La guida alle migliori granite di Reggio Calabria e provincia

27/8/2020 9.7 MILA

di Giovanna Pizzi

Una delle cose più belle di vivere al Sud è la granita!

Non grattachecca, non cremolata, non sorbetto. Granita.

Ha senz’altro origini siciliane ma vi assicuro che nella provincia più vicina alla Sicilia, quella di Reggio Calabria, ci sono dei posticini in cui la fanno in maniera superba.

Facciamo un preambolo quasi superfluo… la granita è un dolce freddo al cucchiaio a base di acqua, zucchero (circa il 20%) e succhi di frutta, miscela che lasciata ghiacciare cristallizza dando dei granuli che si sciolgono facilmente e piacevolmente in bocca.

I gusti classici, tipicamente siciliani, sono limone, caffè, mandorla e pistacchio ma al di qua dello Stretto il carnet di gusti si arricchisce e nei migliori bar è fatta esclusivamente con polpa di frutta fresca e di stagione (ovviamente prevalentemente estiva): fragola, fichi, more, gelsi, pesca, bergamotto, frutti di bosco, anguria, melone e chi più ne ha più ne metta!

Acqua, zucchero e frutta, quindi, e la magia è servita!

Più o meno cremosa, più o meno dolce, più o meno scioglievole, bigusto o solo il gusto preferito, con pezzi di frutta o meno, con o senza panna, solo sopra o in fondo al bicchiere, è argomento di discussione di tutti gli appassionati del genere.

Quel che è certo è che una granita che si rispetti deve sempre essere accompagnata dalla brioche, a Reggio rigorosamente “col tuppo”, che se è servita calda diventa coprotagonista di uno dei migliori matrimoni del gusto che il palato possa fare.

E quale argomento è più appassionante del migliore bar dove gustarla?

Eccola, dalla “tirrenica” alla “ionica”, la guida alle granite più buone (secondo me) della provincia di Reggio Calabria!

Le Chicche di Francesco Taverna (Piazza Italia n.8, Taurianova)

Nel cuore della Piana di Gioia Tauro, in una delle migliori pasticcerie artigianali di tutta la provincia, tra i rinomati torroni a Natale e le deliziose colombe a Pasqua, si è imposta, tra i prodotti per i quali i clienti fanno la fila, la granita alla fragola. Per farla viene utilizzata una particolare varietà di fragole coltivata esclusivamente per questa granita da un produttore locale. Da provare assolutamente.

Granita alla fragola- Bar Taverna
Granita alla fragola- Bar Tavern

 

Graniteria da Peppino Fucà (Via Aspromonte n.25, Favazzina)

La storia della granita, non solo calabrese, ha sicuramente un tassello importante in questo piccolo borgo dove ci sono solo una spiaggia, una piazza e un bar, quello appunto di Don Peppino (che qualche mese fa, a 90 anni, ci ha purtroppo lasciati), che reso questo angolo di mondo una meta di pellegrinaggio estivo del gusto. Imperdibile la granita alle fragoline di bosco.

Granite - Bar Fuca'
Granite – Bar Fuca’

 

Scic Bar (Via Paolo Pellicano n.17, Reggio Calabria)

La granita che non ti aspetti! In città, in un piccolo e defilato bar del centro, un concentrato di sapore e autenticità. Solo frutta di stagione, a seconda della disponibilità, e pochi gusti per garantire l’artigianalità del prodotto, perché qui la frutta è trattata rigorosamente a mano. Formato piccolo, medio o grande, more, fragola o limone e assolutamente da assaggiare quella mandorla e bergamotto.

Granita-Scic bar
Granita-Scic bar

 

La Pergola (SS 106- Via Anna Magnani n.1, Lazzaro)

Lungo la superstrada che da Reggio Calabria va verso la costa ionica c’è questo bar che da anni è un punto di riferimento per chi ama le buone granite e una tappa obbligata per chi ritorna a casa dopo una giornata di mare. File interminabili di automobili si fermano qui: fragola, limone, pesche, fichi d’india per granite rigorosamente a km0 preparate secondo un’antica ricetta tramandata dalla nonna paterna che la faceva soprattutto al caffè.

Granite - Bar La Pergola
Granite – Bar La Pergola

 

Bar Melina Saccà (Via Fondaco Nesci/Lungomare, Palizzi)

Proprio su quello che è il “lungomare più corto d’Italia”, un centinaio di metri che quasi non bastano a contenere tutti gli appassionati di granite, c’è questo storico baretto di fronte al mare, diventato un’istituzione per le sue granite rigorosamente artigianali. Il gusto vero della frutta, melone, pesca, anguria, imperdibile quella di fichi… che una sola non basta. E poi, qui, la brioche è sempre calda. Una goduria.

Granite - Bar Sacca'
Granite – Bar Sacca’

 

Bar Ettore (Via Re Umberto n.7, Locri)

Benvenuti nel tempio della granita! Qui tradizione, artigianalità, ricerca, freschezza degli ingredienti, gusto autentico della frutta e passione si fondono come i cristalli di frutta ghiacciata al palato. La migliore frutta secca è tostata e macinata in loco e buona parte della frutta e degli agrumi utilizzati sono prodotti nell’azienda agricola di famiglia: more, lamponi, fichi, cachi, limoni, arance rosse e bergamotti per un capolavoro di granita.

Granite - Bar Ettore
Granite – Bar Ettore

 

Bar Moderno La Granita (Vico I a Via Roma n.15, Ardore)

C’è da fare un po’ di strada per arrivare fin qui ma ne vale la pena. Nel cuore del paesino, in un palazzo antico accanto alla chiesa madre, c’è questo storico bar che fa granite fin dagli anni ‘50. Qui si fanno granite con tutta la frutta che c’è, dal melograno alla banana al kiwi, più di 35 gusti a seconda della stagione. E poi quelle creative come la granita alla ricotta e quella miele e noci. E la panna è montata al momento.

Granite - Bar Moderno
Granite – Bar Moderno

 

Bar del Tocco (Piazza del Tocco n.7, Gerace)

In uno dei borghi più belli della Calabria, è un’esperienza assolutamente da fare sedersi ai tavolini di questo bar e, con la sensazione che il tempo si sia fermato, godere di una granita in cui qualità e genuinità sono gli ingredienti principali. Preparata da 40 anni dalle stesse mani che si occupano anche di raccogliere, nei terreni di famiglia, la frutta migliore: limone, cachi, more di gelso, fichi e, tra tutte, quella al mandarino premiata come migliore d’Italia all’ultimo Sigep.

Granita di fichi - Bar del Tocco
Granita di fichi – Bar del Tocco

9 commenti

    silvestro caridi

    Veramente interessante. Molti di questi non sono mai stati pubblicizzati adeguatamente.

    27 agosto 2020 - 18:55Rispondi

    Enza

    Non hai nominato il re di questo prodotto, colui che la ha inventata, Gianni sacca sulla via marina di palizzi

    28 agosto 2020 - 01:30Rispondi

    Francesco

    In effetti condivido a pieno il commento della signora Enza. Senza nulla togliere all’altro bar nominato nel comune di Palizzi, ma la vera Granita a Palizzi Marina nasce da un’esperienza pluridecennale del Pasticcere Gianni Saccà dagli anni 80′ ad oggi il quale continua a deliziare i suoi amati clienti al Night Life Pub posto anch’esso sulla Via Marina di Palizzi. Cara Giovanna la invito ad assaggiarla. Sono sicuro che aggiornerà la sua recensione.

    28 agosto 2020 - 09:04Rispondi

    Robin patrik

    Nella 4 foto la panna non ha l ‘aria di essere molto artigianale

    28 agosto 2020 - 09:33Rispondi

    Diego

    Bar schic eccellenza assoluta

    28 agosto 2020 - 12:51Rispondi

    Rossella

    Buon pomeriggio, prendo nota di questo articolo sulle granite.
    C’è da dire che questa “scaletta” non corrisponde a reale verità , su questi noti bar vi siete dimenticati del famoso BAR STRATI sito in via del torrione 98 a Reggio Calabria , dove la ” CREMOLATA” è il loro punto forte, con i proprietari sempre gentili e sempre disposti a fare star bene la propria clientela rendendo piacevole questo momento di pace.
    Basta guardare su TripAdvisor e leggere tutti i commenti e se non ci credete, a questo punto vi consiglio di andarci e non ve ne pentirete.

    28 agosto 2020 - 14:10Rispondi

      Maurizio

      Condivido quanto detto, lavorazione artigianale prodotti, ottima panna, mix eccellente, da provare.

      31 agosto 2020 - 05:28Rispondi

    Emanuele

    Bella guida , ma bisogna fare una precisazione , e soprattutto quando si fanno questi articoli guida per turisti , essere certi di ciò che si scrive , ormai da cliente abituale di palizzi , so che al bar melina le granite le ha sempre fatte il signor Gianni Sacca che nei tempi passati era proprio In quel bar perché di famiglia ma che poi a continuato a fare le sue storiche granite al nightlife che si trova 30 metri prima del bar melina , e perciò per essere precisi con le guide bisogna prima documentarsi su ciò che si scrive . Preciso che io non ho nussun tipo di rapporto con il signor Sacca , ma frequentando questi posti ormai da anni so quali sono i posti dove il prodotto risulta migliore e ci tenevo a dare questa informazione, proprio perché voi state facendo un articolo guida per turisti su prodotti tipici ed è giusto consigliare chi si reca in vacanza nel modo più giusto

    28 agosto 2020 - 14:27Rispondi

    Anonimo

    Sono un reggino, e confermo che sono tutti posti eccellenti. Soprattutto da Peppino a Favazzina (posto di passaggio in cui fermarsi quando si va o si torna da Scilla), che a mio avviso è il re della categoria, e il bar Al tocco di Gerace, altro posto mitologico in cui fermarsi quando si visita il borgo.
    A Reggio città ce ne sono comunque tantissime di eccezionali, qui non citate immagino per questioni di spazio, ma la si mangia più o meno bene dappertutto. Mi limito solo a citare due tra le migliori, quelle di Sottozero e del Bar Matteotti.

    31 agosto 2020 - 11:07Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.