La Taverna delle follie a Limatola, il mare vicino Caiazzo

13/6/2017 5.2 MILA
La taverna delle follie - Tartufo locale
La taverna delle follie – Tartufo locale

di Tiziano Terracciano
Siamo a Limatola (uno degli ultimi borghi del Beneventano ai confini con Caserta e Caiazzo, famoso per il suo Castello e per gli eventi che in esso periodicamente si svolgono) e con la voglia di mangiare pesce fresco raggiungiamo questa taverna marinara con una cinquantina di eleganti posti a sedere e con delle proposte che variano quotidianamente a seconda del pescato del giorno proveniente da Formia. Proposte marinare spesso abbinate ai prodotti del territorio (con i quali è possibile richiedere anche piatti esclusivamente “di terra” nel caso in cui qualche commensale non voglia mangiare piatti “di mare”).

E appunto stasera io e Rosita ordiniamo pietanze diverse in quanto Lei predilige sempre la cucina “di terra”.

Si comincia dunque per me con un intrigante e ben presentato entrée di crudi di mare (composto da Gamberi bianchi con zeste di limone, Gamberi rossi con olive caiazzane, Sashimi di Tonno e Ostriche) e antipasto “caldo” di mare (composto da Filetto di Tonno grigliato, Filetto di Baccalà con Cipolle di Alife, Parmigiana di Pesce Spada con besciamella di latte nobile locale e granella di Pistacchi, Insalata di Polipo, e Salmone presalè ovvero marinato a secco con sale, zucchero ed erbe aromatiche).

La taverna delle follie - I Crudi di Mare
La taverna delle follie – I Crudi di Mare
La taverna delle follie - Ostrica
La taverna delle follie – Ostrica
La taverna delle follie -Antipasto di Mare
La taverna delle follie – Antipasto di Mare

Per Lei un Cuppetiello di Verdure pastellate, dei Salumi locali, Verdure grigliate e Caciocavallo alla piastra. Oltre al pane ci sono anche dei deliziosi paninetti alle olive caiazzane.

La taverna delle follie - Il cuppetiello di Verdure pastellate
La taverna delle follie – Il cuppetiello di Verdure pastellate
La taverna delle follie - Antipasto di Terra
La taverna delle follie – Antipasto di Terra
La taverna delle follie - I Pani
La taverna delle follie – I Pani

Prima di procedere con i primi piatti, Rosita come al solito mi fa chiedere se ci sia il Tartufo e manco a dirlo Donato (il proprietario che accoglie con gran garbo i clienti e che si mostra sempre pronto a voler soddisfare le loro richieste) ci mostra il più grande dei bei Tartufi raccolti in zona.

Ci vengono serviti quindi due assaggi a testa di primi:

per me Linguine ai Frutti di Mare con Tartufo; e Mezzelune ripiene di Cernia e Pesche con sughetto di Pomodorini Gialli e Rana Pescatrice

La taverna delle follie - Linguine ai Frutti di Mare e Tartufo
La taverna delle follie – Linguine ai Frutti di Mare e Tartufo
La taverna delle follie - Mezzelune ripiene di Cernia e Pesche con Rana Pescatrice
La taverna delle follie – Mezzelune ripiene di Cernia e Pesche con Rana Pescatrice

per Lei Linguine con Pomodorini Gialli e Olive Caiazzane e Pinoli; e Gnocchi con Tartufo e granella di Pistacchi.

La taverna delle follie - Linguine con Olive Pinoli e Pomodorino Giallo
La taverna delle follie – Linguine con Olive Pinoli e Pomodorino Giallo
La taverna delle follie - Gnocchi Tartufo e granella di Pistacchi
La taverna delle follie – Gnocchi Tartufo e granella di Pistacchi

Per il secondo piatto anche Rosita si converte alla cucina marinara e prende un ottimo Fritto di Calamari mentre io mi affido alla cucina e vengo ripagato con dei sublimi Gamberi avvolti nel Lardo paesano, braciati e ben presentati con una delicata cremina di zucca che accosta e non invade la pietanza principale.

La taverna delle follie - Il Fritto di Calamari
La taverna delle follie – Il Fritto di Calamari
La taverna delle follie - Gamberi con Lardo paesano
La taverna delle follie – Gamberi con Lardo paesano

Scopriamo che il lardo che avvolge i gamberi proviene da un piccolo allevatore/agricoltore della zona che produce piccole quantità di grande qualità di prodotti tra cui anche della Mozzarella di Capra e delle piccole amarene sciroppate che troviamo nella Millefoglie artigianale servita alla fine vicino al Babà e alla Millefoglie al Pistacchio.

La taverna delle follie - I Dolci
La taverna delle follie – I Dolci

Accompagniamo la cena con un bel Piedirosso del Sannio della Cantina Iannella 1920. E a proposito di vini, a vista nel locale c’è una vetrinetta in cui c’è una piccola collezione di Donato.

Il Piedirosso del Sannio
Il Piedirosso del Sannio
La collezione di Vini
La collezione di Vini

La Taverna delle Follie
Via San Biagio, 34
82030 Limatola (BN)
Tel 0823 1454365
Cell 339 311 4045
https://www.facebook.com/lataverna.dellefollie/