Emergente Sala 2019: Vince Gabriele Bianchi

30/10/2019 339
Emergente Sala 2019 Premiazione Gabriele Bianchi

Il Premio Emergente Sala 2019 è stato vinto da Gabriele Bianchi chef de rang a Villa Crespi a Orta san Giulio (NO), classe 95’, toscano di Cecina, è sempre stato legato al mondo della sala grazie ai genitori proprietari di attività ristorative. A 10 anni si è ritrovato a fare il primo caffè e da lì un percorso in ascesa che lo ha portato dopo varie esperienze importanti e il diploma all’istituto alberghiero a lavorare a Villa Crespi accanto al manager Massimo Raugi e allo chef Antonino Canavacciuolo. Il premio della critica è andato invece al giovane Davide Botter responsabile di sala di Villa Giulia Hotel Lago di Garda a Gargnano (BS).

La competizione finale nazionale si è svolta domenica 27 ottobre  ospitata nell’incantevole palazzo storico del Grand Hotel Plaza per condurre l’ultimo appuntamento del 2019 in una cornice di assoluto prestigio ed eleganza.

Emergente Sala 2019 Roma,
finalisti

Gli otto finalisti, 3 del Nord scelti a Merano durante l’ultimo Merano WineFestival, 2 del Centro proclamati a Siena e 3 del Sud, di cui 2 selezionati nella competizione che ha avuto luogo a Napoli a Castel dell’Ovo in concomitanza con la manifestazione Vitigno Italia ed 1 selezionato in Puglia durante la seconda edizione del FoodExp a Lecce, si sono sfidati a Roma per aggiudicarsi il titolo “EMERGENTE SALA 2019” ovvero il titolo di “Miglior Giovane Professionista di Sala under 30 d’Italia”.  

Due le prove molto complesse che i ragazzi hanno dovuto superare: una prova teorica dove hanno dovuto dimostrare le loro qualità di fronte ad una giuria di professionisti ed esperti del settore e una prova pratica con l’allestimento di una cena di “gara” nella prestigiosa sala principale del Plaza per giurati ed ospiti.

I Curatori del progetto  Luigi Cremona e Lorenza Vitali :  “ il servizio di Sala nella ristorazione contemporanea conta, secondo noi, almeno almeno il 51% del successo di un’attività nel settore dell’Ho.re.ca.  Mestiere determinante ma in passato tenuto in minima considerazione, oggi vive un momento di grande attenzione. Noi, che andiamo “a caccia” da sempre di giovani talenti in cucina, non potevamo non declinare la nostra passione da ricercatori di giovani promesse anche nel mondo dell’ospitalità.”

Hanno partecipato alla durissima selezione finale anche: Stefano Grandis responsabile di sala a El Coq a Vicenza, Carlotta Cenedese chef de rang di Materiaprima Osteria Contemporanea a Pontinia (LT), Gianmarco Panico chef de rang del Mirabelle Restaurant di Roma, Giuseppe Zuottolo assistant restaurant manager dell’Olivo Restaurant di Anacapri (Na), Alessandra Quattrocchi sommelier del Ristorante Modì a Torregrotta (Me) ed infine Gianmarco Merazzi responsabile di sala e patron presso Osteria degli Spiriti a Lecce.

Emergente Ricevimento 2019 Roma Finalisti

La novità di quest’anno pero è stata la prima edizione di Emergente RICEVIMENTO nella stessa giornata e la selezione è avvenuta in collaborazione con Federalberghi Roma. Le figure che accolgono il viaggiatore all’ingresso di un hotel rappresentano sovente il primo sorriso di benvenuto di una città e l’ultimo saluto prima che l’ospite si commiati dopo aver pagato il conto. Gli addetti al Ricevimento sono l’esatto alter ego in hotel del cameriere in un ristorante.

Due i concorrenti selezionati che accedono alla finale che si svolgerà sabato 25 gennaio 2020 nel contesto della manifestazione “Albergatore Day” alla Nuvola all’Eur, in collaborazione con Federalberghi Roma: Benedetta De Pascale Shift Leader presso Hotel Vilòn Roma *****L Small Luxury Hotels of the World e Simone Valestro Front Desk Agent di Le Méridien Visconti ****, Roma.

Hanno partecipato alla gara: Benedetta Alessio, addetta al ricevimento del Regina Hotel Baglioni *****L Via Veneto a Roma, Giulia Erario addetta al ricevimento presso Domitea Business Hotel ****di Roma, Nicolas ***, Maite Bento Da Silva Shift Leader Le Meridien Visconti ****di Roma.

Prezioso ed indispensabile il supporto dei partner che ci hanno accompagnato in questa occasione: Caffè Kimbo, Acqua Filette, i vini della Famiglia Cotarella, le bollicine del Consorzio del Prosecco Doc, il Pastificio dei Campi, il Consorzio del Parmigiano Reggiano, Olitalia, Urbani Tartufi, Procarni ed i vini di Vinea Domini e Extré Champagne.

Un commento

    Francesco Mondelli

    Indegnamente cooptato nella giuria il risultato mi trova d’accordo In entrambe le gare.Gabriele Bianchi è un professionista completo con in più il valore aggiunto della sua passione per il the su cui a breve uscirà un suo libro.Ho molto apprezzato anche Giuseppe Zuottolo che ,partito come semplice lavabicchieri,con impegno curiosità e determinazione si è fatto largo in un ambiente molto selettivo.Bravissima Benedetta de Pascale sorridente di bella presenza che giornalmente ha a che fare con la clientela più esigente cioè quella degli Hotel extra lusso.FM

    30 ottobre 2019 - 12:25Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.