Enzo Coccia celebra Diego Armando Maradona con la sua pizza

5/7/2017 950
Il Maestro Coccia e la Margherita in onore di Maradona
Il Maestro Coccia e la Margherita in onore di Maradona

Enzo Coccia, punto di riferimento per la cultura della vera pizza napoletana artigianale in Italia e nel mondo, celebra Diego Armando Maradona, il campione argentino che ha fatto la storia del calcio napoletano e mondiale.

Ieri sera durante l’esclusiva serata in onore del Pibe de Oro al ristorante Villa D’Angelo, simbolo riconosciuto dell’eleganza e della tradizione campana, il Maestro Pizzaiolo Enzo Coccia ha proposto agli ospiti il suo “monoprodotto” pizza dedicando a uno dei calciatori più amati di tutti i tempi una delle pizze più amate di sempre: la Margherita!

Per l’occasione, l’artigiano della pizza napoletana ha creato una speciale pizza tricolore: i sapori tipici della gastronomia napoletana, le materie prime di altissima qualità del territorio e la profonda conoscenza della tecnica e della tradizione hanno permesso a Coccia di offrire ciò che di meglio Napoli e la Campania regalano.

Enzo Coccia dichiara: “Il calore e la cordialità di Napoli celebrano da sempre Maradona e lo faranno anche oggi durante la cerimonia ufficiale. Ieri sera ho avuto l’onore di fare gustare un prodotto unico, squisito e irrinunciabile come la vera pizza napoletana al mio idolo. Con ciascuna Margherita ho cercato di trasmettere tutta la mia napoletanità e tutto il mio cuore azzurro al grande campione che ha fatto la storia della mia città, che da oggi è ufficialmente anche sua”.

 

4 commenti

    Luciana

    (5 luglio 2017 - 19:18)

    Si è messo a livello di un Sorbillo qualsiasi .. almeno avesse avuto un po’ di fantasia nella scelta degli ingredienti .

    luca

    (5 luglio 2017 - 20:23)

    Luciana,
    Navigando nel mitico WEB 2.0 ho visto che Sorbillo per questa estate è impegnato in 3465 eventi, tra piccoli e grandi.
    Anche se dovesse andare in vacanza lo staff del marketing(che lavora pure di notte) ha trovato il modo di trasformare i suoi giorni di ferie in promozione, propaganda, pubblicità ecc…Pensa che è in programma anche una puntata all’Onu con una pizza speciale appositamente studiata.

    Napoli ha voglia di Re.

    Ma credetemi Sorbillo a Napoli non è Maradona.

    marco

    (5 luglio 2017 - 20:39)

    ma magari…. pagherà tutte le tasse… cosa che il pibe mi pare non abbia fatto ?!?!

    Francesco Sansone

    (5 luglio 2017 - 23:18)

    Ma questa vi sembra una notizia degna di nota? Io comunque non ci vado da uno che pensa di invogliarmi scrivendo su una pizza con dei pezzetti di formaggio… Ma davvero qualcuno pensa che basti evocare il nome di Maradona per ottenere clienti? Dimostra una visione misera della capacità critica dei napoletani…

I commenti sono chiusi.