Giardini del Fuenti, Il Limoneto

30/8/2021 1.5 MILA
FUENTI
Il Limoneto, lo chef

di Francesca Faratro

Giardini del Fuenti, in Costiera Amalfitana, dopo qualche anno dall’apertura, è in forte crescita e oggi Il Limoneto fa compagnia al ristorante Riva del Fuenti del beach Club, elegante e allo stesso tempo informale, uno spazio open air inaugurato lo scorso giugno e fra splendidi alberi di limoni.

FUENTI - Il Limoneto
FUENTI – Il Limoneto

Unicamente all’esterno e fruibile solo a cena dal venerdì alla domenica, è un luogo che accoglie e coccola, con uno staff di sala  coordinato dal maitre sommelier Aldo Berti, che dopo tante esperienze fra Italia ed estero ha deciso di stabilirsi in Costiera.

Al comando della brigata uno chef giovane ma esperto e contraddistinto da una grande umiltà. Michele De Blasio, originario di Sarno, professionista con tappe in diversi stellati di tutto il mondo.  Appassionato della Costiera, dei suoi profumi, della sua materia prima.
A spronarlo, sin dall’inizio, la proprietà, la famiglia De Flammineis con Alessandra e Pierluigi, padroni di casa ospitali ed ormai esperti nel settore ricettivo.
Un vero e proprio sogno eroico, il loro, che sta prendendo pian piano forma tra i terrazzamenti sul mare, dagli orti alla vigna, fino a quello che sarà il nuovo ristorante gourmet.

Il benvenuto dello chef è croccante e goloso: cialde di parmigiano 24 mesi vacche rosse tirate in maniera certosina, a forma di foglia, accompagnate da una crema al limone bruciato e servite su erbe e foglie, un po’ per ricordare la magnificenza della natura che circonda. Dall’altra parte una sfoglia di tapioca al nero di seppia con pomodoro secco.

FUENTI - Cialde di parmigiano 24 mesi vacche rosse con crema al limone
FUENTI – Cialde di parmigiano 24 mesi vacche rosse con crema al limone
FUENTI - Sfoglia di tapioca al nero di seppia con pomodoro secco
FUENTI – Sfoglia di tapioca al nero di seppia con pomodoro secco

Lo champagne è H.Goutorbe  Cuvèe Prestige, Brut, Premier Cru.

FUENTI - H.Goutorbe Cuvèe Prestige, Brut, Premier Cru
FUENTI – H.Goutorbe Cuvèe Prestige, Brut, Premier Cru

Un buon cestino del pane, con quello ai grandi antichi, sapido sulla crosta ben cotta e croccante in superficie,  morbido e ben lievitato all’interno. Non da meno ma sulla linea più classica quello bianco al lievito madre con patate, mentre i grissini ben tirati sono all’olio e da accompagnare al burro montato dei Monti Lattari, servito con polvere di salicornia.

FUENTI - Il pane
FUENTI – Il pane
FUENTI - Il pane ai grani antichi
FUENTI – Il pane ai grani antichi

Il pasto comincia con un’ostrica irlandese servita con cicoli, connubio che  gioca sulla sapidità ben equilibrata, servita con il Blanc de Blancs di Paillard. Segue una tartare di manzo, con una cialdina al parmigiano accompagnata dal rosè di Perrier Jouët.

FUENTI - Ostrica con cicoli
FUENTI – Ostrica con cicoli
FUENTI - Blanc de Blancs di Paillard
FUENTI – Blanc de Blancs di Paillard
FUENTI - Tartare di manzo
FUENTI – Tartare di manzo
FUENTI - Rose' di Perrier Jouet
FUENTI – Rose’ di Perrier Jouet

La ricciola cruda, esalta il pomodoro, mentre la salsa di accompagnamento è la puttanesca, con il sapore dominante di olive e capperi. Qui in abbinamento c’è il Puntacroce di Raffaele Palma, annata 2012, mentre Pietramarina di Benanti accompagna l’uovo di Parisi. Il solo tuorlo viene utilizzato da crudo, con la cipolla ossidata, somigliante al classico ragù alla genovese.

FUENTI - Ricciola alla puttanesca
FUENTI – Ricciola alla puttanesca
FUENTI - Puntacroce di Raffaele Palma 2012
FUENTI – Puntacroce di Raffaele Palma 2012
FUENTI - Uovo di Parisi con cipolla ossidata e sedano rapa
FUENTI – Uovo di Parisi con cipolla ossidata e sedano rapa
FUENTI - Pietramarina di Benanti
FUENTI – Pietramarina di Benanti

La declinazione del tonno è un piatto di tecnica, in ricordo di quello sott’olio. Il trancio di filetto viene cotto a bassa cottura e servito con una ciliegia cotta in osmosi in una riduzione di distillato di aceto balsamico, accompagnato da una maionese di ventresca di tonno ed erba cipollina. Con questo piatto c’è il Fiorduva di Marisa.

FUENTI - Filetto di tonno con maionese di ventresca
FUENTI – Filetto di tonno con maionese di ventresca
FUENTI - Fiorduva
FUENTI – Fiorduva

La carne è una manzetta, di soli tre anni, cotta con la sua salsa ed accompagnata da una millefoglie di patate ed argento edibile mentre il vino è Vigna Grande Cerzito 2015 di Quintodecimo.

FUENTI - Manzetta con millefoglie di patate
FUENTI – Manzetta con millefoglie di patate

Il pre-dessert rinfresca e rilassa. Riporta la mente alla spiaggia quando, tranquilli, si assapora il gelato in riva al mare. E’ un sorbetto ai frutti rossi con sfoglia di vaniglia con una croccantezza che non dispiace.

FUENTI - Sorbetto ai frutti rossi
FUENTI – Sorbetto ai frutti rossi

Esplosiva la “nocciola”, il dolce dalla forma sferica che fa concludere con golosità il pasto. E’ un dessert con un cuore di nocciola in due versioni: ci sono un cremoso ed una bavarese. Il tutto ricoperto da una glassa al cioccolato fondente ed amaro del Capo e una base di Pailletè Feuilletine.

FUENTI - Vigna Grande Cerzito 2015
FUENTI – Vigna Grande Cerzito 2015
FUENTI - La nocciola
FUENTI – La nocciola

Per degustare l’altro dolce c’è bisogno di fantasia e di curiosità: è un “babà con crema”, in ricordo del tradizionale lievitato napoletano e ricreato con la frutta in osmosi.

FUENTI - Baba' e crema
FUENTI – Baba’ e crema

La pesca ricorda la crema alla strega mentre la mora la morbidezza della spugna dolce.

Finale con Quota 101 “Il Gelso di Lapo”,  passito Fior d’Arancio dei Colli Euganei.

FUENTI - Quota 101 Il Gelso di Lapo, passito Fior d’Arancio dei Colli Euganei
FUENTI – Quota 101 Il Gelso di Lapo, passito Fior d’Arancio dei Colli Euganei

Una esperienza appagante in un posto da sogno, dove in cucina c’è grande tecnica che accompagna, senza mai nasconderli, i sapori del territorio.

FUENTI - Lo chef a sin. con il maitre a dx.
Giradini del Fuenti, lo chef e il maitre del Limoneto

Giardini del Fuenti
“Il Limoneto”
SS163 Amalfitana KM 47+300
Vietri Sul Mare – 84019 (SA)
Mob. +39 3511575445
www.giardinidelfuenti.com

 

Un commento

    FRANCESCO MONDELLI

    Bollicine e grandi vini(fa piacere ritrovare un Fior D’Arancio che va volentieri a nozze col dottato bianco Cilentano)parlano di un accurato lavoro del maitre o chi per esso.Sinceramente sulla cucina ho qualche perplessità se non altro perché la “Divina Costiera”ne esce un po’ penalizzata e a volte nascosta da ingredienti secondo il mio modesto parere non propio pertinenti FM

    31 Agosto 2021 - 06:58

I commenti sono chiusi.