Fiano di Avellino 2016 Guida Marsella

9/8/2019 938
Marsella
Marsella 2016

Teorema numero uno sui vini della Campania e dell’Irpinia: chi si ferma va più avanti degli altri. Svolgimento. Era il lontano 1999 quando Guido Marsella presentò sul mercato il bianco del 1997, respinto con perdite da tutti i ristoratori tranne due: Don Alfonso 1890 e Mario Riccardi della Cantinella del Mare. Anno 2014, ora che diverse aziende irpine finalmente fanno fare un anno di attesa al Fiano Marsella passa a due. Ed eccolo allora, il 2016 di Guido Marsella lo beviamo da Nonna Sceppa a Paestum, la grande trattoria da sempre vetrina del meglio dei vin campani. L’ennesima prova di forza del piccolo viticoltore, il suo Fiano anche in questa edizione gioca di potenza olfattiva anticipando un percorso che sicuramente sarà memorabile. Note di mela, ma anche fumè, al palato trionfa la freschezza che bilancia l’alcol con un finale lungo, preciso e infinito. Un vino imperdibile che vi accompagnerà per tutta la vita, per quanto lunga possa essere.

2 commenti

    Francesco Mondelli

    Concordo.Annata che darà grandi soddisfazioni non solo ai produttori ma sopratutto a noi “santi”bevitori.Fiano dipendente da sempre sono felice di avere a disposizione tante etichette da bere con piacere e soddisfazione.FM.

    9 agosto 2019 - 05:49

    Marcello

    Il fiano di Marsella number 1, come da prassi…

    10 agosto 2019 - 09:59

I commenti sono chiusi.