Korem Isola dei Nuraghi Igt 2007 – Azienda Argiolas

17/10/2020 278
Korem Isola dei Nuraghi Igt 2007 Argiolas
Korem Isola dei Nuraghi Igt 2007 Argiolas

di Enrico Malgi

In questi giorni ho festeggiato una lieta ricorrenza in famiglia e, come al solito, ho pensato bene di scendere giù nella mia cantina alla ricerca di un ottimo vino datato ed adatto alla bisogna per abbinarlo all’esemplare pranzo. E così mi sono imbattuto in una bottiglia di rosso della Sardegna, che ha risvegliato in me dolci ricordi di un passato non molto lontano.

Il vino in questione è il Korem Isola dei Nuraghi Igt 2007, prodotto dalla storica azienda Argiolas di Serdiana nel Sud Sardegna, attiva dal 1938 e per un certo periodo curata dal famosissimo enologo piemontese Giacomo Tachis. A comandare adesso ci pensa col suo piglio deciso e volitivo la giovane Valentina, nipote del fondatore Antonio.

Controetichetta Korem Isola dei Nuraghi Igt 2007 Argiolas
Controetichetta Korem Isola dei Nuraghi Igt 2007 Argiolas

Classico e per certi aspetti singolare blend sardo: Bovale sardo, detto in dialetto Bovaleddu, al 55%, Carignano al 35% e saldo di Cannonau. Le uve sono state allevate nella Tenuta Sa Tanca a trecento metri di altezza. Macerazione di dodici giorni. Malolattica effettuata in vasi vinari di cemento vetrificato. Maturazione in acciaio, affinamento in barriques per un anno e poi elevazione in vetro per sei mesi. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Il prezzo delle annate più recenti si attesta intorno ai 25,00- 30,00 euro.

Nel bicchiere risalta una tonalità di rosso vivo, lucente e rubineggiante. AL naso buona frutta come l’amarena, la prugna, il cassis, le more ed i mirtilli, intrecciati a voluttuose pregnanze di rosa, viola, mirto, carruba, noce moscata, cannella e pepe nero. Non mancano sbuffi terziari di tabacco, cioccolato, caffè, liquirizia e catrame. Accenno tostato. Sorso caldo, ricco e di ottima personalità. Registro gustativo sapido, morbido, ritmico, equilibrato, salmastro, affilato e strutturato. Trama tannica ben  ricamata. Percezionirotonde, fini, raffinate ed eleganti. Coté vellutato. Il finale è persistente e totalmente appagante. La dinamicità, l’evoluzione e la freschezza della beva autorizza a prevedere ancora molti anni di vita per questo vino straordinario. Da provare su un maialetto allo spiedo al modo sardo e pecorino sempre sardo.

Azienda Vinicola Argiolas
Serdiana (Ca) – Via Roma, 56/58
Tel 070 740606
 – [email protected]www.cantina-argiolas.it
Enologo: Mariano Murru
Ettari di proprietà: 300, di cui 230 vitati – Bottiglie prodotte: 2.500.000
Vitigni: Cannonau, Carignano, Bovale, Monica, Sangiovese, Malvasia Nera e Bianca, Nasco, Vermentino e Nuragus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.