotto
Pelaverga Burlotto

–           Cantina della Volta, Lambrusco di Sorbara “Rimosso”: è la versione più semplice e immediata dei vini di Christian Bellei, perfetta sulla pizza. Un Lambrusco dalla spuma fine e generosa, in cui le note di piccoli frutti rossi e i delicati accenni erbacei emergono da un profilo fresco e sapido, di buona persistenza.

Vino e pizza margherita
Vino e pizza margherita

–           Zucchi, Lambrusco di Sorbara “Rito”: a San Lorenzo, nel cuore della campagna modenese, la famiglia Zucchi produce Lambrusco da 50 anni. “Rito” ha un bel colore corallo intenso, un bouquet di fiori di biancospino, ribes e lampone e un sorso goloso e dissetante

–           Ampeleia, “Unlitro”: dalla costa toscana, un blend di alicante, carignano e alicante bouschet dai profumi di amarena, foglie di fico e macchia mediterranea, con un sorso tanto succoso da dover essere proposto nel formato da un litro

–           Tenuta I Fauri, Cerasuolo d’Abruzzo “Baldovino”: vino quotidiano per eccellenza, generoso e immediato, diretto e senza fronzoli. Un rosato che profuma di melograno e ciliegia, con delicati sbuffi di erbe aromatiche ed un sorso fresco e di carattere.

Cerasuolo Baldovino
Cerasuolo Baldovino I Fayri

–           Cantine Astroni, Piedirosso dei Campi Flegrei “Colle Rotondella”: i Campi Flegrei fanno da culla a questo delizioso rosso dalle note di ribes e geranio e delicati sentori minerali, che sono preludio di un sorso dissetante e salino

Vino e pizza margherita
Vino e pizza margherita

–           Sorrentino, Piedirosso “7 Moggi”: ancora Piedirosso, ma stavolta coltivato alle pendici del Vesuvio. Un vino dai delicati richiami di ciliegia e foglia di pomodoro e soffuse note minerali, con un sorso fresco e saporito

7 Moggi igt Pompeiano Biologico Sorrentino

–           Salvatore Martusciello, Lettere “Ottouve”: un blend di Piedirosso, Aglianico, Sciascinoso, Suppezza, Castagnara, Surbegna, Olivella e Sauca, secondo la più antica tradizione di abbinamento della pizza napoletana. Profumi di violetta e lampone caratterizzano questo vino della Costiera Sorrentina, dal succo irresistibile.

Gragnano Ottouve 2017
Gragnano Ottouve 2017

–           Varvaglione 1921, Rosa di Primitivo “Idea”: la piana di Manduria ci regala questo rosato da uve Primitivo, che profuma di melograno e ciliegia, con delicati sbuffi mentolati ed un sorso avvolgente e succoso, perfetto con il pomodoro

Vino e pizza margherita
Vino e pizza margherita

–           Cos, Frappato: nel cure del Cerasuolo, tra Acate e Vittoria, Giusto Occhipinti firma questo Frappato affinato in cemento. Un vino di grande carattere, dalle note di mora, fico d’India e scorza d’arancia e un sorso fresco e saporito, con una delicata trama tannica.

Vino e pizza margherita
Vino e pizza margherita

Un commento

    Francesco Mondelli

    Sarò Campano campanilista ma Ottouve di Martusciello credo sia il vino più centrato sulla Regina Margherita.Peccato per l’esigua quantità e per la difficile reperibilità sopratutto in pizzeria .FM

    14 settembre 2020 - 15:42Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.