3 commenti

    lucab

    Nelle parole di Vissani per la perdita di una stella c’è un po’ di verità?
    O è soltanto un sproloquio?

    Certamente alcune affermazioni di Vissani sarebbero più credibili se lui le avesse fatte anche prima del declassamento.
    (Non ho controllato sul web se le avesse già esternate).
    Ma, comunque, ci fanno riflettere sul ruolo della michelin all’interno di un SISTEMA dove ci sono TUTTI:
    critica gastronomica, food blog, mass media, internet, influencer, marketing ecc…

    Mancano solo i CLIENTI, i CONSUMATORI:
    soggetti passivi da addomesticare… persuadere… manipolare.

    E poi si lamentano se Tripdvisor è un punto di riferinento per milioni di clienti nel mondo.

    Perché la guida michelin riguarda pochissimi
    clienti.

    7 novembre 2019 - 11:29Rispondi

    Riccardo sepe visconti

    È interessante notare come su 13 stelle complessivamente declassate in tutta Italia 4 di esse siano (state!…) campane. L’indizio di un cortocircuito tra gli ispettori della Guida rossa o il segnale di una generale fase di arresto della crescita del comparto gastronomico di tutta la Regione?

    10 novembre 2019 - 10:34Rispondi

    Mondelli Francesco

    Non credo visto che ne abbiamo guadagnato più di quelle perse.FM

    10 novembre 2019 - 14:29Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.