Il Gruppo La Piccola Napoli ricevuto da Papa Francesco

20/11/2018 645
La Piccola Napoli
La Piccola Napoli

Una favola napoletana:in due anni costituiscono un gruppo su FB che conta oltre sessanta mila iscritti,costituiscono un’associazione con quasi cento iscritti con tanto di tabella che conta addirittura la partecipazione di Papa Francesco consegnata nelle mani del Pontefice a Piazza San Pietro.
Tutto nasce una sera di fine estate di due anni fa con un pizzaiolo con dal nome d’arte Paco Linus,sentendo la nostalgia di banco e forno decide di fondare una comunità,una community come si dice nel linguaggio di Facebook ,GPN Gruppo la Piccola Napoli.Il nome trae origine dal nome della sua prima pizzeria. “Subito si associarono gli amici pizzaioli Daniele Aiello ,Corrado Alfano,Pasquale Anacleria –racconta Paco Linus – a cui si sono aggiunti in seguito Vincenzo Fiore, Gennaro Tommasino e Massimo De Simone.”
Oggi ,a poco più di due anni dalla sua creazione, questo gruppo di intrepidi pizzaioli, che nel frattempo ha raccolto anche altre figure ristorazione ,tra chef,cuochi,maitre,addetti alla sala ,panificatori, pasticcieri e tanti,tanti appassionati, giungendo ad oltre 60 mila followers in tutte le parti del mondo,ha deciso di essere un’entità non solo virtuale ma riconosciuta,dando vita all’ Associazione GPN Gruppo  la Piccola Napoli.
“In questi due anni il Gruppo è stato protagonista di ben due Guinness World Record- afferma con orgoglio Paco Linus- il primo alla Mostra
D’Oltremare a Napoli con la pizza fritta più lunga del mondo,7 metri e 15 centimetri, e il secondo a Lugano in Svizzera con il maggior numero di pizze sfornate in una giornata ben 10170.”
Le novità non mancano perché è on line il sito internet su cui gli associati possono leggere novità ed eventi a cui l’associazione parteciperà e l’elenco di tutti gli aderenti.
Il gruppo si è dato anche un segno di riconoscimento con una sagoma del Vesuvio e due mani che condiscono una pizza rigorosamente margherita.
Il logo inserito in un cerchio contente le bandiere di tutto il mondo o quasi caratterizza la tabella identificativa che i membri del’associazione possono esporre fuori al locale dove lavorano o di cui sono titolari. “In pochi mesi oltre 80 pizzaioli da tutte le parti del mondo hanno chiesto l’affiliazione – precisano i membri del direttivo – e riceviamo richieste ogni giorno soprattutto dall’estero. Oltre alla partecipazione a manifestazioni ed eventi,daremo vita ad una Scuola per Pizzaiuoli le cui lezioni si terranno nelle pizzerie aderenti in modo da formare i ragazzi ai vari stili di impasti e di pizza. A supportare le nostre attività abbiamo molte aziende,tutte campane,che garantiscono agli associati sconti particolarmente convenienti sui prodotti che commercializzano.”
Oltre a partecipare ad eventi in Italia e all’estero,il Gruppo La Piccola Napoli sarà protagonista di un evento di beneficenza a Napoli a piazza Nazionale a favore della LIFC Lega Italiana Fibrosi Cistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.