Gruppo Piccola Napoli: Guinnes World Record Torre Annunziata

10/10/2019 746
La Piccola Napoli - Consegna Targa
La Piccola Napoli – Consegna Targa

Obiettivo da Guinnes World Record quello presentato alla stampa oggi presso il Gran Caffè “La Caffetteria” di Piazza dei Martiri dall’Associazione Gruppo La Piccola Napoli, capeggiata dai maestri pizzaioli Paco Linus e Enzo Fiore: 12.000 pizze da sfornare in 24 ore.  L’iniziativa, prevista per il 20 ottobre sul lungomare di Torre Annunziata, vedrà protagonisti 40 maestri pizzaioli provenienti da tutta la Campania che tenteranno di battere il record di 11.000 pizze sfornate in 24 ore, detenuto dai pizzaioli argentini.

Gruppo La Piccola Napoli

“Vogliamo riappropriarci del record di pizze sfornate in 24 ore – ha detto Paco Linus, presidente dell’Associazione – che l’anno scorso conseguimmo in Svizzera con 10.200 pizze. Abbiamo scelto Torre Annunziata perché è la città simbolo dell’arte bianca, infatti in passato esistevano ben 60 tra molini e pastifici”

Presente anche il sindaco della città portuale, Vincenzo Ascione, che si è espresso entusiasticamente in merito alla manifestazione:

“Abbiamo scelto di inserire l’iniziativa dell’Associazione all’interno della quattro giorni di celebrazione della festa dedicata alla Madonna Della Neve. Valorizzeremo due eccellenze del nostro territorio: la pizza e il porto di Torre Annunziata”

Pizza, aggregazione e risvolto sociale. Questi i leitmotiv della conferenza stampa: << una parte delle 12.000 pizze verrà destinata alle associazioni presenti sul territorio che assistono le famiglie bisognose, un’altra parte verrà venduta e l’incasso sarà devoluto a un’associazione che si occupa di fibrosi cistica, un tema a cui noi siamo molto vicini>> ha spiegato il vicepresidente del Gruppo La Piccola Napoli Enzo Fiore.

La Piccola Napoli e i giornalisti
La Piccola Napoli e i giornalisti

“Al di là della vittoria, questo è un momento esemplare di aggregazione. Un evento che vedrà oltre 40 pizzaioli uniti per un unico obiettivo a dimostrazione del fatto che la comunità campana di pizzaioli può lavorare in sinergia, a discapito del contrasto che si pensa esistere tra di noi>> ha suggerito il già campione mondiale del Trofeo Caputo Valentino Libro.

Dunque, quello che si prospetta è un evento dagli alti valori etici e sociali. Un evento fatto da giovani che unendo le forze cercheranno di valorizzare anche i prodotti della nostra terra– come ha suggerito Anna Capasso, madrina e ospite musicale della serata.

Infatti sponsor dell’iniziativa saranno le farine del Molino Scoppettuolo, il pomodoro San Marzano di Solania e il fiordilatte di Orchidea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.