La nuova tendenza? Il matrimonio in una certa pizzeria in un paesino del Sud…

4/5/2018 7.5 MILA
Matrimonio da Pepe
Matrimonio da Pepe

Matrimonio da Franco Pepe a Caiazzo. Lei è parigina, si chiama Usula e ha 28 anni. Lui, Pio, è italiano e ne ha 28. Insieme scoprirono la pizzeria Pepe in Grani a Caiazzo, e questa esperienza è stata talmente coinvolgente da spingere i due a sposarsi qui chiedendo a Franco di organizzare il banchetto.
Non è certo la prima volta che una straniera o uno straniero provano l’emozione di un matrimonio all’italiana in un piccolo paese del Sud, ma sicuramente è la prima volta che questo avviene in base alla scelta della pizzeria. E, a memoria, non ricordo neanche di pizzerie dove si è svolto un banchetto matrimoniale.
Questo sottolinea l’importanza sociale che ormai ha assunto la pizzeria in alcune situazioni, come abbiamo avuto modo di rilevare nel caso di Pepe, OlivaPorzio.

Dunque siete avvertiti: la pizzeria di Franco Pepe resta chiusa per la prima volta domenica prossima 6 maggio. L’intero palazzo del ‘700 è requisito per ragioni d’amore.
Certo  resta il dubbio sul vero messaggio di questo evento:  di questi tempi la notizia è che si fa un matrimonio in pizzeria o che si fa, semplicemente, un matrimonio?

3 commenti

    Giulia Cannada Bartoli

    (4 maggio 2018 - 15:02)

    E’ una notizia il matrimonio in pizzeria, ma credo che solo in un luogo del cuore come Pepe in Grani questo possa realizzarsi grazie alla ricercatezza, eleganza, carta dei vini, servizio in sala che diciamocelo, rende il locale di Franco Pepe una pizzeria assolutamente fuori dal comune con una serie di plus impossibili da trovare in altri luoghi. Quindi non credo sia l’inizio di una tendenza da generalizzare….detto questo bellissimo che una notizia tale arrivi da Sud e soprattutto dalla provincia di Caserta:)

    Francesco Mondelli

    (4 maggio 2018 - 15:14)

    Un solo rammarico e cioè che gli invitati non possono certo venirsene con frasi del tipo:che pizza il solito matrimonio.Stupidate a parte sottoscrivo in pieno il commento molto autorevole di Canada Bartoli.FM.

    Giulia Cannada Bartoli

    (5 maggio 2018 - 16:00)

    Grazie Francesco

I commenti sono chiusi.