Parte la stagione ed ecco i nuovi piatti 2018 di Ernesto Iaccarino al Don Alfonso

20/4/2018 4.2 MILA
Don Alfonso
Don Alfonso, la cucina a vista

Don Alfonso
Corso Sant’Agata, 11-13

Tel.081.8780026
www.donalfonso.com
Sempre aperto, chiuso il lunedi  e chiuso a pranzo dal 15 giugno al 15 settembre
Menu tradizione 150 euro. Menù degustazione 18o euro. Alla carta sui 150/180 euro

Precursore di tutti i temi di cui si parla oggi: rapporto con i prodotti del territorio, stagionalità, centralità dell’olio d’oliva, degli agrumi e del pomodoro, acquisto di materie prime da fornitori storici o addirittura produttori in prima persona con l’azienda agricola Le Peracciole. Il Don Alfonso resta una esperienza al top in Italia.
Esperienza, perché il borgo nato nel 1973 e costruito mattone dopo mattone da Livia e Alfonso con immani sacrifici, navigando controcorrente nel territorio così come in Italia, è una esperienza che merita una giornata. Sostare nel giardino, partecipare alla scuola di cucina, visitare la cantina scavata nelle viscere del paese, cenare nella bella sala luminosa, dormire nelle camere eleganti. Un lusso? Si, ma alla fine accessibile soprattutto in rapporto alla qualità di una offerta memorabile, il più bel regalo che potete fare alla persona a cui volete bene.

Don Alfonso. Aperitivo
Don Alfonso. Aperitivo

Sono quasi vent’anni ormai che in azienda ci sono i figli Ernesto e  Mario che assicurano la continuità di una avventura umana straordinaria che ha segnato il riscatto dello stile alimentare mediterraneo. I piatti di Ernesto che presentiamo parlano di territorio, a partire dal pane e dall’orto biologico che ha un sapore che da solo vale il viaggio.

Don Alfonso, pane
Don Alfonso. Pane
Don Alfonso. Le verdure dell'orto biologico cotte e crude con gelato di piselli allo zenzero, croccante di barbabietola e vinaigrette al miele di Punta Campanella
Don Alfonso. Le verdure dell’orto biologico cotte e crude con gelato di piselli allo zenzero, croccante di barbabietola e vinaigrette al miele di Punta Campanella
Don Alfonso. Cannolo di dentice marinato allo yogurt di bufala, limone e peperoncino con un ceviche, con salsa di sesamo banco e verdure primaverili
Don Alfonso. Cannolo di dentice marinato allo yogurt di bufala, limone e peperoncino con un ceviche, con salsa di sesamo banco e verdure primaverili

Freschezza, leggerezza e capacità di estrarre gusto sono anche la cifra degli altri piatti, tra cui una rinfrescante zuppa d’aglio con il granchio proposta come primo piatto.

Don Alfonso. Zuppa di aglio in crosta di pane ai semi di papavero, granchio e santoreggia
Don Alfonso. Zuppa di aglio in crosta di pane ai semi di papavero, granchio e santoreggia

Sapori terragni, invece, con il nuovo ingresso, una pasta ripiena.

Don Alfonso. Plin ripieno di provolone di bufala con croccante di gianciale, cipolla di Montoro ai carboni vegetali ed emulsione di sedano rapa
Don Alfonso. Plin ripieno di provolone di bufala con croccante di gianciale, cipolla di Montoro ai carboni vegetali ed emulsione di sedano rapa
Don Alfonso. Il risotto con scampo crudo, caviale e ricci di mare
Don Alfonso. Il risotto con scampo crudo, caviale e ricci di mare

Il risotto non è nuovo, ma lo abbiamo chiesto perché è uno dei nostri preferiti in assoluto.

Don Alfonso. Tonno in crosta di pistacchio, rapa bianca ed emulsione di sentore di limoni
Don Alfonso. Tonno in crosta di pistacchio, rapa bianca ed emulsione di sentore di limoni

Grande tonno, un piccolo esemplare pescato in zona e proposto in tutta la sua semplicità. Il maiale del mare fa da contraltare a quello casertano, squisito, con il sapore concentrato nella pelle croccante.

Maialino nero con pelle croccante, agrodolce al tamardinso, sedano, pure di patate alla curcuma e chutney di cipolle rosse di Tropea
Maialino nero con pelle croccante, agrodolce al tamardinso, sedano, pure di patate alla curcuma e chutney di cipolle rosse di Tropea

Grande scuola poi in due fuori carta di caccagione, la grande passione di Alfonso.

Don Alfonso. Cacciaggione. beccaccia, amarene, purea di mela annurca e funghi pioppini e patate
Don Alfonso. Cacciaggione. beccaccia, amarene, purea di mela annurca e funghi pioppini e patate
Don Alfonso. Cinghiale con salsa di genovese e asparagi
Don Alfonso. Cinghiale con salsa di genovese e asparagi
Don Alfonso. Fichi secchi dl Cilento con crema di blu du capra e gelato di fiodilatte
Don Alfonso. Fichi secchi dl Cilento con crema di blu du capra e gelato di fiodilatte
Don Alfonso. Concerto ai profumi e sapori di limone
Don Alfonso. Concerto ai profumi e sapori di limone

CONCLUSIONI

Il Don Alfonso è una esperienza che tutti dovrebbero fare almeno una volta l’anno. La cucina tonica, il servizio perfetto ma non ingessato, la simpatia e la professionalità di Maurizio Cerio, grande sommelier, la sala dove tutto funziona come un orologio svizzero. Capire anche dove andare per essere moderni con piatti essenziali, di materia, non pasticciati, senza eccessi di fuochi artificiali.
Un due stelle Michelin che resta per me un Tre Stelle, che può guardare negli occhi sia in Italia che in Francia.

Don Alfonso
Don Alfonso, Maurizio Cerio
Don Alfonso
Don Alfonso, i vini