La scuola Dolce & Salato rinnova il suo appuntamento con il SIGEP di Rimini. Alla 41esima edizione protagonisti con i laboratori del “Come e del Perché”

17/1/2020 366
Scuola Dolce & Salato
Scuola Dolce & Salato

Dal 18 al 22 gennaio all’Expo Center di Rimini avrà luogo la 41esima edizione del SIGEP, il salone internazionale dedicato ai professionisti della gelateria, della pasticceria, della panificazione artigianale e del caffè. La prestigiosa manifestazione che ogni anno premia le eccellenze mondiali del settore dolciario e alimentare, aiutando le imprese a far crescere il proprio business e a creare network globali che vedrà la presenza di circa 1.250 aziende e brand stranieri provenienti da oltre 30 Paesi a cui Dolce & Salato, la scuola di formazione professionale per la pasticceria, cucina, panificazione, sala e pizzeria più importante del Centro Sud-Italia non può mancare. Un appuntamento, dove anche quest’anno come per le scorse edizioni, a scendere in campo saranno i docenti dell’istituto di formazione casertano, insieme condivideranno i valori della tradizione italiana attraverso la conoscenza, con un ricco programma di dimostrazioni pratiche illustrando il lavoro che quotidianamente viene svolto nelle aule-laboratorio offrendo così l’opportunità di scoprire tutti i corsi formativi e di incontrare le figure professionali   appartenenti al Team Dolce & Salato. Una scuola del “fare” guidata da Aniello di Caprio (maestro lievitista) e da Giuseppe Daddio (maestro di cucina) che in più di venti anni di attività ha formato tanti nomi noti della cucina e pasticceria italiana.

Pillole e momenti educational, formativi e informativi del “Come e del Perché” saranno le Demo proposte da sabato e mercoledì dai docenti dell’istituto formativo al SIGEP di Rimini (Padiglione B5 Stand 030), ci sarà Aniello di Caprio con la frolla napoletana, le sfogliate e le brioche da breakfast, vienneserie contomporanee, cake e sfogliati pan di Spagna; il pugliese Michele Quinto con schiacciatine e focacce, Giuseppe Daddio con le paste fresche ripiene, Luigi Castaldo con i pani gastronomici, ancora, il campione italiano di pasticceria 2019 Alessandro Bertuzzi con la finissima biscotteria da tè, Mina Perna e Filomena Strusi con le torte  decorate, mentre le torte da forno le vedremo con Mario Mandaro.  Ad eseguire i primi piatti con le paste fresche sarà Vito Semeraro, i babà e savarin Palmiro Russo, le monoporzioni da passeggio Alessandro Mango, la zeppola fritta Antonino Maresca, le crostatine Anna Fichera; i panettoni artigianali Giuseppe Mascolo e Vincenzo Faella, le tecniche di impasti Piergiorgio Giorilli, i dolci da ristorazione Carmine Di Donna, i bignè Antonio Angora, la pastiera Raimondo Esposito, il bilanciamento delle frolle Antonio Capuano e le espressioni di territorio i giovani Guido Sparaco e Armando Pascarella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.