La freschezza di Fois

27/5/2020 873
Azienda Agricola Cautiero
Azienda Agricola Cautiero

di Antonella Amodio

Falanghina del Sannio Fois 2019
€ 11,00
Azienda Agricola Cautiero
C.da Arbusti  – 82030 Frasso Telesino ( BN )
Tel 3387640641  [email protected]

Una delle caratteristiche che rende il vino longevo è l’acidità, percepita come freschezza gustativa. La falanghina Fois è ricca di acidità/freschezza, ben bilanciata con l’equilibrio totale del vino, creando così armonia. Fulvio Cautiero è il produttore di Fois, e di altre etichette che sono felici interpreti del territorio sannita.

Falanghina del Sannio Fois 2019
Falanghina del Sannio Fois 2019

La cantina, con sede a Frasso Telesino, nel versante ovest ai piedi del Monte Taburno, è scavata nella roccia, di fianco ad una vecchia masseria, oggi trasformata in casolare adibito ad accoglienza. L’azienda vinicola Cautiero nasce nel 2002, quando Fulvio e sua moglie Imma decidono di ricuperare i terreni abbandonati dei nonni, che un tempo producevano vino. La passione ed il lavoro –  svolto con entusiasmo ed in prima persona sia in vigna che in cantina –  portano da subito al consenso del pubblico, che apprezza anche la modalità di lavorazione in agricoltura biologica con la quale si producono i vini. Aglianico, piedirosso, greco, fiano e falanghina, una piccola gamma di vini che si spera di avere sempre a portata di mano quando si ha voglia di bere un bicchiere di vino rappresentativo del territorio. Vini godibili, lineari, come è appunto la falanghina Fois, un bianco delicato e affascinante che mostra nel bicchiere un luminoso colore paglierino tenue. La chiara impronta varietale si manifesta nelle note di testa, che si esprimono con profumi di ginestra, fiori di arancio e mela verde,  alternati ad una sfumatura mentolata e balsamica. Il sorso di disarmante freschezza è salino, quasi salmastro, e l’attenzione è catturata dalla vena citrina che regala sensazioni di forza ed intensità. Tra i migliori bianchi del Sannio, da bere subito se si amano i vini giovani, e da dimenticare per qualche anno in cantina, se si vuole  godere poi pienamente della profondità della falanghina.

Un commento

    Angelo D.

    E’ sempre un gran bel bere con i vini di Imma e Fulvio Cautiero.

    27 maggio 2020 - 20:03

I commenti sono chiusi.