Divus Montepulciano d’Abruzzo Dop 2017 Ciavolich 1853 | Vino arrivato secondo a Radici del Sud a giugno 2021

14/8/2021 515
Divus Montepulciano d'Abruzzo Dop 2017 Ciavolich
Divus Montepulciano d’Abruzzo Dop 2017 Ciavolich

di Enrico Malgi

E sono due, anzi tre! Si perché dopo il terzo posto conseguito a Radici del Sud a marzo 2021 col Montepulciano d’Abruzzo Fosso Cancelli Dop 2015, l’azienda Ciavolich 1853 di Loreto Aprutino ha addirittura triplicato i premi all’edizione di giugno 2021. L’etichetta Divus Montepulciano d’Abruzzo Dop 2017, infatti, ha conquistato la seconda piazza assoluta sia da parte della giuria dei Giornalisti Italiani e sia da parte di quella dei Giornalisti Internazionali. Un vero exploit, quindi, di un vino che è stato prodotto per la prima volta nel 1987.

Montepulciano in purezza lavorato in legno grande e piccolo per un anno. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di circa 20,00 euro. Bottiglie prodotte numero 35.000.

Controetichetta Divus Montepulciano d'Abruzzo Dop 2017 Ciavolich
Controetichetta Divus Montepulciano d’Abruzzo Dop 2017 Ciavolich

Nel bicchiere risalta un bel colore rosso rubino vivo. L’incipit dell’intrigante e variegato spettro aromatico è costellato da gradevoli profumi di tanta buona frutta rossa fresca, tonica e pimpante, sia della pianta e sia del sottobosco ed in modo particolare ciliegia e ribes che si ergono a marker varietali. In appresso si respirano poi sostanziose nuances vegetali e speziate e solo in minima parte afflati floreali, sovrastati come sono dalle note prettamente fruttate. In bocca il sorso è sublimato da percezioni eteree, aristocratiche, voluttuose, balsamiche e sapide. Ottima la spalla acida. Trama tannica esemplare per il gentile approccio palatale. Tattilità profonda, raffinata, polposa, morbida, fine, seducente, rotonda, equilibrata ed elegante. Legno ben dosato. Allungo finale decisamente persistente e godibile. Da abbinare ad un timballo di maccheroni ed agnello alla brace al modo abruzzese.

Sede a Loreto Aprutino (Pe) – Contrada Salmacina, 11
Tel. 085 8289002 –
[email protected]www.ciavolich.com
Enologo: Romano D’Amario
Ettari vitati: 35 – Bottiglie prodotte: 80.000
Vitigni: Montepulciano, Trebbiano, Pecorino, Passerina e Cococciola.