Immacolata Migliaccio: ecco perchè dobbiamo sostenere la Caritas di Aversa in questo periodo

2/12/2020 846
Don Carmine Schiavone
Don Carmine Schiavone

di Immacolata Migliaccio*

“Mi piacerebbe condividere un’iniziativa che in queste settimane ho preso a cuore.
Ho pensato di contribuire, già da qualche settimana fino al periodo post natalizio, con  una donazione  di prodotti confezionati  della mia azienda, provenienti da agricoltura biologica e agricoltura sostenibile al centro Caritas Diocesana Aversa. In particolare il centro è sia mensa, inteso come centro cottura, infatti I miei prodotti vengono cucinati per I pasti per persone bisognose- in queste settimane hanno superato i 200 pasti al giorno e il trend è in netto aumento- che un centro di raccolta di prodotti di genere alimentare. I prodotti della mia azienda sono presenti anche dell’Emporio della Solidarietà. È stato realizzato il primo “Emporio della Solidarietà, fortemente voluto da Don Carmine Schiavone . E’ un “market” di prossimità dove le persone bisognose, dopo un incontro conoscitivo con il centro di ascolto interno per stabilire la priorità e la quantità da poter prelevare, possono fare la spesa gratuita personalmente e prendere i prodotti che realmente servono, nel senso che non si consegna più il classico pacco/busta alimentare preconfezionato. Quest’anno per il periodo Natalizio abbiamo deciso di sostenere come azienda donazioni, mettendo in secondo piano, per questo secondo lockdown, una comunicazione di vendita dei prodotti della nostra azienda”.

Consegna di Pomodori
Consegna di Pomodori
Scarico dei Pomodori
Scarico dei Pomodori

Ho pensato che potrebbe essere più opportuno uscire dall’anonimato e lanciare qualche messaggio/appello solidale in più, che potesse arrivare ad altri colleghi imprenditori che operano nel nostro settore ortofrutta e anche in altri settori per i beni di prima necessità e di cura per la persona.

Stiamo vivendo un periodo di emergenza sociale, di conseguenza si  avverte la necessità di reperire più alimenti e più fondi.
Mi sono sentita di contribuire e di stringermi in un gesto di solidarietà insieme ad altri donatori e di rispondere  all’appello di
emergenza di aiuto verso persone indigenti.

Preparazione Pasto con i Pomodori-
Preparazione Pasto con i Pomodori-

Mi fa stare bene donare i prodotti della mia azienda  provenienti da una agricoltura sociale, sostenibile e biologica al centro cottura della mensa Caritas di Aversa.  Proviamo insieme ad altri donatori a non far mancare alle famiglie bisognose e agli indigenti, vicinanza e calore umano soprattutto in questo momento difficile che stiamo vivendo.”

Preparazione piatto con i pomodori Ortomami Azienda Immacolata Migliaccio Abim- Cucina della Mensa
Preparazione piatto con i pomodori Ortomami Azienda Immacolata Migliaccio Abim- Cucina della Mensa

La ringrazio infinitamente per la disponibilità e per lo spazio che mi ha riservato per questa iniziativa sul suo blog.

Cottura Pasta- Cucina della Mensa
Cottura Pasta- Cucina della Mensa

*Sono Immacolata Migliaccio titolare dell’Azienda Agricola Abim sita a Carinola www.abim.it

I contatti e l’indirizzo della Diocesi centro mensa e dell’Emporio della Solidarietà sono gli stessi.

Diocesi di Aversa – Caritas Diocesana
Vico Sant’Agostino 4, 81031 Aversa -CE-
Orari dalle 8 alle 20
tel. 081 5031112
Referenti: Don Carmine Schiavone, Davide Griffo, Antimo Petito.
Sito web: http://caritasaversa.it/
Email: [email protected]
Facebook: Caritas Aversa

2 commenti

    Marco Galetti

    Grazie a Immacolata che afferma “Ho pensato che potrebbe essere più opportuno uscire dall’anonimato e lanciare qualche messaggio/appello solidale in più, che potesse arrivare…”
    Da qualche tempo anch’io mi sono ricreduto riguardo alla linea eticamente più corretta di donare in rigoroso anonimato, quindi se esporsi può servire a smuovere i cuori induriti facciamolo, dare porta gioia, il metro di distanziamento è distanza colmabile nei modi più svariati.

    2 dicembre 2020 - 12:01Rispondi

    Marco Contursi

    Bella iniziativa. A marzo l ho fatta pure io come condott slow food, raccolto donazioni tra i soci,comprato da piccolo produttore, donato tutto alla mensa prrrocchiale. Basta poco fatto da tutti.

    2 dicembre 2020 - 13:51Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.