Domani è domenica su Rai Due! Angelica Sepe presenta il casatiello napoletano a Samanta Togni

27/3/2021 773
Angelica Sepe - il casatiello Napoletano
Angelica Sepe – il casatiello Napoletano

Sarà Annalisa Minetti l’ospite di Samanta Togni nella nuova puntata di “Domani è domenica!”, in onda sabato 27 marzo, alle 12.00, su Rai2. Insieme ripercorreranno la carriera incredibile della cantautrice e atleta, fatta di grandi vittorie ed una voglia di vivere straordinaria.
Protagonista ai fornelli, come di consueto, la “Canta-Chef” Angelica Sepe  realizzerà un piatto della domenica in previsione della prossima Pasqua: il casatiello napoletano. Con l’inviata Roberta Cannata, si andrà alla scoperta delle meraviglie del Veneto tra natura e cultura. Uno spazio speciale sarà dedicato alla forma fisica ed al benessere. Infine con la professoressa Maria Rita Parsi ed i protagonisti de Il Collegio, uno spazio dedicato ai ragazzi ed al momento particolare che stanno vivendo.

Nell’appuntamento di sabato 27 marzo di  “DOMANI E’ DOMENICA” la trasmissione di Rai2 condotta da Samanta Togni,  la cantaChef Angelica Sepe  svelerà ai telespettatori  tutti i segreti per realizzare uno speciale CASATIELLO

Angelica Sepe - il casatiello Napoletano
Angelica Sepe – il casatiello Napoletano

Ingredienti:

500 g di farina 0 Manitoba
500 farina 00
550 g acqua
150 g di strutto
10 g di lievito di birra (dose per una lievitazione “lenta”. Se si vuole velocizzare l’operazione, utilizzare 25  g di lievito e far lievitare per qualche ora)
1 cucchiaino di miele o zucchero
Sale  25 g
Pepe  qb
300-350 g di formaggi stagionati (pecorino e Parmigiano grattugiati, altri formaggi più morbidi, come il provolone del monaco, invece devono essere tagliati a cubetti)
300-350 g di salumi misti ((salame napoletano, coppa, prosciutto cotto e crudo, ciccioli di maiale
4 uova sode per l’impasto
3 per decorazione (crude oppure sode)
1 uovo (per spennellare il casatiello)

Preparazione:

Sciogliete il lievito in acqua tiepida con lo zucchero o il miele, poi unite la farina, il sale, il pepe, lo strutto e cominciate a impastare, a mano o nella planetaria.

Lavorate per una decina di minuti, fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo, simile a quello della pizza. Coprite l’impasto e fate lievitare circa 8 ore,  fino a che non sarà raddoppiato di volume (se invece avete utilizzato 25 gr. di lievito basteranno alcune ore).

Una volta lievitato, riprendete l’impasto e stendetelo su una superficie spolverizzata di farina, allo spessore di poco meno di un centimetro ricavandone una sfoglia ovale. Tenete da parte un pezzetto d’impasto che servirà per fare la “croce” sopra le tre uova.

Spennellate la sfoglia di impasto con poco strutto poi distribuite i formaggi e i salumi misti, tutto tagliato a cubetti. Aggiungete anche 4 uova sode sempre tagliate a cubetti.

Arrotolate l’impasto partendo dal lato lungo, chiudendo le due estremità tra di loro (o infilandole una dentro l’altra di modo che non fuoriesca del ripieno in cottura. Imburrate di strutto, o di burro, un “ruoto”, o uno stampo a ciambella di circa 35 cm. di diametro e 9 cm. di altezza, e posizionate l’impasto.

Spennellate il casatiello con l’uovo sbattuto, poi con le mani ricavate quattro fossette, dove metterete le restanti tre uova sode (o crude, se preferite).

Con la pasta tenuta da parte ricavate delle strisce di circa mezzo centimetro di larghezza e mettetele sulle uova a formare una croce, fissandone le estremità alla superficie della ciambella.

Fate lievitare ancora il casatiello, fino a che l’impasto raddoppi e comunque arrivi al bordo del ruoto (potrebbero essere necessarie diverse ore, a seconda della quantità di lievito utilizzata, anche un giorno intero).

Cuocete in forno caldo a 180°C per 45-60 minuti, o comunque fino a completa cottura. Per evitare che le strisce di pasta sulle uova brucino, dopo 30 minuti di cottura potete coprire il castello con un foglio di carta d’alluminio.

Buona Domenica delle Palme ♥