I nove vini rosati siciliani da non perdere questa estate

20/8/2021 1.3 MILA
Drink Pink in Sicily
Drink Pink in Sicily

di Adele Elisabetta Granieri

Ci si può imbattere in deboli tonalità ramate o rosa ciliegia più intensi, in delicate nuances cipria che strizzano l’occhio alla Provenza, fino ai quasi rossi: i rosati siciliani sorprendono per varietà e sfumature, a seconda del tempo di macerazione e delle caratteristiche del vitigno.

Drink Pink in Sicily ha rappresentato l’occasione per tastare il polso del comparto produttivo regionale, che punta sempre di più sulla vinificazione in rosa. Creato e coordinato da Gea Calì e ospitato in terra etnea sulle storiche terrazze di Barone di Villagrande a Milo, l’evento ha messo insieme un’ottima selezione delle migliori referenze regionali declinate in rosa, tra vini fermi e bollicine: 110 etichette a base di vitigni autoctoni siciliani come Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio, Nero d’Avola, Nocera e Frappato, in degustazione e l’affaccio più suggestivo del versante Est dell’Etna a fare da palcoscenico per un pubblico di appassionati e operatori del settore. Il format semplice, con i banchi d’assaggio ripartiti in aree geografiche tra Etna, Val Demone, Val di Mazara e Val di Noto, e le masterclass a tema, con degustazione di annate vecchie, hanno convinto anche i più scettici che il rosato, quando realizzato con cognizione di causa, è un vino di grande carattere e fortemente identitario, talvolta inaspettatamente longevo, che spesso stupisce per complessità e che ricopre una posizione assolutamente propria e definita nella scelta a tavola.

Drink Pink in Sicily
Drink Pink in Sicily

Grandi conferme e scoperte entusiasmanti tra i banchi di degustazione, con i vini del vulcano come protagonisti. Tra gli assaggi più interessanti:

Ecco allora i migliori vini rosati siciliani

–           I Custodi delle Vigne dell’Etna, Etna Rosato Doc “Alnus” 2020:  Salvo Foti, guru della viticoltura etnea, firma questo rosato a base di Nerello Mascalese (80%) e Nerello Cappuccio (20%), che nasce in Contrada Morganazzi, nei pressi di Castiglione di Sicilia. Un vino che profuma di ribes e pesca gialla, con soffusi sbuffi di timo e mentuccia e un sorso succoso ed energico.

–           Ayunta, Terre Siciliane Igt Nerello Mascalese Rosato 2019: Un Nerello Mascalese in rosa che nasce a 700 metri sul livello del mare, nel comune di Randazzo. Si apre su note di scorza d’arancia e rabarbaro, per poi lasciare spazio ad intensi richiami di cera d’api e ad un sorso intenso e salino.

–           Guido Coffa, Etna Rosato Doc 2019: Nerello Mascalese con un piccolissimo saldo di Nerello Cappuccio e una macerazione con le bucce molto breve per questo rosato di Zafferana Etnea che profuma di melograno e fragolina di bosco.

–           Eno – Trio, Terre Siciliane Igt Nerello Mascalese Rosato 2020: nuances quasi da rosso per questo vino in cui le note di amarena e frutti di bosco lasciano trapelare intense sfumature minerali. Fresco, saporito e scattante il sorso.

–           Azienda Agricola Siciliano, “Rosato del Dottore”: nasce a 700 mt di altitudine questo rosato da Nerello Mascalese che profuma di arancia rossa e scorza di cedro, con intensi richiami di corteccia e terra bagnata e un sorso succoso e di grande personalità.

–           Cantina Malopasso, Etna Rosato Doc 2019: il versante Sud-Est dell’Etna regala questo Nerello Mascalese dai profumi di frutti rossi e mela cotogna, che si arricchisce di una delicata speziatura che si ritrova nel sorso pieno e verticale.

–           Palmento Costanzo, Etna Rosato Doc “Mofete” 2020: fiori di campo ed erbe mediterranee delineano il profilo olfattivo di questo rosato etneo dal sorso equilibrato ed elegante.

–           Gulfi, Sicilia Doc “Rosà” 2020: da uve Nero d’Avola che nascono nel territorio di Pachino, un rosato dalle note di amarena e violetta, con soffusi ricordi balsamici ed un sorso carnoso e vibrante.

–           Barraco, Terre Siciliane Igt “Rosammare”2020: Da vigne di Nero d’Avola lambite dal mare di Marsala, nasce questo rosato dalle note di arancia rossa, macchia mediterranea e rosmarino ed un sorso saporito e salino.