Le Anteprime di Toscana: la Vernaccia di San Gimignano

20/2/2020 833
Logo Manifestazione
Logo Manifestazione

di Antonio Di Spirito
Il mercoledì della settimana di Anteprima di Toscana è dedicato al bianco per eccellenza della regione: la Vernaccia di San Gimignano DOCG.

La denominazione è stata istituita nel 1966, il primo vino italiano ad ottenere la Denominazione di Origine Controllata. Il Consorzio della Vernaccia, poi Consorzio della Denominazione San Gimignano, è nato nel 1972 e dà nuovo slancio alla produzione, sia in quantità che in qualità ottenendo nel 1993 la DOCG.

Il disciplinare prevede che sotto questa denominazione rientrano tutti i vini prodotti con uve provenienti dai 720 ettari identificati nel comune di San Gimignano (i restanti ettari dedicati alla viticoltura sono iscritti alla produzione di Chianti dei Colli Senesi o IGT Toscana) e che i vigneti siano composti per almeno l’85% dal vitigno Vernaccia di San Gimignano; possono concorrere altri vitigni a bacca bianca non aromatici idonei alla coltivazione per la Regione Toscana fino ad un massimo del 15%. Non è consentito l’impiego dei seguenti vitigni: traminer, moscato bianco, Müller Thurgau, malvasia di Candia, malvasia istriana, incrocio bruni 54. I vitigni sauvignon e riesling possono concorrere, in ogni caso, nella misura massima, da soli o congiuntamente, del 10%.

Vigneti di San Gimignano
Vigneti di San Gimignano

Quella di quest’anno è stata la 15^ edizione dell’Anteprima e sono stati presentati i vini, di Annata e/o Riserva, prodotti negli ultimi tre anni.

Per quanto riguarda l’andamento climatico delle annate 2017 e 2018 ne abbiamo già parlato ieri a proposito del Chianti Classico (si può vedere qui).

L’annata 2019 è stata un’annata molto regolare in tutti i momenti importanti delle fasi di crescita e maturazione delle uve, con piogge regolari e caldo nel momento giusto: un’annata che non si ricordava da tempo.

Le sensazioni regalate dal calice sono quelle tipiche del vitigno; le differenze fra i vini delle varie annate erano legate più a cosa sa darti questo vitigno con l’evoluzione legata al tempo, che non alle differenze legate ai rispettivi andamenti climatici.

Si è evidenziato ancora una volta che qualche incidente di cantina avviene tutt’ora (qualche volatile alta e qualche riduzione di troppo), ma anche qualche aromaticità che “stona” nel coro.

Banchi d'Assaggio
Banchi d’Assaggio

Seguono i miei migliori assaggi della Vernaccia di San Gimignano, suddivisi per annata.

 

Il Palagione – Hydra 2019: intrigante l’ equilibrato tra dolcezza del frutto e la sapidità, speziato;

Agricoltori del Chianti Geografico – Borgo alla Terra 2019: agrumi; acidità elevata, speziato;

Casale Falchini – Vigna a Solatio 2019: agrumi e macchia mediterranea ed intensa speziatura;

Casa Lucii – Casa Lucii 2019: agrumato e sapido;

Il Lebbio – Tropìe 2019: profumi di lavanda e speziatura finale;

Panizzi – Vernaccia di San Gimignano 2019: agrumi, macchia mediterranea e speziatura;

Signano – Vernaccia di San Gimignano 2019: profumi di lavanda, agrumato, acidità elevata;

Casa alle Vacche – Vernaccia di San Gimignano 2019: agrumato, scorrevole, sapido;

Fattorie Melini – Le Grillaie 2019: profumi di glicine, speziato;

Poderi Arcangelo – Primo Angelo 2019: floreale di lavanda leggermente tannico;

 

Mormoraia – Ostrea 2018: profumi di lavanda, piacevole, speziato, complesso;

Panizzi – Vigna Santa Margherita 2018: note di pietra focaia, piacevole, fresco;

Fornacelle – Fiora 2018 note di pietra focaia, piacevole, speziato;

Macinatico-Massi – Massi Riserva 2018: profumi di glicine, pietra focaia; ottimo equilibrio;

Tenuta Montagnani – Frammenti 2018: profumi di lavanda ed erbe aromatiche;

Il Colombaio di Santa Chiara – Campo della Pieve 2018: profumi di lavanda, agrumato, speziato;

Il Palagione – Ori Riserva 2018: complesso, speziato;

San Donato – Angelica 2018: note di pietra focaia, piacevole, fresco, sapido;

 

Tenuta Le Calcinaie – Vigna ai Sassi Riserva 2017: profumi di lavanda, piacevole, speziato;

Fontaleoni – Casanuova 2017: profumi di macchia mediterranea, asciutto e speziato.