Il Podere di Marfisa Wine Relais a Farnese

1/6/2019 1.3 MILA
Chef Marta Corbino
Chef Marta Cerbino

di Marina Betto

La Tuscia è conosciuta soprattutto per l’olio  e per le nocciole ma da questa terra laziale a nord di Roma proviene anche un ottimo vino. Su terreni di origine vulcanica vicino il lago di Bolsena nel viterbese sorge il Podere di Marfisa 23 ha. di terreno coltivato a cereali, olivi e uva di propietà della famiglia Clarici che qui era solita passare la villeggiatura e che oggi ha avviato una nuova attività che comprende anche un wine-relais con spa e un ristorante ” l’Unicorno” dove da poco opera una talentuosa chef Marta Cerbino.

La famiglia Corbino di Podere di Marfisa Wine Relais-SPA- Restaurant
La famiglia Clarici di Podere di Marfisa Wine Relais-SPA- Restaurant

Il richiamo alla storia del luogo ricco di testimonianze etrusche e poi regno di nobili famiglie romane come i Farnese e alla storia familiare con la dedica alla nonna Marfisa del podere sono testimonianza di quanto la famiglia Clarici sia radicata in questo luogo, di quanto lo ami e contribuisca oggi a farlo rifiorire. I vini Terre di Marfisa hanno tutti nomi etruschi: Athumi che è un vino rosso vuol dire “nobiltà”, Zamathi che vuol dire “oro” è un Vermentino,Tesham che è un Sangiovese vuol dire “cura” mentre nel logo del vino vi è un richiamo al segno araldico dei Farnese con l’unicorno che da anche il nome all’osteria della tenuta. Zamathi bianco IGT Lazio Terre di Marfisa 2018  è un Vermentino con un 10% di Incrocio Manzoni nel suo uvaggio, fa un affinamento in acciaio sulle fecce fini. Il terreno tufaceo e vulcanico delle vigne dona molta sapidità all’uva tanto che questo Vermentino ci riporta subito al mare con i suoi sentori.

Vermentino Terre di Marfisa IGT Lazio 2018
Vermentino Terre di Marfisa IGT Lazio 2018

Fresco ha un bell’allungo in bocca e grande persistenza salata, compagno ideale del pesce, anche di lago e di pietanze dagli accenti morbidi e dolci. Con tartare di trota e maionese allo zenzero questo Vermentino trova un perfetto equilibrio meno con il crostino di fegatini e piccoli frutti rossi su pan brioches entrée ideata dalla chef Marta Cerbino che ha lavorato a Parigi allo Chateaubriand e che riporta nei suoi piatti molto dell’influenza francese pur mescolando prodotti d’eccellenza del territorio come la ” Susianella” salume locale fatto con gli scarti del maiale che ritroviamo in crocchetta.

Ristorante Unicorno
Ristorante Unicorno

I  fagottelli di ricotta con asparagi e uova affumicate e maggiorana sono un piatto molto ricco di sapore e perdono un po’ di quella delicatezza della sfoglia gialla perfettamente tirata a mano che da sola basterebbe a farne un piatto eccellente. Terre di Marfisa  Athumi 2016  14% vol. è composto da Sangiovese per l’80% e Petit Verdot, viene vinificato in acciaio per il 65% mentre il restante resta in barrique di rovere francese per 20 mesi.

Athumi Terre di Marfisa IGT Lazio Rosso 2016
Athumi Terre di Marfisa IGT Lazio Rosso 2016

Il suo profumo è fruttato di ciliegie e lamponi, erbe aromatiche, sottobosco e fungo. In bocca sprigiona frutti rossi, freschezza,  tannino e sapidità  ben integrati che con la carne di faraona con pioppini, bieta e salsa alla nocciola e germogli di tiglio riesce a trovare un  buon equilibrio.

Il Podere di Marfisa Wine Relais SPA Restaurant
Tel. 0761-458202  mail [email protected]
www.ilpoderedimarfisa.it
SP 47 del Lamone Km 7000 – 01010 Farnese (VT) Località Le Sparme